Superbike: Implacabile Rea in Gara 2 a Portimao

Il leader centra con autorevolezza l'ennesima doppietta. Secondo un grande Davide Giugliano, terzo Haslam. Sykes fora e arriva solo ottavo

Superbike: Implacabile Rea in Gara 2 a PortimaoSuperbike: Implacabile Rea in Gara 2 a Portimao

Al giro di boa della stagione Jonathan Rea mette forse la parola fine sul titolo Mondiale: con l’ennesima, straordinaria, doppietta in gara infatti sale a quota 3 punti in classifica.

Oggi però quello che ha impressionato di più è stata l’autorevolezza con cui sulla pista di Portimao ha controllato entrambe le corse per poi affondare il colpo decisivo, in entrambi i casi ai danni del compagno di team.
Partenza fotocopia per lui in Gara 2, che dopo poche curve si ritrova già quinto con le due Ducati e Haslam nel mirino: sbarazzatosi, anche se non senza fatica, di loro è stata la volta di Sykes, che ha provato a reagire ma è stato ancora una volta incolpevolmente frenato da un problema tecnico sulla sua moto.
Come se non bastasse Rea a guastargli i weekend di gara, infatti, se nella prima corsa era stato il cambio a fare i capricci, questa volta una foratura alla gomma posteriore lo mette ko e lo costringe a guidare sul sapone per circa 7 giri.
Alla fine sarà solo ottavo, più scuro in volto che mai: poteva essere il weekend dell’avvicinamento al compagno di team e invece è stato un round disastroso per lui, che raccoglie meno di quanto avrebbe meritato.
Chi finalmente si prende un meritatissimo podio è invece Davide Giugliano, splendido secondo dopo che per alcuni giri aveva addirittura sognato il colpaccio, superata la coppia Sykes-Rea per un errore dell’ex iridato.
Dietro di lui finalmente troviamo Leon Haslam che si fa perdonare la scivolata in Gara 1 e riporta la Aprilia sul podio.

Dietro di loro troviamo Chaz Davies al quarto posto e Van der Mark al quinto, autore finalmente di una bella gara senza sbavature, davanti al compagno di squadra Sylvain Guintoli: la CBR sembra aver cambiato decisamente passo rispetto alle ultime uscite di stagione, vedremo se a Misano confermerà quanto di buono fatto vedere all’Algarve, avvicinandosi un po’ di più alla zona podio.
Settimo Jordi Torres, autore invece di un fine settimana non esaltante sulla scia di quello di Donington: in Italia cercherà sicuramente di riscattarsi, memore anche del bel terzo posto in Gara 2 a Imola.
Completano la top-10 Tom Sykes, ottavo davanti a Mercado e Baiocco.

Sfortuna ancora per Leon Camier, al palo per l’ennesimo problema tecnico.

Prossimo appuntamento, attesissimo, al Misano World Circuit “Marco Simoncelli” con l’ottavo round del campionato.
E chissà che per i tifosi, sopratutto italiani, la Aprilia non abbia in serbo una bella sorpresa.

Di seguito l’ordine di arrivo di Gara 2:

1. Jonathan Rea GBR Kawasaki Racing ZX-10R 20 laps
2. Davide Giugliano ITA Aruba.it Racing Ducati 1199R +5.416s
3. Leon Haslam GBR Red Devils Roma Aprilia RSV4 +6.689ss
4. Chaz Davies GBR Aruba.it Racing Ducati 1199R +10.445s
5. Michael van der Mark NED PATA Honda CBR1000RR +14.122s
6. Sylvain Guintoli FRA PATA Honda CBR1000RR +14.265s
7. Jordi Torres ESP Red Devils Roma Aprilia RSV4 +16.213s
8. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10R +19.384s
9. Leandro Mercado ARG Barni Ducati 1199R +19.998s
10. Matteo Baiocco ITA Althea Ducati 1199R +27.332s
11. Roman Ramos ESP GO Eleven Kawasaki ZX-10R +28.904s
12. Ayrton Badovini ITA BMW Italia S1000RR +31.138s
13. Alex Lowes GBR Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 +34.252s
14. Christophe Ponsson FRA Pedercini Kawasaki ZX-10R +56.181s
15. Nico Terol ITA Althea Ducati 1199R +62.679s
16. Randy de Puniet FRA Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 +63.200s
17. Niccolo Canepa ITA Grillini Kawasaki ZX-10R +63.488s
18. Gabor Rizmayer HUN Team Toth BMW S1000RR +1 lap
19. Imre Toth HUN Team Toth BMW S1000RR +1 lap
DNF. Santiago Barragan ESP Grillini Kawasaki ZX-10R 12 laps
DNF. David Salom ESP Pedercini Kawasaki ZX-10R 16 laps
DNF. Leon Camier GBR MV Agusta F4 RR 19 laps

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Luca2323

    8 giugno 2015 at 09:03

    Sarà molto probabile, che un Biaggi, visto le performance negative e noiose dei due piloti ufficiali Aprilia, con una moto che sembra andar forte, se la potrà giocare con le Kava o almeno farci divertire!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati