MotoGP Test Qatar: Jorge Lorenzo “Ducati e Honda le moto da battere”

Il due volte iridato della Top Class ha parlato delle performance della Ducati GP15

MotoGP Test Qatar: Jorge Lorenzo “Ducati e Honda le moto da battere”MotoGP Test Qatar: Jorge Lorenzo “Ducati e Honda le moto da battere”

Test Qatar MotoGP – L’ultima giornata di test della classe MotoGP sul circuito del Qatar è stata caratterizzata dalla pioggia, rara nel deserto ma che ha fatto capolino a Losail. E’ stata l’occasione per parlare delle performance della Ducati, vera dominatrice di questi test con la nuova Desmosedici GP15 portata in pista dagli italiani Andrea Iannone e Andrea Dovizioso. Dopo che Valentino Rossi e Marc Marquez avevano espresso un loro giudizio sulla “Rossa” a due ruote (Rossi DucatiMarquez Ducati), è toccato a Jorge Lorenzo parlare dei suoi test e di quelli della nuova GP15.

“Siamo stati un po’ sfortunati con questo terzo giorno di pioggia, perché qui normalmente non piove o piove due, tre o quattro giorni l’anno – ha detto Jorge Lorenzo a Sky Sport – È toccato anche oggi e non abbiamo potuto girare . Non abbiamo pneumatici da bagnato e qui non si può guidare con i riflessi della luce sull’acqua. Non abbiamo ancora trovato il set-up, siamo un po’ lontani dai più veloci che in questo momento sono le Ducati e Marquez. Abbiamo pianificato di fare tante modifiche nel set-up, ma non abbiamo potuto e ora dovremo aspettare due settimane.”

Tra le pretendenti alla vittoria nella prima gara in programma il prossimo 29 marzo metti anche la Ducati?

“Sì, sicuramente. In Qatar vanno molto forte, anche a Sepang Iannone ha fatto un grande giro, ma lì non avevano il ritmo che hanno qui. Qui sembra che con Marquez abbiano un ritmo più alto. Hanno anche quel vantaggio di litri e pneumatici. Senza questo vantaggio penso che in questo momento sono già molto competitivi, fanno abbastanza paura ma noi dobbiamo concentrarci sul nostro lavoro, che ne abbiamo tanto.

Come mai in una pista come quella del Qatar, dove sulla carta la Yamaha doveva andar meglio di Sepang, avete incontrato tutte queste difficoltà?

“È strano perché teoricamente su questa pista si dovrebbe andare meglio che a Sepang, ma non è stato così. In questi due giorni abbiamo trovato molta difficoltà per andare forte già dall’inizio. La Ducati è sempre andata forte qui, Stoner ha vinto tante volte e non è una grande sorpresa. Anche l’anno scorso andavano forte fino a che Dovi è arrivato terzo e Iannone è caduto ai primi giri ma stava andando forte. Non è una novità che vanno forte. Dobbiamo migliorare almeno di mezzo secondo.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Ronnie

    16 marzo 2015 at 21:02

    Spero per Yamaha che si tratti solo di problemi di grip e set up e non di pneuamtici, è possibile che non riescano a scaricare bene la potenza a terra e il lungo rettilineo di solito non aiuta le Yamaha.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati