MotoGP Jerez: Jorge Lorenzo “Orgoglioso del lavoro fatto, volevo ripetere il tuffo nel lago ma mi sono fermato appena in tempo”

Il maiorchino stravince il gran premio di Jerez e zittisce quanti lo davano in crisi nera

MotoGP Jerez: Jorge Lorenzo “Orgoglioso del lavoro fatto, volevo ripetere il tuffo nel lago ma mi sono fermato appena in tempo”MotoGP Jerez: Jorge Lorenzo “Orgoglioso del lavoro fatto, volevo ripetere il tuffo nel lago ma mi sono fermato appena in tempo”

Jorge Lorenzo domina il gran premio di Jerez e torna così al successo. Il maiorchino non vinceva dallo scorso gran premio del Giappone e quest’anno non era ancora riuscito a salire sul podio. Oggi il maiorchino ha sconfitto nettamente gli altri piloti e zittito quanti lo davano ormai in crisi nera, in rotta con la Yamaha e vicino alla Ducati.
Lorenzo ha condotto dal primo all’ultimo giro, girando solo soletto per tutta la gara e l’unico rischio che ha corso è stato quando a fine gara, per festeggiare, per poco non ripeteva il folle tuffo nel laghetto artificiale che fece gia nel 2009…stavolta però si è fermato un istante prima di lanciarsi in acqua.

“Sono davvero orgoglioso di me stesso e del mio team – ha affermato Jorge Lorenzo – abbiamo fatto un lavoro straordinario e inoltre non abbiamo avuto nessun problema come successo nelle precedenti gare di Doha, Austin e Rio Hondo. Questo weekend siamo finalmente riusciti a dimostrare tutto il nostro potenziale, sopratutto in frenata, riuscivo a staccare forte ed entrare bene in ingresso curva. Quando riesci a guidare così devi approfittarne per vincere! A fine gara volevo ripetere il tuffo nel lago, ma ormai ho 28 anni, non sono più come 5 anni fa, perciò all’ultimo secondo ho deciso di non ripetere quella performance! Oggi poi è un giorno speciale, perchè è la festa della mamma e mia madre era qui a vedermi e poi domani sarà il mio compleanno. Inoltre sono riuscito a recuperare dei punti su Vale che è stato sempre forte sin dall’inizio del campionato, ora però voglio solo pensare a divertirmi stasera”

Foto: Alex Farinelli

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

8 commenti
  1. Avatar

    fatman

    3 Maggio 2015 at 18:38

    …potevi tuffarti, almeno annegavi ed uno ce lo toglievamo di torno…

  2. Avatar

    Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

    3 Maggio 2015 at 19:02

    La prossima volta ti preparo i braccioli o la paperalla gonfiabile così ci vai sicuro ahahaha

    • Avatar

      fatman

      3 Maggio 2015 at 19:21

      …ahahahah, al limite una tavoletta da piscina…meraviglioso!!!

  3. Avatar

    nandop6

    3 Maggio 2015 at 19:50

    ma nn fare il falso… sei uno dei pochi che ti salvi….
    domani lorenzo tornera’ dietro al dottorino

    Caro testoner ero falso???? Pronostico azzeccatissimo.

    • Avatar

      testoner

      3 Maggio 2015 at 22:59

      per una volta hai azzeccato…..
      ma comunque tu speravi che io avessi ragione!!!
      alla prossima….

      • Avatar

        nandop6

        4 Maggio 2015 at 16:21

        testoner
        Certo che speravo che avessi ragione ma era palese che Lorenzo era tecnicamente e psicologicamente ad un altro livello, e quando è in queste condizioni è dura per tutti batterlo.
        Alla prossima. ;)

  4. Avatar

    Lyon66

    8 Maggio 2015 at 00:00

    I soliti 4 barboni del blog che dicevano… il Dottore mi sta sulle palle per le sceneggiate muti?

    Basta che stia davanti a Vale e tutto è concesso, ovviamente…

    Rosiconi con la R maiuscola… MUTI ;-)))

    Ormai siamo a un livello d’arrampicamento sugli specchi e ridicolaggine convulsa che non ha eguali…

    Non hanno neanche più la scusa del gommino, sennò rispondiamo motori gomme e litri Ducati ahahah

    Quanto si rosica?

    Mah…ahahahah

  5. Avatar

    Lyon66

    8 Maggio 2015 at 00:03

    E, naturalmente: grande Jorge: mettiti in mezzo anche tu, peccato per Pedro che ormai… il mondiale se lo scorda ma potrebbe ritornare per scombinare gli equilibri e rendere ancora più incerto e appassionante il mondiale.

    Bella ragaz, fateci sognare ;-)

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati