MotoGP Argentina, Prove Libere 2: Aleix Espargarò ancora al Top, Iannone 2°, Dovizioso 5° e Rossi 9°

Il pilota della Suzuki si conferma al Top, bene le Ducati, Rossi dietro a Lorenzo

MotoGP Argentina, Prove Libere 2: Aleix Espargarò ancora al Top, Iannone 2°, Dovizioso 5° e Rossi 9°MotoGP Argentina, Prove Libere 2: Aleix Espargarò ancora al Top, Iannone 2°, Dovizioso 5° e Rossi 9°

MotoGP Argentina 2015 FP2 – Aleix Espargarò e la Suzuki si confermano in testa anche nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Argentina, che si correrà domenica alle ore 21 italiane sul circuito di Termas de Rio Hondo. Lo spagnolo si è aggiudicato il miglior tempo con il crono di 1:38.776, andando a precedere di 0.535s la Ducati di Andrea Iannone, in sella alla moto #2 dopo che nelle Free Practice 1 la #1 aveva avuto un problema al motore.

Il pilota di Vasto in un turno combattutissimo ha battuto il campione in carica Marc Marquez di soli 25 millesimi, mettendo comunque una seria ipoteca sul passaggio diretto alle Q2. Marquez, che questa mattina aveva preferito non prendere rischi inutili, è davanti al compagno di marca Cal Crutchlow (Honda LCR) e alla Ducati di Andrea Dovizioso, ancora tra i protagonisti.

Il forlivese è davanti alle Yamaha di Jorge Lorenzo e Pol Espargarò e alla Honda Factory del britannico Scott Redding. Valentino Rossi ha fatto segnare il nono tempo a 1.171 dalla vetta. Il sette volte iridato della Top Class precede il colombiano Yonny Hernandez, in sella alla Ducati del Team Pramac.

Appena fuori dalla Top Ten la Suzuki del rookie Maverick Vinales, che precede la Yamaha di Bradley Smith e la Ducati GP14 del ternano Danilo Petrucci, Pramac Racing.

La migliore Open è la Honda dello statunitense Nicky Hayden, quattordicesimo, mentre la migliore Aprilia è la “vecchia” ART del sammarinese Alex de Angelis, Iodaracing. Le ufficiali di Alvaro Bautista e Marco Melandri sono rispettivamente in ventiduesima e ventiquattresima posizione.

Ricordiamo che la Bridgestone ha portato per questa gara una gomma extra-hard a sola disposizione delle moto Factory e che in gara potrebbe anche dare un vantaggio in un circuito che stressa molto le gomme, tanto che il fornitore unico giapponese lo classifica come uno dei più duri per gli pneumatici.

Foto: Alex Farinelli

MotoGp Prove Libere 2 Austin - Red Bull Grand Prix of The Americas - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Austin - Red Bull Grand Prix of The Americas - Risultati Prove Libere 2

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Ronnie

    17 Aprile 2015 at 20:32

    La FP3 sarà determinante per capire chi avrà direttamente accesso alla Q2, li si capirà qualcosa in più. Oggi mi sembra che c’è chi ha risparmiato pneumatici nel primo turno e chi li ha risparmiati nel secondo.

    Di sicuro le Suzuki fanno rendere al meglio la Media, mentre le Ducati per ora sembrano più in affanno malgrado la mescola media.

    In ogni caso Media e Hard durano solo un giro lanciato, mentre forse con la Extra Hard ne possono fare 2 ma le Extra Hard rischiano di essere più lente sul giro secco di 6-7 decimi, mentre le Soft sembrano regalare almeno 1 secondo se non 2 sul giro secco alle Suzuki.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati