Superbike: Seconda fila per Chaz Davies a Sepang

Il gallese soffre di mancanza di grip al posteriore della sua Panigale e non é andato oltre al sesto posto

Superbike: Seconda fila per Chaz Davies a SepangSuperbike: Seconda fila per Chaz Davies a Sepang

Il risultato forse non era quello che si sperava alla vigilia, vista la supremazia dimostrata a Laguna Seca solo due settimane fa: Chaz Davies partirà dalla seconda fila nelle due gare in programma domani (ore 7.30 e 10.30 in Italia) del Pirelli Malaysian Round, in virtù del sesto tempo fatto segnare oggi in qualifica.

Nella mattinata (le 3.45 in Italia) in condizioni asciutte (temperature d’aria 28°C, asfalto 33°C) Ducati, che ricordiamo a Sepang schiera solo la Panigale di Davies e non sostituisce l’infortunato Davide Giugliano, é scesa in pista per la terza sessione di prove libere, con l’obiettivo di migliorare soprattutto il grip al posteriore e di provare le nuove gomme Pirelli.
In questo turno Davies non è riuscito a migliorare la prestazione di ieri, ma il crono fatto registrare é stato comunque sufficiente l’accesso diretto alla Superpole 2 con il sesto rilievo.

Nelle prove libere Chaz è stato vittima anche di una scivolata, per fortuna innocua, alla curva 9, che gli ha fatto perdere però tempo prezioso per lavorare sulla moto prima della Superpole.

In qualifica dopo aver completato un giro con la gomma da gara, Davies è sceso in pista con la soluzione da qualifica, completando due giri, facendo il possibile per qualificarsi nelle prime file e nonostante non abbia ancora trovato il feeling desiderato, è riuscito a fermare il cronometro in 2’04.179, chiudendo la sessione in sesta posizione finale.
Il gallese partirà dalla seconda fila nelle gare di domani.
 
“Dopo la giornata positiva di ieri, oggi abbiamo avuto più difficoltà e non conosciamo esattamente il motivo”- ha detto Chaz Davies– “Ammetto che non ho fatto il massimo con la gomma da qualifica in Superpole, ma non avevo un buon feeling con la moto ed era quindi molto difficile fare meglio. Quando si alza la temperatura dell’asfalto sembra che non si riesca a trovare il grip necessario, l’elettronica fa di tutto per darmi più grip, ma questo alla fine mi penalizza per quanto riguarda la velocità e l’accelerazione in uscita dalle curve. Domani saranno due gare molto difficili, ma continueremo a lavorare e cercheremo di migliorare qualcosina stasera e domattina nel warm-up..”

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati