MotoGP Sachsenring: Andrea Iannone, “Non mi aspettavo questi problemi, ma rimango fiducioso”

Il pilota della Ducati punta molto sui test della prossima settimana che verranno effettuati a Misano

MotoGP Sachsenring: Andrea Iannone, “Non mi aspettavo questi problemi, ma rimango fiducioso”MotoGP Sachsenring: Andrea Iannone, “Non mi aspettavo questi problemi, ma rimango fiducioso”

Andrea Iannone MotoGP 2015 Ducati GP Germania QPAndrea Iannone partirà domani dalla seconda fila nel Gran Premio di Germania, nona tappa del motomondiale 2015. Il pilota della Ducati ha infatti ottenuto il quarto crono con il tempo di 1:21.029, subito dietro alle Honda di Marc Marquez e Dani Pedrosa e alla Yamaha di Jorge Lorenzo.

Andrea, questa seconda fila ti soddisfa oppure ti aspettavi di più?

“Era molto importante una buona posizione di partenza, perchè non era scontato essere nelle prime due file. Sono contento di aver sfruttato la gomma morbida e aver ottenuto un buon tempo. Penso di aver portato a casa il massimo di quello che possiamo fare in questo momento. Non sono soddisfatto invece della prestazione generale, la moto tende a scivolare un pò troppo, anche se nelle FP4 qualcosa è migliorato. Abbiamo capito che abbiamo del margine lato elettronica. Non dico che l’abbiamo trascurata, ma ci siamo concentrati di più sul setting, quando invece una piccola modifica di elettronica ci ha dato due decimi.”

Qual’è un obiettivo realistico per la gara di domani?

“E’ sempre difficile parlare di obiettivi, un pilota vuole sempre il massimo, ma sappiamo che ora non possiamo ottenerla. In questo momento facciamo più fatica. Dall’inizio dell’anno dico che dobbiamo essere sempre nei primi cinque, ma non siamo contenti di questi risultato, abbiamo ambizioni più alte e cercheremo di fare il massimo.”

Se gli stessi problemi avuti qui e ad Assen venissero riscontrati anche in una pista favorevole come Indy, sarebbe preoccupante?

“Dopo la gara del Mugello e anche dopo l’inizio del campionato eravamo convinti di avere una moto competitiva e io lo penso ancora. Credo che gli altri con l’esperienza e la conoscenza siano migliorati più di noi, ma non mi aspettavo questi problemi e dobbiamo stringere i denti fino a domani, cercando di ottenere il massimo da quello che abbiamo. Sono molto fiducioso per i test che abbiamo la settimana prossima a Misano, che potrebbero aiutarci nelle gare future.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati