Superbike: Sykes si rammarica del risultato del round di Portimao

Per il campione della Kawasaki si è trattato di una buona occasione persa

Superbike: Sykes si rammarica del risultato del round di PortimaoSuperbike: Sykes si rammarica del risultato del round di Portimao

Dopo aver mancato la Pole Position per soli 116 millesimi di secondo il giorno prima, la domenica di gare di Tom Sykes è stata una di quelle da dimenticare, nonostante il buon passo di gara mostrato in prova, a causa di ben due inconvenienti tecnici che lo hanno costretto a correre in maniera conservativa.

Gara 1 ha visto Sykes ed il compagno di squadra Rea lottare fianco a fianco in condizioni di asciutto, prima che un acquazzone imprevisto si abbattesse sul tracciato.
A questo cambio repentino del meteo Sykes ha risposto in maniera differente rispetto al resto dei piloti, rientrando ai box con un giro di ritardo, anche se questo ha cambiato poco la situazione in pista.
Nel finale della corsa un problema elettronico, seppur temporaneo, ha costretto Sykes a rallentare per qualche curva, costringendolo a rinunciare alla battaglia per il successo, chiudendo al secondo posto per il settimo podio della stagione.

Quella che sembrava inizialmente una gara 2 promettente si è trasformata in una prova difficile per Sykes, a causa di un cerchione difettoso che ha portato la gomma posteriore a sgonfiarsi lentamente ma inesorabilmente.
L’ex iridato 2013 ha chiuso quindi in ottava posizione una corsa di sofferenza.

“Non è stata una giornata facile per noi ed è stato un vero peccato per gara 1 ed il piccolo inconveniente tecnico ma soprattutto per la gomma posteriore sgonfiatasi nella successiva” – ha ammesso Sykes – ““In gara 1, ad un certo punto, i giri del motore sono crollati, salvo poi tornare a posto e questo mi ha permesso di chiudere in seconda posizione. La pressione della gomma posteriore è andata calando già da inizio di gara 2 ed ed è davvero un peccato, perché ero certo di avere un buon set-up. Volevo testare la moto in gara 2 e non sapremo mai il nostro vero livello. Abbiamo avuto un weekend costante per molti versi, quindi è un peccato per le sfortune incontrate. Jonathan era in forma e noi dovevamo capitalizzare”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati