Superbike: Il Team Pata Honda atteso alla riscossa ad Assen

Micheal Van der Mark e Sylvain Guintoli vogliono fare bene sulla pista di casa

Superbike: Il Team Pata Honda atteso alla riscossa ad AssenSuperbike: Il Team Pata Honda atteso alla riscossa ad Assen

Il quarto round della stagione sarà carico di significato per il Team Pata Honda e per i suoi due piloti, soprattutto per Michael van der Mark, che al TT Circuit di Assen correranno sulla pista di casa davanti al proprio pubblico.

Per questo motivo, riuscire qui a risollevare le sorti di un 2015 finora complicato diventa fondamentale: Guintoli vanta su questa pista due successi, l’ultimo dei quali conquistato l’anno passato, mentre l’idolo di casa Michael van der Mark, nel 2014, ottenne proprio qui la sua prima affermazione in WSS.

Le difficoltà per i due piloti derivano soprattutto dalla moto, che non è al momento al pari delle altre 4 cilindri il pista, e che li costringe a ricercare sempre il limite per cercare di stare con i primi, facendoli correre inevitabilmente il rischio di fare più errori o manovre azzardate, come a Phillip Island e in Thailandia, con il sorpasso troppo aggressivo di van der Mark ai danni di Guintoli.

“Non si può negare che quest’anno i risultati non sono stati dei migliori, l’inizio di stagione è stato complicato. La squadra sta lavorando duramente ed è concentrata sull’obiettivo di migliorare i risultati attuali” – ha detto Sylvain Guintoli – “Troviamo un buon passo quasi da subito, però poi fatichiamo a limare quei pochi decimi che davvero fanno la differenza. Questa occasione è particolarmente speciale perché si tratta del round di casa della squadra . Qualsiasi cosa accadrà, faremo del nostro meglio per mettere in piedi una buona performance”.

“Mi sento abbastanza fiducioso per quella che, sia per me che per la squadra, è la gara di casa. Sappiamo già dal passato che l’assenza di rettilinei mette in condizioni la CBR di funzionare meglio che su altre piste, ma ciononostante dobbiamo comunque fare del nostro meglio per tirare fuori il massimo dal pacchetto a nostra disposizione” – ha dichiarato Michael van der Mark – “Sarebbe bello poter lottare per il podio, ma dobbiamo essere realistici perché si tratta comunque del mio anno da rookie nella competizione. La gara di casa è sempre speciale e sarà un weekend pieno di impegni. Capita una volta solo l’anno e comunque ho un posto dove andare a rilassarmi, in caso ne abbia bisogno”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati