Superbike: Presentato a Milano il Team Aprilia Racing Red Devils

I Campioni in carica si presentano già vincenti, con Haslam e Torres che puntano ad arricchire il già impressionante palmarès di Aprilia in WSBK

Superbike: Presentato a Milano il Team Aprilia Racing Red DevilsSuperbike: Presentato a Milano il Team Aprilia Racing Red Devils

A Phillip Island nel round di apertura della stagione, il team Aprilia Red Devils ha colto la vittoria n. 50 in Superbike, che vale già il primo posto sia in classifica Costruttori che in quella Piloti con Haslam.

L’ex pilota Pata Honda e il promettente rookie Jordi Torres si presentano al Team Aprilia Racing avendo già alle spalle uno straordinario weekend di gare in Australia, in cui anche il giovane spagnolo ha impressionato positivamente, portandosi a casa un bel quarto posto.
Aprilia, Campione del Mondo in carica, si presenta quindi con una struttura rinnovata e due nuovi piloti al debutto sulla RSV4, dominatrice assoluta nella storia recente del WSBK.

Impressionante il suo palmarès nel Mondiale Superbike, con 7 titoli conquistati in sole 5 stagioni, dal 2010 ad oggi: una supremazia indiscutibile che ha contribuito ad arricchire il bottino globale di Aprilia, che vanta 54 titoli iridati nelle varie categorie del motociclismo sportivo (Motomondiale, Superbike, Off-Road), facendone uno dei reparti corse più vincenti di tutti i tempi.

Presentato anche il reparto tecnico che affiancherà i piloti nella nuova stagione appena partita: la RSV4 numero 91 del britannico Leon Haslam sarà gestita dai tecnici guidati da Enrico Folegnani, mentre sotto la supervisione tecnica di Lucio Gomes, ha debuttato lo spagnolo Jordi Torres sulla Aprilia RSV4 numero 81.
In un anno in cui gli sforzi di Aprilia Racing raddoppieranno, con il debutto in MotoGP avvenuto un anno in anticipo rispetto ai programmi, il Project Leader sarà l’ingegner Paolo Bonora, mentre la struttura direttiva della squadra in SBK sarà completata da Dario Raimondi, Team Coordinator, e da Andrea Petricca fondatore del team Red Devils.
A dirigere tutte le attività racing del Gruppo Piaggio c’è ovviamente un confermatissimo Romano Albesiano.

Aprilia affronta la stagione 2015 del Mondiale Superbike con gli obiettivi imposti dalla propria storia vincente tra le derivate di serie.
“Siamo i Campioni del Mondo in carica e abbiamo sempre giocato un ruolo da protagonisti nelle ultime stagioni” afferma Romano Albesiano “Ci sono delle variabili che potrebbero cambiare i valori in campo, specialmente a livello regolamentare, ma abbiamo lavorato duramente per adeguarci al meglio. La coppia di piloti è ben assortita. Leon è un pilota solido, molto esperto, vicecampione nel 2010, e si è già dimostrato veloce in sella alla RSV4. Per Jordi le prime gare saranno sicuramente impegnative, dovendosi adattare alla nuova categoria, ma credo che sarà in grado di arrivare tra i migliori in tempi ragionevolmente brevi”.

Particolarmente “carichi”, dopo il primo round, i due piloti.
“Il mio obiettivo per questa stagione è vincere, come sempre” dichiara Leon Haslam “e quest’anno penso proprio di avere a disposizione il miglior pacchetto tecnico possibile. Mi sono innamorato della Aprilia RSV4 fin dai primi giri. Il comportamento fluido e l’elettronica sono le sue armi migliori, e posso contare su un team professionale ed abituato a vincere. In più vengo dal mio primo inverno senza problemi fisici, la mia condizione non è ancora perfetta ma migliora giorno dopo giorno, e lavoro con una squadra di grandissima competenza tecnica”.

“Essere in un team che ha vinto così tanto in Superbike è una garanzia, io dovrò impegnarmi per sfruttare al meglio questa occasione” dichiara Jordi Torres “Quest’anno per me è tutto nuovo: moto, team, categoria e anche molti circuiti. Sto ancora lavorando per adattarmi a tutti questi cambiamenti, ma sono fiducioso. Le prime sensazioni sono state molto positive, il feeling cresce giro dopo giro e non vedo l’ora che si inizi a fare sul serio per mostrare quello di cui sono capace”.

Anche secondo Dario Raimondile Aprilia RSV4 partono sotto i riflettori: “Abbiamo vinto moltissimo in questi anni, siamo i campioni in carica, ma fortunatamente si tratta di una pressione “positiva” che siamo abituati a gestire. Lo ha dimostrato anche lo straordinario finale di Doha lo scorso anno. Durante l’inverno siamo stati impegnati sia nel comporre al meglio la nuova struttura, sia nel creare il giusto clima con i nuovi arrivi. I due nuovi piloti hanno già mostrato un buon feeling con moto e squadra. I nostri avversari non ci renderanno la vita facile, ma abbiamo le carte in regola per giocare un ruolo di primo piano anche in questo 2015”.

Andrea Petricca sottolinea la forte motivazione dei due piloti: “Leon e Jordi sono entrambi carichi e ambiziosi, hanno subito trovato formidabile la RSV4, e sono consapevoli di avere a disposizione il migliore pacchetto tecnico possibile. Aprilia ha dimostrato in questi anni tutto il suo valore tra le derivate di serie e parte con i favori del pronostico, ma questo non significa che avremo vita facile. L’impegno e la concentrazione saranno fondamentali, così come l’appoggio dei partner che sostengono la nostra avventura in Superbike”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati