Superbike: Possibile futuro con la Yamaha per Melandri?

Nel 2016 la Casa Giapponese rientrerà nel campionato delle derivate di serie: in lizza oltre al ravennate ci sarebbe anche Guintoli

Superbike: Possibile futuro con la Yamaha per Melandri?Superbike: Possibile futuro con la Yamaha per Melandri?

L’anno prossimo la Yamaha rientrerà ufficialmente in Superbike e quando una casa di questo calibro decide di fare un passo del genere vuol dire che sarà, per quanto possibile, competitiva sin da subito, anche in ottica di un confronto con i “cugini” della Kawasaki: questo ovviamente sta aprendo scenari interessati per il prossimo anno.

Con il titolo mondiale già praticamente assegnato, salvo enormi sorprese nei cinque round ancora da disputarsi, è il mercato piloti a tenere banco nel paddock, e non è detto che qualche grosso nome non si muova.

Secondo il sito motoristico tedesco Speedweek.com, infatti, Sylvain Guintoli, il Campione del Mondo in carica, sarebbe in trattativa proprio con Yamaha: passato al team Pata Honda, sta faticando più del previsto e non si è mai veramente adattato al nuovo team e sopratutto alla CBR, assolutamente non a livello di Kawasaki, Aprilia e Ducati.
Una situazione non facile per il detentore del titolo, a cui si aggiunge anche che il pilota francese è ancora a quota zero podi conquistati e attualmente accusa dal leader Rea il distacco abissale di 248 punti.

Ma il nome di Guintoli non è il solo che sembra circolare in Yamaha: la notizia della risoluzione, anticipata e consensuale, del contratto che legava Marco Melandri all’Aprilia ha aperto un nuovo scenario, con il nome del ravennate che torna prepotentemente in gioco per un posto in Superbike.
Campionato in cui Melandri tornerebbe di corsa: è risaputo infatti che, al termine della scorsa stagione, aveva fatto di tutto per non essere coinvolto nel progetto MotoGP, partito con un anno di anticipo rispetto al previsto e che fino ad oggi non ha regalato soddisfazioni.
Quando Melandri aveva finalmente accettato questa sfida era ben consapevole che le cose non sarebbero state facili, anche se forse non si sarebbe aspettato di ritrovarsi così spesso nelle retrovie, mai a punti.
Per il GP di Germania il ravennate sarà sostituito da Michael Laverty, collaudatore di Noale e fratello maggiore di Eugene, altro pilota ben noto al pubblico Superbike, attualmente impegnato in MotoGP nella classe Open col team Aspar.

Al momento non ci sono dichiarazioni ufficiali da parte di Melandri nè riguardanti la risoluzione del contratto nè sul suo futuro, solo un tweet (@MarcoMelandri33): “Riprendo in mano la mia vita!!”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati