MotoGP Jerez: Lorenzo torna al successo, Marquez e Rossi sul podio, gara difficile per le Ducati

Il due volte iridato della MotoGP domina in casa, 34^ vittoria in MotoGP

MotoGP Jerez: Lorenzo torna al successo, Marquez e Rossi sul podio, gara difficile per le DucatiMotoGP Jerez: Lorenzo torna al successo, Marquez e Rossi sul podio, gara difficile per le Ducati

MotoGP 2015 Jerez – Jorge Lorenzo ha dominato il Gran Premio di Spagna classe MotoGP. Il due volte campione del mondo della Yamaha dopo la pole ottenuta ieri, si è aggiudicato oggi la sua prima gara della stagione. Un successo schiacciante, che non ha lasciato “scampo” agli avversari. Per il maiorchino di tratta della 34^ vittoria in MotoGP, una vittoria che lo porta a -20 da Valentino Rossi, oggi al suo 200^ podio in carriera. Gara difficile per le Ducati, con Iannone sesto e Dovizioso nono al traguardo. Il pilota di Vasto ha avuto un problema in partenza, mentre quello forlivese dopo un dritto nei primi giri era rientrato in ultima posizione. Dovizioso mantiene comunque la seconda posizione in campionato, a -15 da Rossi, che è sempre il leader del mondiale.

Cronaca di gara

Prima gara europea della stagione per i piloti della classe MotoGP. Si corre il Gran Premio bwin de Espana sul circuito di Jerez de la Frontera. A scattare dalla pole position sarà il due volte iridato della MotoGP Jorge Lorenzo, autore del nuovo record della pista andalusa con il crono di 1’37.910. In prima fila con lui il connazionale nonchè campione in carica Marc Marquez e il nostro Andrea Iannone, che ha portato in alto la nuova Ducati GP15.

Valentino Rossi scatterà dalla seconda fila, avendo realizzato il quinto tempo. Il rider della Yamaha è in mezzo ai fratelli Espargarò, con Pol (Yamaha) quarto e Aleix (Suzuki) sesto. Dietro a Rossi scatterà la Ducati del forlivese Andrea Dovizioso, autore dell’ottavo tempo, mentre il ternano Danilo Petrucci scatterà dall’undicesima casella dello schieramento.

La migliore Aprilia è quella dello spagnolo Alvaro Bautista, autore del quindicesimo tempo, mentre il suo team-mate Marco Melandri chiude la griglia dello schieramento, dietro alla Art dello Iodaracing del sammarinese Alex de Angelis.Tutto pronto, 34° nell’aria, 36° sull’asfalto, 27 i giri da percorrere per 119.421 km. Si spengono i semafori, al via il più veloce è il poleman Jorge Lorenzo, che è scattato davanti a Marquez, Pol Espargarò, Rossi, Aleix Espargarò, Crutchlow, Dovizioso e Smith. Brutta partenza per Andrea Iannone, che ha perso moltissime posizioni. Il pilota della Ducati è undicesimo.

Il primo giro si chiude con Lorenzo al comando, ma con un Marquez agguerritissimo che non fa scappare il connazionale della Yamaha. Problema per Dovizioso! Il pilota della Ducati va largo e rientra addirittura ultimo. La sua gara è già compromessa.

Rossi si porta intanto in terza posizione, ma i primi due hanno un discreto vantaggio. A differenza dell’Argentina, qui i big hanno fatto tutti la stessa scelta di gomme, hard all’anteriore e media al posteriore. Cade intanto Mike di Meglio, rider Ducati Open Avintia. Lorenzo sembra poter allungare sulla Honda di Marquez, che ricordiamo qui corre con la frattura del dito mignolo della mano sinistra. Il maiorchino sta girando 3/4 decimi più forte a giro e il suo vantaggio è ora superiore ai due secondi. Più piano di Lorenzo ma con tempi vicini a quelli di Marquez sta girando invece Valentino Rossi, che anzi giro dopo giro sembra poter recuperare sul campione in carica della Honda. Andre Iannone ha recuperato fino alla settima posizione, ma è lontano dalla vetta, mentre il suo compagno di squadra Andrea Doviziso dopo l’uscita iniziale è tredicesimo.

Giunti a metà gara troviamo Lorenzo in fuga, con più di quattro secondi di vantaggio su Marquez, che a sua volta precede Rossi di poco più di due. Iannone intanto è in lotta con la Suzuki di Aleix Espargarò per la sesta posizione, mentre Danilo Petrucci è nono e davanti al compagno di squadra Yonny Hernandez. Attacca Iannone, il #41 della Suzuki risponde, ma poi deve arrendersi al pilota di Vasto, che ora va alla caccia di Pol Espargarò, fratello di Aleix.

Continua intanto la rimonta di Andrea Dovizioso, ora decimo e alla caccia di Petrucci, mentre Rossi è sempre più vicino a Marquez. Attacca il forlivese, che si porta in nona posizione, mentre Hernandez sopravanza Petrucci.

Cinque giri al termine, Valentino Rossi dopo aver guadagnato terreno su Marquez, inizia a perdere qualcosa. La seconda posizione è ora più lontana, il campione in carica porta il suo vantaggio a oltre due secondi. Appassionante la lotta per la decima posizione, che ora vede Petrucci davanti al suo compagno di squadra Hernandez, che a sua volta deve difendersi dalla Suzuki di Maverick Vinales, dalla Honda Factory di Scott Redding e dalla Ducati Open dello spagnolo Hector Barberà. Inizia l’ultimo giro, Lorenzo va vincere la sua prima gara della stagione, sul podio Marquez e Rossi, Iannone chiude sesto.

Foto: Alex Farinelli

MotoGp Gara Jerez - GP Spagna - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Jerez - GP Spagna - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

31 commenti
  1. Avatar

    fatman

    3 Maggio 2015 at 14:57

    …a parita’ di gomme non vince…mah, misteri del gommino fantasma, sempre aspettando le c@zz@t@ del nudista senza moto…

    • Avatar

      LemonFree

      3 Maggio 2015 at 19:40

      A Fatcoso,di quale gommino vai cianciando?
      mai pensato di darti al golf?
      forse di quello ne capisci di piu’…

      gommino o meno,fino ad ora il “vecchietto” e’ sempre salito sul podio,ed e’ l’unico.

  2. Avatar

    fatman

    3 Maggio 2015 at 14:57

    …ah, dimenticavo: quanto godo…che bei momenti!!!

  3. Avatar

    Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

    3 Maggio 2015 at 15:08

    Scommetto che la Ducati ha vinto per distacco…
    NO?!?!??!

    AHAHAHAHHAHAHAH

    Grande gara di jorge era palese che vincesse…marc ci ha provato ma non era la sua giornata.
    Valentino, terzo pensavo meglio.

    Comunque Lorenzo nei festaggiamenti ha fatto morire dal ridere, prima rompe la sua bandierina e la lascia li, poi prova a buttarsi nel laghetto ma poi ci ripensa e torna indietro Ahahah

  4. Avatar

    enea

    3 Maggio 2015 at 15:58

    che bei momenti! :D

    Grande lore che vince, grande Marc che batte il mignolo rotto e grande vale abbondantemente primo in campionato :D

    Braviiiii!

    EneA

  5. Avatar

    Ronnie

    3 Maggio 2015 at 16:39

    Grande gara di Lorenzo che ha azzeccato perfettamente il set up, e ha fatto la differenza per tutto il week-end.

    Credo che Rossi e Marquez sono stati molto fortunati con le temperature basse, più basse degli altri giorni, perché hanno tenuto ritmi che a fine gara che non avrebbero tenuto. Mi sembrava che scivolassero entrambi molto.

    Rossi di sicuro qui non è riuscito a mettere a punto la moto come Lorenzo, un po’ come capitato prima a Jorge per esempio ad Austin.

    Marquez è comunque rimasto molto costante malgrado il problema al dito, Jorge ha soprattutto fatto la differenza nella prima metà gara.

    Forse con una gara con Marquez al 100% ci sarebbe stato un po’ di duello ad inizio gara, ma Jorge è stato troppo veloce troppo a lungo.
    Qui si è dimostrato veramente al top, speriamo resti così per le prossime gare.

    Oggi c’erano i migliori 3 sul podio, per ora resta un mondiale molto aperto, e anche Dovizoso che oggi non era sul suo circuito preferito, potrà tornare in gioco.

  6. Avatar

    Lyon66

    3 Maggio 2015 at 17:08

    Praticamente lo stesso commento fotocopia di Enea: grande Lorenzo che torna alla vittoria, grandissimo Marc che arriva secondo con la mano infortunata e grande Vale che riesce a salire sul podio.

    Peccato per Dovizioso, se non avesse fatto il dritto credo sarebbe arrivato almeno quarto o quinto.

    A proposito: 200 podi di cui 3 su 3 quest’anno, non male come inizio…

  7. Avatar

    fatman

    3 Maggio 2015 at 17:25

    …come vi brucia la vittoria di Jorge…altro che…a proposito ma…papà Graziano porterà sfiga? Festeggerò con un bel chilo di bucatini alla faccia dei ricchi@n+, pugliesi, fisicati e nudisti del forum ahahahahahahahah!!!

    • Avatar

      LemonFree

      3 Maggio 2015 at 19:48

      Che dovrebbe bruciare?
      lorenzo (giocando in casa,come Marquez) ha fatto il massimo(una tantum…),marquez si sta ridimensionando,per 2 anni e’ stato sopra tutti
      (con molta fortuna),ora e’ tornato “umano”,rimane un grande,ma non l’unico,Rossi non smette di stupire essendo il “vecchietto” del mondiale,quale dei 3 sara’ il piu forte secondo
      vostra stupidita’?

      • Avatar

        fatman

        3 Maggio 2015 at 20:33

        …fatti un aperol e torna ad aiutare i nepalesi, sei sicuramente piu’ utile la che nel forum…sembri lyonn ahahahahahahah…valem@rd@!!!

  8. Avatar

    bcs

    3 Maggio 2015 at 17:28

    Dopo l’Argentina i detrattori di Rossi torneranno a visitare e commentare sul sito, qualche timido segnale lo abbiamo visto.

    Scritta questa piccola provocazione passiamo alla gara.

    Gara francamente parecchio noiosa rispetto agli standard a cui siamo abituati in questo ultimo periodo.
    Dopo pochi giri avevamo il podio al completo.

    Resta cmq una gran prova di Jorge, ha dominato in tutti turni, insomma è stato fantastico e vederlo guidare è veramente bello. Pulito, lineare pochissime sbavature (anche se io personalmente mi “esalto” con altre guide).
    Mi ricorda Max, sembrava sempre tranquillo e all’apparenza, guidare senza sforzo.
    Bravo Jorge, ha fatto una delle sue gare… Partito a razzo, lasciare lì gli altri piloti e controllare.

    Marc grande anche lui, ha provato nei primi giri a stare lì, ma Jorge ne aveva di più c’è poco da fare.
    Francamente però lo vedo ancora (salvo stop imprevisti) lo vedo ancora come vincitore del Titolo, e secondo me lo ri vincerà ancora (il suo giro di qualifica ad Austin merita da solo 1 titolo).

    Rossi si è difeso, ha salvato il salvabile, viste le difficoltà avute.

    Peccato per le due Ducati, un vero peccato. Però almeno Dovi ci ha regalato una bella rimonta.

    Cal conferma ancora una volta di non essere assolutamente il pilota visto in Ducati.

    Mi stanno però deludendo alcuni piloti… Redding (mi aspetto molto ma molto di più da lui) Melandri Nicky e Bradl.

    • Avatar

      Ronnie

      3 Maggio 2015 at 18:58

      La cosa positiva di questa stagione è che fino a qui, Marquez è stato battibile. Tutti sono stati costretti a fare dei week-end quasi perfetti per vincere.

      Marquez ad Austin Rossi in Argentina e Lorenzo a Jerez.

      Se scommettono tutto su una scelta e la portano avanti con decisione e sono fortunati il giorno della gara, guidando al loro Top, riescono a vincere.
      Questo di sicuro aiuta per tenere aperto lo spettacolo. Qui Lorenzo non ha solo dimostrato che Yamaha va meglio in gara quest’anno ma che in qualifica possono andare più forte.

      E’ paradossale, ma sembra che, più pneumatici salvano durante le FP ovvero più usano gli stessi pneumatici portandoli al limite dello sfruttamento, e senza ovviamente cadere e rovinare gomme e moto, più mettono a punto la moto per la gara. Inoltre possono fare quella tattica delle 3 uscite in qualifica proprio perché salvano un pneumatico durate le prove.
      Credo che lo possono fare soprattutto la dove corrono con lo stesso pneumatico con cui fanno la qualifica.

      • Avatar

        bcs

        3 Maggio 2015 at 19:20

        Più che altro al momento è un Campionato molto equilibrato, nel senso che non c’è un solo dominatore.

        Poi a mio avviso Marc è sempre l’uomo da battere e per me il titolo lo vincerà nuovamente lui (ad oggi).
        Salvo ovviamente infortuni o roba varia.

        Siamo ancora all’inizio ed ovviamente è ancora tutto aperto.

        C’è anche da scrivere però che Marc è da solo nel box, quindi tanti raffronti e paragoni (come fanno in Yamaha e Ducati) in Honda non li possono fare.
        E’ tutto sulle spalle di Marc.

        Per il resto concordo in pieno. Yamaha lavora tanto la gara, con Rossi che lavora unicamente per questo ed ovviamente più porti al limite una mescola più riesci a studiarla anche in funzione dei vari setting, con il vantaggio di avere più gomme fresche per la qualifica. E quindi più possibilità di fare il tempo.

        Francamente però vedo ancora in Marc il vincitore del titolo 2015 (spero di non gufare, ma è una mia sensazione).

        Vero anche che ho visto in queste gare una Honda molto scorbutica e ballerina, sia nelle mani di Cal sia nella mani di Marc. Mentre Yamaha e Ducati molto più equilibrate.

      • Avatar

        Ronnie

        3 Maggio 2015 at 21:28

        E’ probabile che Marquez possa ancora vincere, ma di certo qualcosa è cambiato nelle mescole, queste sono magari più simili a quelle del 2013, o comunque ridanno un po’ di speranza a Yamaha in gara. L’anno scorso penso che Marquez e Honda fossero più a loro agio con gli pneumatici.

        Sembra che Bridgestone come previsto abbia spinto tanto sullo sviluppo per quest’ultimo anno. Sono pneumatici estremamente competitivi quelli delle prime gare e non credo sia tutto merito delle moto e dei piloti.

        Qui hanno fatto dei tempi pazzeschi, i primi 3 hanno battuto tutti i record di percorrenza gara precedenti degli anni passati, e Jorge l’ha fatto con un margine incredibile.

        In tanti sono andati più forte qui a Jerez.
        Quello che potrà o meno giocare per o contro Marquez credo saranno le gomme, o si adattano le Honda o magari da metà campionato cambiano qualcosina e squilibrano o riequilibrano le cose.

        Secondo me l’anno scorso dopo la metà stagione non vi è stato sto gran calo di Marquez è che hanno cambiato le carte in tavola, per non ammazzare del tutto il campionato. Come avevano fatto con Stoner.

        Nel senso che io credo che a volte ci siano delle artifici dietro, non tanto a favore di un pilota o dell’altro, ma più che altro nel riequilibrare le cose. Non escluderei che come nel 2012 si passò da un vantaggio Honda per un finale per Yamaha a qualcosa di simile ma all’inverso quest’anno.

        In poche parole in Yamaha devono approfittare di questo vantaggio ora ad inizio campionato perché poi magari li penalizzano nella seconda parte.
        L’anno scorso l’hanno fatto tardi nei confronti di Marquez, non so se è solo la mancanza di Pedrosa ad aver causato queste controprestazioni di Honda, può darsi ma Yamaha va fin troppo forte in gara rispetto alla passata stagione, non sono così in crisi.

        L’anno scorso proprio le gomme non le digerivano in Yamaha specie Jorge fino ad oltre metà stagione. Erano fatte più per Honda e per Marquez, ora sembrano riequilibrate al 2013, così Honda non ha super vantaggi e Yamaha riesce a sfruttare i suoi punti forti qua e la con uno piuttosto che l’altro pilota.

      • Avatar

        Durim

        3 Maggio 2015 at 22:02

        Bla bla bla bla
        MA smettila…smettila di fare ragionamenti a vuoto. Artifici? per requilibrare le cose? Marc che non si trova con le gomme?? Scorsa metà di stagione a marc hanno rimescolato le carte?
        Dai..Ronnie, è pietoso leggerti. Perchè devi per forza parlare e dare un’opinione?!
        L’anno scorso non è cambiato niente, marc è sempre stato il più forte, è semplicemente caduto. Quest’anno uguale, ma è sempre il più forte, è semplicemente caduto o non ha trovato il setup perfetto…niente artifici o robe strane.

        I piloti sono persone..scorsa gara Rossi andava forte e lore piano, questa gara è stato l’inverso. Sono persone, i risultati bisogna imputarli anche ai piloti, non solo a Dorna, regolamenti, moto ecc..

      • Avatar

        bcs

        4 Maggio 2015 at 12:03

        E’ presto ovviamente per parlare di Titolo, ma per me lo vincerà ancora Marc.
        Tutte le volte che lo vedo mi lascia senza parole epr come guida, per non citare il giro ad Austin, immenso. Un giro che verrà ricordato parecchio, almeno io lo ricorderò.

        Le mescole sono cambiate lo scorso anno in maniera “pesante” (almeno a quanto hanno detto Jorge e suo padre), a causa dell’ Australia, dove il gommista ha portato a casa una figura barbina. E sono corsi ai ripari.

        Anche quest anno hanno fatto delle modifiche, ma le modifiche grosse e più invasive sono state fatte lo scorso anno (ripeto, sono dichiarazioni di Jorge e suo padre, non mie. Io non ho nessun elemento per valutare quelle gomme).

        Con Rossi che si è trovato meglio (così come Marc), mentre Jorge no. Ha impegato diverso tempo per adattarsi a queste mescole (complice anche i problemi fisici che ha avuto lo scorso anno).

        Non possiamo dare la colpe alle gomme delle “difficoltà” Honda (difficoltà è tra virgolette eh…). Honda ha portato un motore esagerato quest’anno, molto scorbutico ed i piloti hanno trovato un po’ più di difficoltà a gestirlo, soprattutto nelle fase di uscita.

        Stanno lavorando, ma quello che ho visto io è un Honda più ballerina, o meglio leggermente più scorbutica (sia per Marc, cosa normale, ma anche su Cal).

        Yamaha lo scorso anno (a quanto hanno dichiarato) hanno impiegato molto tempo per capire la moto e (dichiarazioni loro) sul finire della stagione i miglioramenti non erano dettati da un particolare tecnico, ma bensì sulle rifiniture del setting e del bilanciamento della moto.

        Rossi (sia in Honda ed sia nella parentesi Ducati) è sempre stato più incisivo in gara, rispetto al giro secco, sempre, in tutte le categorie. E’ un pilota che lavora (tantissimo) solo ad esclusivamente per la gara, e francamente secondo me lui ha buttato via le prime prove libere, dove hanno insistito troppo nel voler usare e provare la gomma più dura. Secondo me è lì che hanno buttato via della prestazione sul passo… Non scrivo per vincere (quando Jorge è così, gli altri possono far poco), ma almeno per stare più vicino a Marc.

        Honda così come la scorsa stagione a mio avviso ha un super vantaggio, ma grosso. E non è da ricercare nell’anteriore o sotto le carene, ma in quello che sta sopra la sella e da’ gas. Ovvero Marc, è lui il vero vantaggio di Honda.

        Ed al momento ha sulle sue spalle tutta la baracca, compito non proprio facile e che di certo non aiuta, visto che manca un altro top rider come Pedrosa.

        Si vedrà chi vincerà, ma ad oggi 4 Maggio io sono convinto che il Titolo lo vincerà Marc.

      • Avatar

        Ronnie

        4 Maggio 2015 at 12:29

        Può darsi che vinca, ma farcela da solo contro Rossi e Lorenzo, specie se saranno fortunati e azzeccheranno a turno la messa a punto della moto, come hanno fatto in Argentina e a Jerez e se lo faranno entrambi mettendo dietro Marquez contemporaneamente diventa difficile.

        Ciò in cui deve fare Marquez è vincere, e se non ci riesce deve sperare che non ci sia un vincitore tra Rossi e Lorenzo sulla distanza ma che si equivalgano e si tolgano punti a vicenda.

      • Avatar

        bcs

        4 Maggio 2015 at 16:28

        Questo ragionamento vale anche per i piloti Yamaha.
        Non è che se vince Jorge i punti li prende anche Valentino o viceversa.

        Quando si è in gara ognuno per se.
        Tutti puntano a vincere, e devono vincere non solo Marc.

        Se Jorge non vince deve sperare che non siano Marc o Vale a farlo.

        Così come per Rossi.

        E’ così per tutti i piloti in pista, e chi potrà aggiungere o togliere punti a questi piloti saranno le Ducati con Dovi e Iannone. Che con la Gp15 possono puntare a risultati importanti ed inserirsi nella lotta tra i primi.

        Come ho scritto sopra è presto per scrivere di “vincitori” e “vinti”, ma ribadisco che per me, oggi 4 Maggio, il titolo lo vincerà Marc.

      • Avatar

        Ronnie

        4 Maggio 2015 at 20:48

        Eh si credo anche io che saranno le Ducati a poter cambiare le carte in gioco, non so se arriveranno mai a vincere in condizioni di asciutto, ma di sicuro se gli altri sbagliano o non riescono bene a mettere a punto la moto possono inserirsi nel mezzo come è già successo.

        E’ chiaro che anche Jorge e Valentino devono vincere e fare podi e non devono cadere o essere buttati giù.

        Però loro non sono il campione del mondo in carica, insomma Marquez è da solo e gli avversari sono 3 Rossi Lorenzo e Dovizioso.
        E’ chiaro che è un tutti contro tutti, ma Jorge e Rossi restano compagni di squadra quindi diciamo che non si ostacoleranno e non si faranno la guerra mentre di certo non renderanno la vita facile a Marquez.

        Se a turno gli arrivano davanti per Marquez diventa dura recuperare, specie senza un altro pilota competitivo su quella moto.
        Non so se ci sono circuiti in cui Yamaha andrà ancora più forte, sembra che qui a Jerez per esempio permettesse di giocarsela con Marquez, mentre l’anno scorso Marc era imprendibile era lui a fare rimonte e distaccare gli altri, insomma i tempi in gara sono scesi e parecchio e Marc non può permettersi di puntare più tanto sulla pole e anche lui dovrà prepararsi meglio per la gara, e qui a Jerez sembra che non sia bastato per tenere Lorenzo e l’infortunio di certo non ha aiutato, insomma per la prima metà campionato sarà in difficoltà, vedremo come evolvono anche le moto, oggi tra l’altro c’era il test.

      • Avatar

        bcs

        5 Maggio 2015 at 17:52

        Ducati ha dimostrato di aver fatto un gran passo avanti, ci sono insomma. Dovi lo ha dichiarato chiaramente, lavorano sui dettagli (e ti assicuro che presto ci saranno diverse modifiche sia di ciclistica, ma soprattutto di motore).

        Si vedrà.

        Tutti sono contro tutti Ronnie. Non è che se vincono gli altri sommano i punti e li dividono.

        Jorge è contro tutti.
        Marc è contro tutti e deve difendere il titolo (e ribadisco per lo difenderà facendolo tornare a casa sua).
        Ecc.

        Tutti sono contro tutti in gara, Marc però al momento ha la difficoltà di essere di fatto il solo nel team ufficiale a portare avanti lo sviluppo della moto. C’è anche Cal, ma lui è appena arrivato e di certo non ha quel “tatto” sulla Honda che può avere Pedrosa.

        Se a turno arrivano davanti a qualsiasi pilota il Titolo non lo vincerà mai questo pilota.
        Che si chiama Marc, che si chiami Pinco Pallino ecc.

        Tutti sono contro tutti in gara, e nel compagno di team vedi quello a cui devi arrivare davanti perchè ha la tua stessa moto. E’ il tuo primo rivale insomma.

        Poi ribadisco per me chi vincerà il titolo (salvo cadute o infortuni) sarà Marc e francamente lo merita già solo per un giro di qualifica che passerà alla storia.

  9. Avatar

    enea

    3 Maggio 2015 at 18:14

    La vera notizia non é il primo posto i classifica di vale dopo ormai 4 gare….

    … Bensí il ritorno di FATIMAAAAAA…!!!! :D

    Ti vogliamo bene, il blog non era lo stesso senza di te…. !!!! <3

    EneA

    • Avatar

      fatman

      3 Maggio 2015 at 18:35

      …in ogni caso non starmi dietro, con lyonn e te non si sa mai!!!

      • Avatar

        Lyon66

        3 Maggio 2015 at 19:49

        Ahahahah,quando vuoi sei simpatico ;-)))

        Tranquillo, siamo etero ;-)

        Forza Vale
        Forza Marc
        Forza Jorge
        Forza Dovi
        Forza Iannone

        insomma…, forza tutti e vinca il migliore!!!!

  10. Avatar

    enea

    3 Maggio 2015 at 18:48

    Fatimaaaa!! Quasi non ci credo che tu sia di nuovo fra noi….!!!!

    Te piacerebbe un trio con me e lyon… Sporcacciona… :D

    EneA

    • Avatar

      Lyon66

      3 Maggio 2015 at 20:04

      @Enea

      Per star tranquilli gli proponiamo tris di primi, tris di secondi, vino come se piovesse, i suoi famosi whisky da collezione e siamo a posto.

      Va in pennichella da digestione e siamo sicuri che non ci prova ed è lo stesso un triangolo ;-)))

      Di taffio come si dice a Bologna (mangiare)

      L’ideale sarebbe ovviamente in 6: noi tre e tre belle ombrelline ;-)))

      Comunque, pur rimanendo in linea, ho tirato due mangiate questa settimana da urlo: Fatman avrebbe rinunciato alla falange del mignolo sinistro per partecipare.
      La prima tris di primi bolognesi e scaloppina alla petroniana con Pignoletto, l’ultima di pesce e Vermentino di Gallura.

      • Avatar

        Lyon66

        3 Maggio 2015 at 20:06

        senza citare poi la festa di libagioni del 25 Aprile…: il trionfo del palato ;-)))

  11. Avatar

    enea

    3 Maggio 2015 at 21:12

    Lyon teniamoci buono fatima se no scompare per altri 6 mesi… ;) sciaooo belliiii :)

    EneA

  12. Avatar

    Lyon66

    4 Maggio 2015 at 21:47

    @Enea

    Teniamoci buono Fatman ma a distanza ;-)))

    Se molla Testoner perchè pensa a noi dopo chi lo sente Testoner?

    Fatman per il triangolo darebbe via una mano ma il suo uomo… geloso iè ;-)))

    E noi… siamo eteri e belli, caro Fatman…: W la patatina ;-)))

    Sei proprio una cicciona sporcacciona ;-)))

  13. Avatar

    Stonami77

    5 Maggio 2015 at 09:22

    Complimenti ad un Lorenzo praticamente perfetto, se non si tratta di un fuoco di paglia come io credo vedremo il mondiale più emozionante degli ultimini 20 anni..e non dimentichiamoci il ritorno di Dani, il favorito resta Marc perchè campione in carica ed in primis per quello che ha fatto vedere in pista in questi due anni, ma non è certo nella situazione del 2014…

    • Avatar

      Lyon66

      5 Maggio 2015 at 23:25

      D’accordo con te per il mondiale , forse, più bello degli ultimi 20 anni.

      Lorenzo nelle ultime 2 stagioni (questa compresa anche se agli inizi) non ha brillato ma potrebbe essergli scattata una molla positiva.

      Ci credo al 50% ma mai dire mai.

      Di sicuro, aldilà del risultato finale, siamo ad un livello competitivo altissimo; i migliori sono sempre a podio…

      Speriamo nello spettacolo, l’ultima gara è stata un pò noiosetta e poi… vinca il migliore!!!

      Anche Hernandez, Miller o Melandri, basta che ci facciano saltare sul divano, si divertano e ci facciano divertire..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati