MotoGP Jerez Le pagelle semiserie… oh guarda… un pesce nel laghetto di Jerez.

Per la serie... non succede nulla...

MotoGP Jerez Le pagelle semiserie… oh guarda… un pesce nel laghetto di Jerez.MotoGP Jerez Le pagelle semiserie… oh guarda… un pesce nel laghetto di Jerez.

Mari: A quanto pare la Ceci si è rifiutata di scrivere le pagelle di Jerez. Se Marquez non parte in pole non si dà da fare.
Debs: Io opto per la costrizione con la forza per farle fare quelle del Mugello.
Mari: La cosa mi piace, così ci prendiamo anche un po’ di vacanza…
Ceci: Io scappo prima e vi faccio perdere fans.
Mari: Sei una brutta persona, sappilo.

Tutti schierati alla partenza (Debs: A quanto pare vogliono tutti partecipare alle gare. Non capisco questo entusiasmo che si portano dietro… Mari: Oggi siamo ironiche? Debs: Può darsi, devo ancora decidere).
Lorenzo, secondo le stampe varie, è ormai finito, bollito, in crisi mistica, in viaggio verso il Tibet per trovare il Nirvana; l’anno prossimo anziché correre farà avanti e indietro per il cammino di Compostela, assieme a Pedrosa, camminando sulla testa (Debs: Meglio dire saltellando, sai, la testa è una palla. Mari: Sì va beh l’immagine è comunque divertente Debs: Sarebbe divertente vederlo dal vivo… Mari&Debs: CECIIIIIIII!!! Vieni qui che dobbiamo fare una cosa)
Mentre noi fantastichiamo su tutto questo e la stampa si fa mille pipponi mentali sulla salute mentale di Lorenzo, il maiorchino fa il giro della vita e zittisce tutti facendo non una pole, ma La Pole, una di quelle che polverizzano ogni record e fanno scappare anche le balle di fieno che si è lasciato dietro.
Secondo è Marquez, che corre con 9 dita, ma la cosa non lo turba (Debs: si è fatto fare un guanto speciale per l’occasione. Cose che anche Iron Man si sogna). Terza la Ducati di Iannone che spacca il cu** i cocomeri con la testa più violentemente di Dovizioso.
Parte la gara e Lorenzo e Marquez decidono di salutare la truppa, prendersi i funghetti di Super Mario e partire per il loro personale viaggio in solitaria, mentre dietro succede più o meno di tutto, compreso un fenomeno X-Files: Dov’è Dovizioso? La grafica non ce lo dice, i cameramen non lo trovano. Si decide di mandare in avanscoperta i soliti quattro idioti dei film dell’orrore (quello di colore, la mega gnocca, il ciccione ed il fighetto) per cercarlo: DOVIIII!!! Dove seiiii?!?!
Ah no, eccolo, l’abbiamo trovato! Ed è così che il cameran dall’esterno richiama gli idioti prima che madre natura horror inizi a fare il proprio lavoro e inizi a sterminarli tutti.

macho
Melandri: Oddio. Che fa un Dovizioso selvaggio qui?

Siccome Melandri là in fondo si sentiva solo (l’unico a non essere mai inquadrato e nemmeno visibile in grafica) Dovizioso ha deciso di fargli un po’ di compagnia fermandosi a costruire un castello di sabbia assieme a lui. Missione compiuta: Macho è stato inquadrato e Dovi può cominciare a rimontare. Mette la seconda e lo abbandona a metà dell’opera, che la buona azione annuale l’ha fatta e gli altri scappano. Iannone decide di dimostrare di essere il più figo di tutti e che le centraline in realtà non servono a niente, quindi imposta la mappatura da bagnato. Dimostrazione fallita.
Davanti non succede nulla di nulla, se non il genocidio di record da parte di Lorenzo, che fa il miglior tempo e lo uccide poi alla tornata successiva. E’ annoverabile come omicidio seriale? (Debs: Mari, basta guardare le repliche di CSI… )
Lorenzo è sempre avantissimo, con Marquez che si becca 2 secondi da lui e Rossi che ne prende altri due da Marquez (Debs: Lorenzo davanti e dietro tutti quanti sìììììì…trenino!!! pepepepepepe, pepepepepepe pepe…. Mari: sì, Debs…buona).
Per il resto il nulla cosmico, a parte qualche scaramuccia tra Crutchlow ed Espargarò piccolo, mentre Iannone e l’altro Espargarò, quello grande, fanno a botte per la sesta posizione da ormai parecchi giri, il tutto mentre Dovizioso scala posizioni come una lucertola la parete in cerca del sole (Debs: Paragone incommentabile…).
Aoyama, pur di farsi vedere con i colori dell’HRC, tenta di andare a sedurre la nostra Samantha in orbita: missione compiuta ci dicono dalla stazione ISS. Cioè, per lo meno l’ha raggiunta, se sia riuscito a sedurla non lo sappiamo, ma queste son le pagelle semiserie, mica Uomini e Donne.
Oddio! Miracolo!!!! Melandri compare di nuovo nella grafica! Diciannovesimo! (Ceci: Ho l’impressione che in sta gara non stia succedendo nulla se arrivate a tanto…).
A quattro giri dalla fine, con il nulla davanti ci mostrano un agglomerato di piloti non meglio identificati guidati da Petrucci e Hernandez (Debs: ciao Yonny!!! ).
Siamo all’ultimo giro e Lorenzo ormai corre saltellando sulla testa salutando il pubblico, che tanto ha millemila secondi di vantaggio. Secondo Marquez, terzo Rossi…e quarto Cal che oggi se vuole ubriacarsi gli tocca andare al centro commerciale come tutti i comuni mortali.

caaaaaalllbicchieri
Cal! Vai a comprare l’alcol che poi i bicchieri li portiamo noi!

Jorge “son finito” Lorenzo, voto: “Expo”: “Scusate, ma devo muovermi che tra dieci minuti ho il treno che mi porta a Milano per vedere l’Expo”. Finalmente abbiamo scoperto cosa fa smuovere Jorge e lo fa tornare quello di un tempo. Altro che donne, sangria e paella della mamma. Tra l’altra ha talmente fretta che decide a metà strada di evitare di farsi il bagno nel laghetto per ripulirsi. Rimedierà lavandosi nei bagni del treno. Addio Jorge. E’ stato bello averti con noi.

Marc “manolesta” Marquez, voto 9: Per tutti era fuori dei giochi, c’era addirittura gente che diceva che non avrebbe corso, che gli avrebbero amputato la mano. Ovviamente Marquez, essendo Marquez, mette tutti a tacere e arriva secondo al traguardo saltellando dietro a Lorenzo. Forse voleva imbucarsi assieme a Jorge all’Expo.

Valentino “ci ho provato” Rossi, voto: 8,5: A lui il merito di provare almeno a ravvivare la gara cercando la rimonta impossibile su Marquez. Missione fallita, questa volta. Grazie di aver giocato. Ah, e complimenti per i 200 podi, che son mica bruscolini.

Yonny Hernandez, voto: -100: non ha fatto niente di scandaloso per farsi notare dalle pagelle e questo non è buono. Nono, caro Yonny, vedi di rifarti la prossima gara, altrimenti ci vedrai costrette a contattare Bautista…

qualcosa
Ehi, Danilo, facciam qualcosa che se no Mari e Debs mi rompono le scatole…

Ducati, voto: “insert here your vote”: Non sappiamo cosa dire o cosa dare. I segnali che era in palla ci sono, ma questa volta i piloti han deciso che tre gare successive troppo davanti erano più che sufficienti e si son messi a rotolare per la pista pur di fare la gara in rimonta e finire merdesimi.
Bello comunque il rimontone di Dovizioso. E anche il castello di sabbia costruito con Melandri, peccato che poi sia arrivato Lorenzo a piantare la bandiera e gliel’abbia distrutto.

Voto 10 extra rispettivamente a Stefano Manzi per essersi parcheggiato letteralmente su un pilota che ignaro di tutto cercava di provare una partenza…e al pronosticone di Roby Rolfo sulla tv Svizzera: alla domanda ha così risposto: “Rossi davanti… gli altri, se arrivano, non so in che ordine metterli”. A parte l’aver cazzato palesemente l’ordine di arrivo (e vabbè mica ha la sfera di cristallo)… ci stiamo ancora chiedendo cosa volesse dire con quel “se arrivano…”. Si scherza, ovvio.

Alessio (the boss): Voto 10 a Mari che ha deciso che TUTTI i piloti italiani di Cev e Moto3 si chiamano Lorenzo, così, senza un vero perchè.
Debs: Voto 0 ad Alessio che ha mandato in sciopero il nostro grafico ufficiale!!!

Debs: Forse è ora che anche noi iniziamo a fare i castelli di sabbia.
Mari: Si, se non consideri gli esami alle porte.
Debs: La fai sempre complicata e brutta.
Ceci: Alla faccia vostra io invece posso andare a divertirmi!
Mari: No Debs, rimani qui! Chiudiamo qui che devo andare a salvare la Ceci da un eventuale strangolamento. Deeeebs!!!

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Ronnie

    5 Maggio 2015 at 14:26

    Io il pronostico di Rolfo e quall’altro l’avevo capito come:

    Rossi arriva davanti a Lorenzo e Marquez se i 2 spagnoli si stendono o si sbattono fuori all’ultima curva, credo fosse quello che intendevano.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati