Superbike: Occhi puntati sulla terza Aprilia a Misano

L'attesa degli appassionati sta per finire: domani Max Biaggi scenderà di nuovo in pista

Superbike: Occhi puntati sulla terza Aprilia a MisanoSuperbike: Occhi puntati sulla terza Aprilia a Misano

Per tutti gli appassionati di Superbike e non solo, domani sarà un giorno speciale: il due volte Campione del Mondo di categoria Max Biaggi prenderà parte ad un round ufficiale del campionato in sella alla terza RSV4 del team Aprilia Red Devils.

Sarà un rientro “mirato” per lui, che rivedremo in due sfide WorldSBK, la prima questo fine settimana al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”, in occasione del PATA Riviera di Rimini Round, l’ottavo della stagione 2015.

In tanti si sono espressi riguardo a una sua possibile competitività, che proprio qui è stato autore di due doppiette nel 2010 e nel 2012, ma il pilota romano sembra non pensarci e volersi godere solo il momento:
“Si torna in pista!” – commenta raggiante Max Biaggi – “E’ davvero una grande emozione per me ritornare in gara, assaporare di nuovo l’adrenalina della competizione, a maggior ragione su un circuito per me speciale come Misano. Nella mia attività di tester sto aiutando Aprilia a sviluppare la nuova RSV4 RF, lavorando molto bene con i ragazzi che conosco e che ormai mi capiscono al primo sguardo. La wild card è una ‘ciliegina sulla torta’ se vogliamo, una occasione nella quale punto sicuramente a dare il massimo. Sono anche ben conscio delle difficoltà, gli avversari sono in grande forma e per me non sarà affatto facile. L’obiettivo è innanzitutto quello di divertirsi, non pronostico alcun risultato ma daro’ il 100% per far sorridere la Aprilia, i tifosi, gli appassionati. Domenica dopo Gara2 tireremo le somme”.

Il quarantatreenne romano affiancherà Leon Haslam e Jordi Torres, decisi sulla pista di casa della squadra e del costruttore a puntare a quel successo che manca dalla gara inaugurale di Phillip Island.
Haslam, tornato sul podio in gara 2 a Portimao, ha perso ulteriore terreno dal leader Jonathan Rea, scivolando al terzo posto in classifica piloti.

“Misano è sempre una gara speciale e il contorno è fantastico” – ha ammesso Leon Haslam – “Anche avere Max in pista con noi è una gran bella novità. C’è un nuovo asfalto che mi dicono essere molto differente, non vedo l’ora di iniziare a lavorare sfruttando le soluzioni trovate nei test di Portimao. Dobbiamo continuare a spingere e lottare per le migliori posizioni, mi piacerebbe molto ripagare gli sforzi di Aprilia e del Team con una vittoria nella gara di casa!”.

Jordi Torres conosce il circuito di Misano, quindi il processo di adattamento alla pista dovrebbe essere più breve: qui il pilota spagnolo punta soprattutto a migliorare le sue prestazioni in Superpole, perché partire davanti significa poter mettere a frutto il ritmo e rimanere agganciato al gruppo di testa.

“Arrivo a Misano desideroso di far bene: conosco il circuito e quindi l’adattamento sarà più veloce” – ha aggiunto Jordi Torres – “Il nostro più grande sforzo sarà fare una buona Superpole, per partire più avanti possibile e agganciare il gruppo di testa. Nei test di Portimao abbiamo provato varie configurazioni proprio per velocizzare il processo di adeguamento della moto durante il fine settimana. Dovremo anche cercare di lavorare sulla durata delle gomme, per essere competitivi anche alla fine della gara. La pista di Misano presenta molte curve chiuse, dove dobbiamo far girare la RSV4 RF al meglio”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Superbike

Superbike: Operazione per Haslam in ottica 2016

Il pilota si é sottoposto a un intervento all'avambraccio in attesa di sapere se e con chi gareggerà nella prossima stagione.
Condividi su WhatsAppLeon Haslam, il vincitore dell’ultima prova del Superbike, la scorsa settimana si è sottoposto a Barcellona ad un
Superbike

Superbike: Haslam parla del suo futuro

Il pilota inglese sta valutando le sue opzioni per la prossima stagione.
Condividi su WhatsAppQuella che sta per terminare é stata un stagione di alti e bassi per Leon Haslam, nonostante un