MotoGP Indianapolis: Il team Aprilia chiude nelle retrovie il gp americano

Problemi di gomme rallentano Bautisata e Bradl, che aveva iniziato alla grande il suo primo gp con la RS-GP

MotoGP Indianapolis: Il team Aprilia chiude nelle retrovie il gp americanoMotoGP Indianapolis: Il team Aprilia chiude nelle retrovie il gp americano

Il team Aprilia chiude il gp di Indianapolis con i suoi piloti Alvaro Bautista e Stefan Bradl rispettivamente 18° e 20°. Lo spagnolo era in zona punti fino a metà gara, ma poi è stato rallentato dal consumo delle gomme. Ottimo l’inizio di gara di Bradl invece, che nonostante era alla sua prima corsa con la RS-GP, era partito benissimo, addirittura 13° nei primi giro, ma poi il dolore al polso recentemente operato e problemi alle gomme lo hanno fatto ruzzolare indietro.

“E’ stata una gara veramente dura – ha affermato Alvaro Bautista – si sono confermate le difficoltà riscontrate nelle prove. In partenza ho faticato perché alla prima curva perché mi sono trovato in mezzo a molti piloti, non riuscendo a guadagnare posizioni. Da lì in poi ho cercato di prendere il mio ritmo, ero in zona punti a lottare per la quindicesima posizione ma facevo fatica a stare con gli altri. Questa pista ci ha messo in difficoltà, specialmente quando il calo delle gomme si è fatto sentire. Nelle curve a destra perdevo molto tempo. Siamo comunque arrivati al traguardo raccogliendo altri dati fondamentali per il 2016, ringrazio la squadra per il lavoro svolto anche in questo weekend”

“Dopo aver passato tre giorni in pista mi aspettavo di avere problemi al polso destro oggi – ha concluso Stefan Bradl – Già questa mattina nel Warm Up avevo avvertito dolore e dopo metà gara in molti punti del tracciato non riuscivo a controllare la moto come avrei voluto. Abbiamo comunque dato il massimo e questo mio primo weekend sulla RS-GP lo considero positivo; ho imparato molto sulla moto e assieme al team abbiamo effettuato molti interventi nel poco tempo a disposizione, compiendo un buon lavoro. Non ero abituato a percorrere l’intera distanza di gara su questa moto e se andiamo ad aggiungervi il mio infortunio, è evidente che non ho potuto essere veloce come avrei voluto. Per il momento comunque siamo soddisfatti e ora guardiamo a Brno dove cercheremo di fare un passo in avanti”.

Foto: Alex Farinelli

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati