Superbike: Portimao decisiva per Pata Honda?

Per Guintoli e Van der Mark si avvicina un round cruciale per provare a cambiare rotta alla stagione

Superbike: Portimao decisiva per Pata Honda?Superbike: Portimao decisiva per Pata Honda?

Per il Team Pata Honda e i suoi piloti il settimo appuntamento del campionato mondiale, in programma questo fine settimana all’Autodromo Internacional do Algarve a Portimao, si preannuncia decisivo per provare ad invertire un trend di risultati e prestazioni sin qui piuttosto deludente.

Il Campione del Mondo in carica Sylvain Guintoli, che è salito sul podio portoghese in ben 5 occasioni, è però ottimista a riguardo, visti gli ottimi segnali dati dalle nuove componenti provate a Donington Park due weekend fa, che gli hanno consentito di migliorare il feeling con la CBR1000RR Fireblade SP.

Anche Michael van der Mark ha un buon ricordo di Portimao dato che qui ha vinto la gara del Mondiale Supersport lo scorso anno ed ha già potuto provare la 1000cc, sebbene in una due giorni di test condizionata pesantemente dal meteo.
Nonostante i due podi di Assen, il giovane rookie deve rialzare la china dopo i tre passaggi a vuoto delle ultime tre gare, sperando che sia proprio questo il tracciato sul quale tornare in auge.

“È stato evidente a Donington che gli aggiornamenti in termine di strategie elettroniche e componenti ci hanno messo nella giusta direzione, quindi non vedo l’ora di continuare il lavoro questo fine settimana a Portimao” – ha detto Sylvain Guintoli – “In Inghilterra sentivo che stavo guidando bene la moto ed ero sicuramente a mio agio. C’è ancora del gap da ricucire rispetto ai primi, che è più grande di quanto vorremmo, ma possiamo solo continuare a dare il meglio. Non sarà facile ma lavoreremo a testa bassa. Lo scorso anno a Portimao è andata bene, la pista mi piace e spero quindi di far bene”.

“L’anno passato ho vinto la gara Supersport, quindi non posso lamentarmi. Non vedo l’ora che arrivi il fine settimana perché amo questo luogo. Abbiamo svolto un test durante l’inverno quindi ci ho già girato con la CBR1000RR, anche se allora le temperature erano basse ed il tracciato spesso bagnato” – ha dichiarato Michael van der Mark – “Mi piacciono i saliscendi della pista e gli scollinamenti ciechi. Alcune parti della pista vanno interpretate in maniera differente con la Superbike, ma questo la rende ancora più divertente! Dopo tutti gli zero di questa stagione ho bisogno di buoni risultati, quindi lavorerò duramente con la squadra questo fine settimana per essere pronto per le gare di domenica”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati