Moto3 Jerez: il gruppo dei migliori non è lontano per Matteo Ferrari e Stefano Manzi

I due piloti del Team Italia hanno avuto una prima giornata complicata da due cadute in FP2

Moto3 Jerez: il gruppo dei migliori non è lontano per Matteo Ferrari e Stefano ManziMoto3 Jerez: il gruppo dei migliori non è lontano per Matteo Ferrari e Stefano Manzi

Moto3 Jerez 2015 Day 1 – Matteo Ferrari ha concluso la giornata del venerdì con un highside in piena percorrenza di curva, ma anche con la soddisfazione per aver trovato il giusto bilanciamento nella messa a punto della sua moto. Il giovane portacolori del Team Italia ha fermato il suo miglior crono sull’ 1’49″015 che gli è valsa la 25° posizione. Cammino simile per Stefano Manzi che non è riuscito a ripartire con lo stesso slancio con cui aveva concluso la trasferta in Argentina, dove aveva fatto segnare 4° miglior crono in gara. La prima giornata di prove libere sul circuito di Jerez è stata condizionata anche per lui da una caduta che gli ha fatto perdere la concentrazione non permettendogli quindi di andare oltre il 27° tempo (1’49″314). Il distacco dal gruppo di entrambi i piloti rimane comunque contenuto e fa ben sperare per un recupero nelle giornate di sabato e domenica.

“Nella mattinata abbiamo affrontato tutto il turno con la stessa gomma media completando 20 giri senza problemi – ha raccontato Matteo Ferrari. Il distacco di 2″ non era del tutto veritiero, considerato che gli altri piloti avevano cambiato gomme. Nel pomeriggio sono partito con due dure che hanno sicuramente dei pro, ma anche dei contro: c’era meno grip sul posteriore, questa è stata una delle ragioni che hanno comportato la caduta. Una volta risalito in sella con la media ho subito migliorato il mio crono, senza dubbio aver ritrovato prontamente la fiducia in sella è positivo. Per il prosieguo del weekend resto fiducioso, ci resta da migliorare la fase di percorrenza-curva”.

“Sfortunatamente – per Steafano Manzi – al primo giro di pista della FP2 sono caduto, in questo frangente ho un pò perso la concentrazione. Sono tornato in pista con l’obiettivo di migliorarmi, senza riuscirci. Cercheremo di progredire domattina per presentarci al meglio in vista delle qualifiche”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati