MotoGP Assen: Andrea Dovizioso, “Non sono preoccupato, abbiamo una buona moto”

Un problema tecnico ha rallentato la gara di Andrea Dovizioso, che ha chiuso 12° il DutchGP

MotoGP Assen: Andrea Dovizioso, “Non sono preoccupato, abbiamo una buona moto”MotoGP Assen: Andrea Dovizioso, “Non sono preoccupato, abbiamo una buona moto”

MotoGP 2015 Ducati TT Assen GaraAndrea Dovizioso non vuol parlare di sfortuna, ma anche oggi ad Assen la sua gara è stata “decisa” da un problema tecnico. Non un problema grave come quello del Mugello che lo aveva costretto al ritiro, ma una vibrazione anomala al posteriore della sua Ducati GP15, peggiorata giro dopo giro e che lo ha costretto a rallentare e a chiudere dodicesimo. Ecco cosa ha raccontato.

“Purtroppo in gara ho avuto un problema alla moto. Si è staccato particolare della sella a cui è anche attaccato lo scarico che ha innescato una vibrazione che con il passare dei giri ha addirittura innescato del chattering all’anteriore. Purtroppo ho dovuto mollare e sono arrivato dodicesimo e questo è negativo per il campionato.”

Pensi che senza quel problema saresti riuscito a prendere Iannone e Lorenzo?

“Lorenzo direi di no, non avevamo quel passo, ma stavo raggiungendo Iannone e credo che me la sarei potuta giocare con lui.”

Ti preoccupa la differenza che si è evidenziata in queste due ultime gare con gli altri avversari?

“Non direi che è preoccupante. Tutti si aspettano sempre di più e ce lo aspettiamo anche noi. Una situazione così ci può stare, bisogna continuare a lavorare, ad essere uniti. Solo con la calma e la dedizione di possono fare dei passi per migliorare.”

Possiamo parlare di sfortuna dopo il problema del Mugello?

“Chi parla di sfortuna si nasconde, io non la penso così, la verità è che questi problemi sono capitati a me e tutti e due in gara e questo ha inciso sul campionato. Sono cose che possono succedere e come ho sbagliato a Barcellona io, possono capitare certi inconvenienti. Dobbiamo stare calmi e dare il 100%. Mancano tante gare da fare e dobbiamo solo pensare positivo. La nostra è una moto completamente nuova, certi dettagli si possono migliorare, in una moto ce ne sono tantissimi.”

Avete perso le concessioni Open per il 2016, la cosa ti preoccupa?

“La cosa non mi preoccupa, perchè come dico dall’inizio dell’anno molti piloti pensano che questi vantaggi siano molto importanti, mentre io dico che ci hanno aiutato ad arrivare qui, ma non sono ora così determinanti. Ad esempio già da Austin abbiamo perso due litri, ma non abbiamo avuto nessun problema di consumi. Cambierà qualcosa ma non ci preoccupa.”

E’ questo uno dei momenti peggiori da quando sei in Ducati?

“Assolutamente no, quando c’è una base buona come la nostra da fastidio arrivare dodicesimi e fare come a Barcellona, ma la moto rimane competitiva. E’ vero che gli altri si sono allontanati un pò, ma staremo a vedere in altre piste come andrà.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

4 commenti
  1. Avatar

    supermariacion

    27 giugno 2015 at 20:17

    Ah meno male che non sei preoccupato.

  2. Avatar

    Alecx

    28 giugno 2015 at 10:52

    Se la Ducati prendesse Stoner nel 2016, il mondiale sarebbe quasi garantito, magari succedesse…

  3. Avatar

    Durim

    28 giugno 2015 at 11:28

    Sisi..stoner in ducati nel 2027…sicuro lo vince lui il mondiale, sempre e comunque!!

  4. Avatar

    supermariacion

    28 giugno 2015 at 12:42

    Buhababbabhhahbahahahaha stoner torna in ducati e vince….credegheeeeeee

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati