Superbike: Sylvain Guintoli va in cerca di riscatto in Thailandia

Il Team Pata Honda vuole dimenticare l'opaco debutto di Phillip Island

Superbike: Sylvain Guintoli va in cerca di riscatto in ThailandiaSuperbike: Sylvain Guintoli va in cerca di riscatto in Thailandia

Sylvain Guintoli e Michael van der Mark hanno cercato di ambientarsi subito in Thailandia facendo visita ieri ad uno dei concessionari Honda più importanti di Bangkok e prima di mettersi in viaggio per i 400 km che li separavano dal Chang Internaional Circuit, i piloti hanno incontrato i fan accorsi allo store BigWing della capitale thailandese.

Come la stragrande maggioranza dei propri rivali, sia Guintoli che van der Mark non hanno mai corso in Thailandia prima d’ora ed entrambi non vedono l’ora di testare le capacità della CBR1000RR Fireblade SP sul tracciato di 4,554 km disegnato dal celebre Hermann Tilke, che conta cinque curve a sinistra e sette a destra.
Le condizioni meteo avranno un impatto non da poco sulle performance dei piloti e delle moto, con temperature e tassi di umidità previsti molto alti per il fine settimana.

“È stato bello poter incontrare i fan presso questo futuristico concessionario Honda BigWing” – ha detto Sylvain Guintoli – “È più un fashion store ed una dimostrazione di design che un negozio di moto vero e proprio, di sicuro si tratta del posto ideale per un lieto benvenuto in Thailandia. Non vedo l’ora di scendere in pista, perché il tracciato sembra davvero bello. Ho guardato qualche gara su YouTube e pare molto divertente, speriamo si adatti bene alle caratteristiche della CBR. La schiena va molto meglio ora, quindi spero di non soffrire tanto come in Australia.”

“Mi piace molto correre su nuovi tracciati, specialmente quando vale la stessa cosa per tutti. I livelli in pista saranno molto più equilibrati e vedremo chi riuscirà a trovare da subito il miglior set-up” – ha detto Michael van der Mark – “Ho lasciato l’Australia con delle ottime sensazioni, mi sono divertito molto in sella alla mia moto. So che questo sarà un weekend altrettanto impegnativo ma di solito non faccio male sulle nuove piste. Ho guardato qualche gara su internet e sulla carta penso che sia una pista adatta a me, in quanto è molto veloce. Ora sono qui e non vedo l’ora di provarla con mano”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati