Superbike: Parlano i protagonisti alla vigilia delle prove libere

Tradizionale conferenza stampa prima del debutto al Chang International Circuit

Superbike: Parlano i protagonisti alla vigilia delle prove libereSuperbike: Parlano i protagonisti alla vigilia delle prove libere

Il primo round della storia della Superbike in Thailandia è iniziato con i consueti media event che caratterizzano il giovedì precedente l’azione in pista, tra questi la Conferenza Stampa ufficiale che ha coinvolto Leon Haslam, Sylvain Guintoli, Tom Sykes, Troy Bayliss e la wildecard di casa Ratthapark Wilairot, che vedremo impegnato in Supersport con il team CORE Motorsport Thailand.

I cinque piloti hanno risposto ad una serie di domande di cui vi riportiamo, tramite WorldSBK.com alcune delle risposte:

Leon Haslam: “In Australia è stato bello tornare al successo ed il fine settimana è stato perfetto. Guardando a questo weeekend credo che i potenziali vincitori saranno molti di più. Il circuito è molto bello e non vedo l’ora di iniziare”.

Sylvain Guintoli: “La trasferta australiana è stata difficile, non ero al massimo della forma anche se sarebbe potuta andare peggio. La mia condizione di forma qui è molto migliore e spero quindi di poter stare con i primi”.

Tom Sykes: “Ho lasciato l’Australia con molti più punti che in passato, quindi sono ancora in piena lotta. Non credo che le condizioni meteo saranno un fattore importante qui, siamo stati tutti competitivi a Sepang lo scorso anno, ad esempio. Credo che qui il margine tra i primi sarà molto ridotto”.

Troy Bayliss: “Non mi aspettavo di tornare in pista, anche se devo ammettere che non sono stato felice dei risultati ottenuti nel round precedente. Con Davide ancora fuori gioco, sono contento di aver avuto qualche settimana per prepararmi. Non sono sicuro di ciò che potremo ottenere ma il mio obiettivo è di dare il massimo. Non so se continuerò dopo questo round, si vedrà, al momento niente e deciso e mi sto solo concentrando su questo weekend”.

Ratthapark Wilairot: “Per diversi anni correre in Tailandia era solo un sogno, ma finalmente ho la possibilità di correre davanti al pubblico di casa. La stagione è iniziata bene a Phillip Island e, considerato che abbiamo iniziato a lavorare da poco insieme, il risultato è stato molto buono. Qui in Tailandia ovviamente darò il massimo per salire sul podio.”: “Per diversi anni correre in Tailandia era solo un sogno, ma finalmente ho la possibilità di correre davanti al pubblico di casa. La stagione è iniziata bene a Phillip Island e, considerato che abbiamo iniziato a lavorare da poco insieme, il risultato è stato molto buono. Qui in Tailandia ovviamente darò il massimo per salire sul podio.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Superbike

Superbike: Operazione per Haslam in ottica 2016

Il pilota si é sottoposto a un intervento all'avambraccio in attesa di sapere se e con chi gareggerà nella prossima stagione.
Condividi su WhatsApp Leon Haslam, il vincitore dell’ultima prova del Superbike, la scorsa settimana si è sottoposto a Barcellona ad