MotoGP: Valentino Rossi, “La Ducati non ha più bisogno della gomma morbida”

Il sette volte campione del mondo della Top Class ha criticato il regolamento che permette questo vantaggio

MotoGP: Valentino Rossi, “La Ducati non ha più bisogno della gomma morbida”MotoGP: Valentino Rossi, “La Ducati non ha più bisogno della gomma morbida”

Ducati MotoGP – I test di Sepang hanno visto debuttare la nuova Ducati GP15 MotoGP, che ha subito impressionato positivamente piloti e addetti ai lavori. Al termine della tre giorni di test sia Andrea Iannone che Andrea Dovizioso sono stati molto veloci, sia sul passo gara che sul giro singolo. Così come lo scorso anno la casa di Borgo Panigale usufruirà quest’anno del benefici dello sviluppo libero, dei maggiori litri a disposizione rispetto alle Factory (4) e della gomma morbida (gli stessi vantaggi che avranno anche Suzuki e Aprilia). Proprio quest’ultima è stata oggetto di critica, anche da parte di Valentino Rossi, sette volte campione del mondo della Top Class. Ricordiamo che questi benefici andranno persi se Ducati raggiungerà determinati risultati.

Il pesarese dopo aver visto all’opera la nuova Ducati ha fatto capire senza mezzi termini che al momento la Rossa a due ruote (con cui non ha vissuto due anni difficili) non necessita di questo tipo di vantaggi.

“Penso che la Ducati sia molto veloce – ha detto Rossi così come riportato da Crash-net – Ho visto Dovi e Iannone in gran forma e penso che la GP15 sia già molto forte per essere una moto nuova. Penso che durante la stagione, di sicuro in prova con le gomme morbide, ma anche in gara, può diventare pericolosa.”

Rossi ha poi chiesto cosa cambierebbe in caso di una vittoria Ducati e alla risposta “I litri da 24 diventerebbero 22” ha così risposto:

“Quindi niente! 24 o 22 litri non fa differenza”. Questa teoria di Rossi è stata anche confermata indirettamente dal Direttore Generale di Ducati Corse Luigi Dall’Igna, che ha fatto sapere che lo scorso anno la GP14 non ha mai utilizzato più di 22 litri a gara.

Il pesarese ha poi chiesto cosa servirebbe per far perdere alla Ducati la gomma morbida (occorrono tre vittorie sull’asciutto). “Tre vittorie sull’asciutto? In questo caso speriamo che si tengano la più morbida! Penso comunque che questa regola sia molto ingiusta. Ora sono molto veloci, quindi non capisco perchè debbano ancora avere questo vantaggio. L’anno scorso forse sì, ma ora sono veloci come noi, quindi non so perché hanno le gomme morbide. E’ qualcosa di strano che nel Motorsport, accade solo in MotoGP.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

57 commenti
  1. Avatar

    Ronnie

    3 marzo 2015 at 13:13

    Bhé Rossi ha ragione ora li ritiene un pericolo, quindi dal suo punto di vista e sopratutto da quello di Yamaha ora sono nella c@..cc..@.

    Ducati con la morbida al posteriore rischia di combattere sempre per la pole se non vincerla a tavolino sull’asciutto con la moto attuale.
    Nei primi giri inoltre se riuscissero ad usare la morbida anche in qualche gare, sarebbero fastidiossisimi soprattutto nei primi giri, e abbimao visto negli ultimi anno come perdere il treno di Marquez e di Honda e o non riuscire a fare il buco quando magari nelle prime fasi Marc e le Honda sono qualche volta più in difficoltà vuol dire consegnargli la vittoria a tavolino.

    Ma queste sono le regole, da una parte non è giusto, ma dall’altra è vero che Ducati non vince da diversi anni un GP credo dal 2010 l’ultimo vinto da Stoner, quindi ci può stare.

    Finlamente con Dall’Igna hanno fatto in una anno quello che non sono riusciti a fare in 7 o 8 anni con Preziosi e con gli altri…

    Spero raccolgano i frutti del duro lavoro anche se credo che sarà dura arrivare alle 3 vittorie, ma perlomeno vederli combattere fino a 2 o 3 giri dalla fine non sarebbe male, soprattutto se Iannone riuscisse a mettere i bastoni fra le ruote più a Marquez che a gli altri 3 in modo da tenerli uniti e dare vita a una gara con almeno 6 moto unite per metà gara e non a gare solitarie o con solo 2 piloti in “lotta” negli ultimi giri in cui vedremmo solamente Marquez giocare al gatto con il topo…

    Benvenga la morbida insomma se quello più colpito è Marquez che ora è e resta l’uomo da battare quello su cui fare le gare e costringere a scoprirsi ed ataccare in modo da tenerne la scia e far fare il lavoro da gregario e il laovoro sporco a lui, costringendolo a tirare sui consumi di carburante e pneumatici.

    • Avatar

      ligera

      16 marzo 2015 at 14:58

      Oltre alla gomma morbida, ricorda anche le “menate” sui litri che facevate l’hanno scorso. Vi avevo scritto che la Ducati ne usava solo 22, ma figurati se si poteva pensare che scrivessi il vero. ora la conferma è la sopra, scritta nero su bianco e uscita dalla bocca di Vale.

    • Avatar

      ligera

      17 marzo 2015 at 17:38

      Voglio completare il mio “pensiero”…E’ si, ne sono capace anch’io.

      “Vale ha ragione!” Figurarsi se un tifoso poteva dire diversamente.

      I “vantaggi” della Rossa, si riducono alla lotta per la Pole, ma a me non risulta che nelle moto la Pole abbia una qualche rilevanza.
      Nel caso dovesse usare gomme più morbide dei rivali in gara, sarebbe un disastro. Nel 2014 si è visto chiaramente, non c’è pista che permetta l’utilizzo di gomme più morbide di quelle utilizzate dai Factory di Yamaha e Honda, almeno per la Ducati con un motore molto potente e con un consumo di pneumatici troppo elevato (forse la GP15 è migliore in questo, ma già si sono lamentati di un alto consumo).
      Possibile poi che la Ducati venga presa a pretesto per le vittorie di Marc? Anche senza Ducati in mezzo (e chi voleva vedere lo ha visto già nel 2014), quando Marc era da vittoria, vinceva e le Yamaha prendevano “paga”. Sempre scuse sopra scuse.

      Le regole sono regole e sono giuste sino a quando non vengono modificate. Non si è sempre detto che i test prestagionali non dicevano nulla? Adesso per 2 buone giornate si è scatenato il pandemonio per una frase (sbagliata) di Valentino.

      In 1 anno ciò che non hanno fatto in 7/8 con Preziosi? Ma che stai a dì? Ti dice nulla il 2007? Il 2008? Ma pure il 2010 con qualche vittoria e diversi podi, dicono nulla? Dice nulla un 2011 dove le redini dello sviluppo sono passate in mano alla “Premiata Coppia V/B”?. Ma dai, smettiamola con le solite frasi fatte, per favore. Preziosi è un Grande e se non vi è ancora chiaro, allora…..

  2. Avatar

    Micbatt

    3 marzo 2015 at 13:18

    Ducati non vince dal 2010 …. e con questo? Allora facciamo partire sempre il Pole Position la moto di Hayden … oppure facciamo partire ultimo Rossi e Marquez dai box ancora prima che si indossi la tuta ….. (a parte che secondo me vincerebbe comunque :-D)
    Questa regola non mi è piaciuta l’anno scorso …. figuriamoci quest’anno ….

    • Avatar

      Ronnie

      3 marzo 2015 at 13:35

      Mic ma se vincono la perdono no, come giusto che sia, vorrà dire che siamo tornati ai livelli del passato con più moto in grado di vincere.

      Il problema è che viste le vittorie di Yamaha l’anno scorso e le gare che Honda poteva vincere ovvero 16-18 e lasciare solo 2 al posto che 4 vittorie a Yamaha sarà dura che Ducati vinca quest’anno.

      La Soft gli serve per fare le pole, e vincere che so il BMW, ma non si vince il mondiale con le pole.

      Rossi è preoccupato perché è quello che in qualifica ne ha di meno, e quindi rischia di partire spesso quinto o dalla terza fila se gli va male e quindi non essere della partita per il podio o la vittoria, tutto qui.

  3. Avatar

    TONYKART

    3 marzo 2015 at 13:43

    anche se tifo ducati non mi piace questa regola,o meglio come gia’ detto darei il bonus della categoria open solo per una stagione…..
    comunque ormai e’ chiaro che i litri non servono,la gomma morbida spesso ti si rivolta contro in gara, l unico vantaggio reale e’ lo sviluppo.
    aggiungo che valentino come il solito nn si smentisce,e’ mai possibile che quando va bene un test a lui o come era successo la stagione scorsa gli erano uscite 2 belle gare e sparava gia’che meritava di essere il primo pilota perche’ lui vinceva!!!!possibile che dopo un test poco brillante debba gia’ prendersela con qualcuno?…….non cambiera’ mai,che bassezza….

    • Avatar

      Durim

      3 marzo 2015 at 14:33

      non cambierà mai..come voi ridicoli che non avete altro da fare nella vita.

      PS: “come era successo la stagione scorsa gli erano uscite 2 belle gare e sparava gia’che meritava di essere il primo pilota perche’ lui vinceva”

      Peccato che poi, si è confermato lui il primo pilota di yamaha arrivando davanti a lorenzo a fine campionato. Quindi aveva ragione? quale è il problema?

  4. Avatar

    Durim

    3 marzo 2015 at 14:29

    Potevano non mancare le critiche in questo articolo?Già dal titolo si intuita, e tonykart non si smentisce mai. Ogni occasione è buona. Ridicoli come sempre

    A rossi hanno fatto delle domande, e Rossi ha espresso la sua opinione e come la pensava a riguardo. La verità tra l’altro…
    Ma amen, ridicoli che non valgono niente che sparlano di un pluri campione alla prima occasione?E’ una novità? No, nuovo anno, soliti idioti :)

    Forza Rossi :D

    • Avatar

      TONYKART

      3 marzo 2015 at 14:50

      andare in tv e sui giornali come un bambino piccolo,pestare i piedi e fare i capricci dopo 2 belle gare e circa 20 dietro lorenzo lo trovo un po ridicolo considerato che lorenzo molto elegantemente non ha opposto il suo rientro in yamaha dopo che se ne era andato a testa bassa,
      se per te e un comportamento da uomo…
      che faccia il suo mestiere come tutti gli altri e nn rompa le pçlle quando e’ in difficolta’,questi sono i regolamenti e non li ha scritti ducati,ci sono anche yamaha open………
      cogli@one

      • Avatar

        nandop6

        3 marzo 2015 at 19:42

        La verità è che quello che pensa Rossi sulla regola factory 2 lo pensano anche gli altri piloti, solo che non lo dicono, basta aspettare, se nei primi GP la Ducati si rivelerà competitiva e darà fastidio spunteranno anche gli altri come funghi.

      • Avatar

        Mefistio

        3 marzo 2015 at 21:16

        La verità è che se Ducati vincerà tre gare dovra rinunciare alle agevolazioni . Quindi ? di cosa sta parlando? se Ducati Vincerà e non ci sarà lui sopra! avremmo di nuovo il piagnisteo dei serbatoi aggiuntivi e tutte le stronzate che ha detto in passato…. Si è visto quando ha preso in mano la ducati il giorno dopo che Stoner è andato in Honda . Ma per favore …. finto campione dei miei stivali….. perde sempre molte occasioni per stare zitto e non parla mai dei casini che avrà con il suo compagno competitivo … antisportivo fino al midollo.

      • Avatar

        Bestlap

        4 marzo 2015 at 01:23

        Sta parlando di una competizione le cui regole NON SONO UGUALI X TUTTI come dovrebbero essere, ma pretendere che lo capiate voi è troppo mi rendo conto, salvo che se fosse stato Rossi ad avere avuto regole diverse allora sì avremmo sentito il piagnisteo dei nostalgici del canguro….

      • Avatar

        nandop6

        4 marzo 2015 at 07:53

        Mefisto
        Non sarà il caso di questo anno ma Hayden ha vinto un mondiale vincendo 2 sole gare.

    • Avatar

      Durim

      3 marzo 2015 at 15:13

      Non li ha scritti ducati, ma la categoria “factory 2” è stata ideata per ducati. E come detto Rossi, andava bene aiutarli quando evidentemente erano molto in difficoltà, ma ora sembrano essere a livelli abbastanza buoni da non averne più bisogno.

      Rossi in difficoltà? Sono passati 20 anni e te ancora non hai idea di chi sia Valentino Rossi. Quando mai hai visto Rossi andare forte nei test, nelle prove libere e nelle qualifiche? Rossi ha 36 anni e probabilmente non rischia in un test, sa che è inutile cercare di fare il tempo e infatti ha lavorato principalmente sul consumo gomma.

      Lorenzo un signore? Lo stesso signore che a inizio stagione dava la colpa alla moto, alle gomme ecc per giustificare i suoi risultati?Poi diceva di essere tornato in forma e di trovarsi con le gomme??Appena ha iniziato a fare buoni risultati il problema delle gomme è sparito. Wooow Rossi è l’unico che cerca scuse, lui che ha problemi?No, ma è l’unico che viene attaccato.

      • Avatar

        Micbatt

        3 marzo 2015 at 15:51

        Hai perfettamente ragione! Lo sport preferito è diventato attaccare sempre e comunque il campione di Tavullia …. anche quando non c’entra!
        In generale si dovrebbe avere del rispetto! Purtroppo questo sta diventando un “covo” di tifosetti da stadio ….. tornate pure ad adorare la Serie A Champions ed e Coppe calcistiche ….

      • Avatar

        TONYKART

        3 marzo 2015 at 16:38

        giustificare rispetto a chi?????forse rispetto a marquez!!!!! perche’ tutti si aspettavano lui come antagonista!
        rispetto a rossi???vittorie di rossi stagione 2013 e 2014 totale 3 lorenzo 10 solo che lorenzo considera la stagione 2014 un insuccesso a parita’ di vittorie di rossi,se uno scoltasse voi di come parlate del 2014 di rossi senza sapere che ha vinto solo 2 volte penserebbe che ha vinto il mondiale……prima guida yamaha ma per favore…..

      • Avatar

        Bestlap

        3 marzo 2015 at 17:47

        Prova a pensarla al contrario, se uno avesse ascoltato voi prima del mondiale 2014, cosa avrebbe pensato di Rossi..? E’ finito è bollito, mai più davanti a Lorenzo, è vecchio, non vincerà mai più una gara, poi alla fine secondo.. Nella migliore delle ipotesi, questo ipotetico soggetto, avrebbe pensato che non siete molto realisti, ti lascio immaginare la peggiore……

      • Avatar

        Micbatt

        3 marzo 2015 at 23:33

        E comunque … se questo regolamento ci fosse stato mentre Rossi era ancora in Ducati …. apriti cielo …. immagino già cosa si sarebbe scritto. … “dopo le gommine adesso l’aiuto dello zio …” etc…etc…etc…
        Come al solito nei detrattori di Rossi si misura l’alta incapacità d’essere obiettivi. Fatevi un bagno d’umiltà, accendete il cervello prima di scrivere e forse eviterete di scrivere caxxate!!!

      • Avatar

        Bestlap

        4 marzo 2015 at 08:55

        Nei detrattori di Rossi si misura l’alta INCAPACITÀ, punto e basta……!!!

  5. Avatar

    ueueue

    3 marzo 2015 at 19:58

    ..non so come non si possa portare rispetto a questi piloti in primis..
    ..ha commentato il regolamento che non piace a nessuno e che c’è di male ?!
    se la Ducati non vince da anni beh mi spiace..allora facciamo vincere la art che non ha mai vinto..
    gonfiamo un po di più le gomme dei primi così scivolano un po e c’è più spettacolo..i primi piloti in pole partono a spinta e così via..
    ..moto con pari privilegi come è sempre stato sarebbe il massimo..
    dire che Vale non sia stato meglio di Lorenzo quest’anno è una bestemmia..
    perchè devo guardare le vittorie di Rossi 2013 / 2014? che si fa la media come i bimbi?..a che scopo?
    in media ha vinto meno? chissenefrega..l’ultimo hanno l’ha fatto alla grande e speriamo si ripeta!

    • Avatar

      ueueue

      4 marzo 2015 at 08:56

      ..ovviamente anno senza h !

    • Avatar

      Ronnie

      4 marzo 2015 at 12:21

      Ahaha Far partire i primi a spinta come una volta mi sembra una buona ideaa magari lo fanno ahahhahah attento a proporre certe cose ahhaha

  6. Avatar

    Durim

    3 marzo 2015 at 21:13

    Valentino Rossi..il secondo pilota più vincente della storia del motociclismo. Senza offesa, ma Rossi è inattacabile, non importa cosa dite, rossi è il secondo pilota più vincente di sempre, e il primo parlando di epoca recente.
    Più lo mettete in discussione, più lo elevate a leggenda

    Ciaoo ridicoli :D

  7. Avatar

    Alessandro Casadei

    3 marzo 2015 at 22:24

    Solo una riflessione, caro Rossi:
    nessuno ha impedito a Yamaha ed Honda di iscriversi al campionato Motogp come Open ed avere i “vantaggi” di Ducati; quindi, se ti vuoi lamentare, fallo con la tua scuderia.

    • Avatar

      Bestlap

      4 marzo 2015 at 01:17

      C’è una anima buona che spieghi al riflessivo qui sopra che ducati non è open.. Se dopo km di scritti sull’argomento non l’hai ancora capito rifletti meno e leggi di più invece di scrvere ca22ate..

      • Avatar

        Doug

        15 marzo 2015 at 00:52

        La Ducati scelse di iscriversi come Open, con tutti i pro e contro (incluso il software unico). Poi tutto quel che è venuto dopo è stato esclusivamente a causa di Honda e Yamaha che han voluto imporre ULTERIORI limitazioni specifiche per Ducati concedendo in cambio il software factory. Non fosse stato per i giapponesi, la Ducati avrebbe corso esattamente con le stesse regole di Aspar, Ioda, Avintia ecc

    • Avatar

      Ronnie

      4 marzo 2015 at 12:22

      Ma che cavolo dici?? Honda e Yamaha non possono iscriversi come Open o meglio come factory2… Perché hanno vinto gare l’anno scorso… lo capisci o no?

      • Avatar

        Doug

        15 marzo 2015 at 00:17

        Ronnie e Bestlap: se non conoscete il regolamento e come è stato cambiato, evitate di parlare.

        La OPEN è nata come categoria aperta a tutte le squadre, comprese le ufficiali. Tanto che Ducati scelse di iscriversi come OPEN accettando senza riserve il software unico Dorna, mentre Honda e Yamaha preferirono rimanere Factory.
        Dopodichè i giapponesi fecero pressioni per imporre limitazioni a Ducati, quali i vantaggi “a scalare” in caso di podi o vittorie. A quel punto Ducati accettò pure questo, a patto però di avere il software libero perchè quello unificato non consentiva di attuare strategie sui consumi che si sarebbero rese necessarie nel caso avessero ridotto i litri di carburante durante la stagione.

  8. Avatar

    nandop6

    4 marzo 2015 at 08:00

    Mi sarebbe piaciuto sapere cosa avrebbero scritto i detrattori se al posto di Dovizioso ci fosse stato Rossi.

    • Avatar

      Bestlap

      4 marzo 2015 at 08:52

      Immagina.. puoi……..

      • Avatar

        nandop6

        4 marzo 2015 at 13:11

        Infatti lo so. Era solo una battuta per far riflettere. ;)

      • Avatar

        Bestlap

        4 marzo 2015 at 14:05

        Ciao Nando. Si lo so, anche la mia…

    • Avatar

      ueueue

      4 marzo 2015 at 11:22

      ..apriti cielo se Rossi fosse ora sulla Ducati..
      i regolamenti fatti ad hoc…la gommina solo x lui..bla e bla e bla..

      Previsione sulle Ducati..Iannone quasi sempre davanti al Dovi..

      • Avatar

        testoner

        4 marzo 2015 at 13:38

        ma non c’e’…. lui e’ scappato dopo averla sputt@nata e portata negli abissi!!! quindi fai piu’ bella figura a stare zitto…..

      • Avatar

        ueueue

        4 marzo 2015 at 14:00

        “”ma non c’e’…. lui e’ scappato dopo averla sputt@nata e portata negli abissi!!! quindi fai piu’ bella figura a stare zitto””

        ……..hahahahahaha!! ma smettila o scrivi seriamente?!
        Semplicemente RIDIcolo..

      • Avatar

        nandop6

        4 marzo 2015 at 15:03

        testoner
        Forse se vuoi dare la colpa ad un pilota per la non competitività della Ducati dovresti guardare il pilota precedente a Rossi. Stoner se ne andò dalla Ducati, pensi che nel 2011 senza Rossi avrebbe fatto una figura migliore? Cosa avrebbe fatto Preziosi? A che punto sarebbe oggi?

      • Avatar

        testoner

        4 marzo 2015 at 21:13

        @nandop. ma stai scherzando???? pensavo (e speravo….) che eri uno tra i pochi a ragionare qui dentro dei giallini…..
        ti ricordo solo che a valencia 2010 il giorno dopo la gara(e spero che ricordi come fini’….) rossi prese 2,7 secondi dal pimo…..
        detto questo ho detto tutto.
        con l’altro piu’ sopra nn perdo nemmeno tempo….
        buona serata nando

      • Avatar

        Bestlap

        4 marzo 2015 at 21:49

        Hai detto davvero tutto, molto più di quanto pensi…
        E’ evidente che tu non sei mai andato in pista e forse neanche in moto, se dici così. Chi è andato un minimo in pista sa benissimo che i tempi che fai con la tua moto, che conosci benissimo, non sono ripetibili sulla moto di qualcun’altro, mai scambiato la moto con un amico, non dico in pista ma anche x strada..? non ti senti sicuro non la conosci e finisci x andare molto più piano che con la tua.. figuriamoci in pista.. Voi avreste preteso che uno che ha sempre guidato giapponesi, quindi moto sicuramente più facili, salisse sulla GP10 e facesse gli stessi tempi del canguro, con una spalla malmessa e da operare tra l’altro..? Non mancate mai occasione x dimostrare che di motociclismo non ci capite un beneamato CA220, siete solo tifosi di calcio mancati…..

      • Avatar

        nandop6

        4 marzo 2015 at 22:10

        testoner
        Non stiamo parlando di chi guidasse meglio la Ducati ma della sua competitività, credi che nel 2011 Stoner avrebbe potuto vincere una gara? Forse non lo so ma il punto è che se ne andò lasciando una moto perdente per il mondiale e inguidabile per tutti i piloti, per cui sparare contro Rossi non lo vedo appropriato.

      • Avatar

        testoner

        5 marzo 2015 at 13:20

        bestlap certo che so cosa voglia dire andare in moto e sopratutto in pista…. e cosa centra il fatto che sceso da una moto e salito sull’altra??? casey il giorno dopo su honda fece il record del circuito….. valentino nel 2004 salii’ su yamaha per la prima volta a sepang e fece miglior crono….
        ti smentisci sempre di piu’!!!!
        forse tu nn sai davvero cosa voglia dire andare in moto,ma sopratutto.cosa voglia dire fare il pilota a quei livelli.

      • Avatar

        Bestlap

        5 marzo 2015 at 18:51

        Non sai di cosa parli, Rossi a sepang 2004 non fece il miglior crono, alla fine dei 3 giorni di test c’erano 4 honda in vetta, Rossi andò benino ma denunciò la poca potenza del motore.. Stoner nel 2010 scese da una moto difficile, che non girava e con un motore scorbutico, per salire su una moto più facile e si stupì (parole sue) x la docilità del motore honda, aggiungo che nel 2006 era già salito su una honda quindi ne conosceva l’impostazione generale. Rossi scese da una moto facile come la M1 x salire su una più difficile e completamente sconosciuta. La ducati è stata l’unica ad avere la configurazione a motore portante, quindi Rossi non aveva alcun riferimento neanche vago.. Mettici poi che non era neanche in forma x via della spalla con i legamenti distrutti e il quadro è completo. Personalmente quando in passato ho scambiato la moto con i miei amici non sono mai andato meglio che con la mia, se a te riesce tanto di cappello, sei sprecato dietro il bancone di un bar, dovresti essere in pista insieme ai piloti..

    • Avatar

      ligera

      17 marzo 2015 at 17:42

      Cos’è, vi state pentendo che sia passato in Yamaha?

      Vale ha già fatto troppi danni in Ducati e non saremmo certo a questo punto se Vale fosse rimasto.

      Per fortuna che ha scelto altri lidi, sta bene dove sta, con una moto in grado di permettergli di vincere, così avrete ancora più chiara la “misura”.

  9. Avatar

    Stonami77

    4 marzo 2015 at 12:15

    Le regole sono regole e poi credo che per la lotta per il titolo alla Ducati gli manchi il manico, ovviamente gli Andreas potranno fare l’ago della bilancia insieme a Rossi e Pedrosa tra Lorenzo e Marquez..

    • Avatar

      Ronnie

      4 marzo 2015 at 12:24

      L’ago tra la bilancia tra cosa esattamente? Marquez che le vince tutte e Marquez che ne vince qualcuna in meno di tutte?

      Se Marc non si fa male, la vedo dura anche con le Ducati competitive.

      • Avatar

        Stonami77

        4 marzo 2015 at 12:41

        Chiaro che Marquez parte favorito ma Lorenzo correrrà con una carogna sulla schiena, la nuova M1 ha ora il cambio seamless e credo possa essere più veloce, ma quello che quest’anno farà davvero la differenza è il “pilota”, o meglio secondo me Lorenzo è chiamatoa fare l’impresa con una prova di forza epica se vuole battere Marc, per gli altri la speranza c’è solo se Marc ha qualche intoppo a livello fisico ma questo non lo voglio nemmeno pensare

      • Avatar

        Ronnie

        5 marzo 2015 at 12:41

        Per battere Marc non basta Lorenzo, innanzitutto serve Pedrosa, che ha la sua stessa moto o circa la stessa moto, ma personalizzata per entrambi.

        Dani deve “rubare” punti e risultati a Marc, solo in quel caso diventa battibile, se cominciano a spartirsi i GP in cui Honda è favorita.
        Se Ducati riuscisse, non ha fare podi ma a vincere altri GP in cui Honda e solo Honda è favorita, allora si può cominciare a parlare di una possibilità per Lorenzo o Rossi.

        A loro volta però Rossi e Lorenzo, non devono rubarsi i punti e dovrebbero andare di doppiete ovunque Yamaha è favorita e di mettersi dietro Marc a turno dove commette errori… o spingerlo all’errore.
        In poche parole senza il gioco di squadra Yamaha non credo abbia chance.

  10. Avatar

    bcs

    4 marzo 2015 at 16:37

    Nemmeno a me piace molto questo regolamento, però se aiuta i team ad arrivare a giocarsela (anche solo in qualche occasione) con i top della classe ben venga.

    Poi, è difficilissimo arrivare a giocarsi il titolo, gare, podi in tutti i week end di gara con Honda e Yamaha, ma se porta team come Ducati Suzuki e Aprilia con il tempo ad inserirsi ben venga.

    • Avatar

      ueueue

      4 marzo 2015 at 17:08

      ..ma ci sta che si possano far inserire altri team..anche se un regolamento unico lo preferirei..
      la differenza FONDAMENTALE poi sta nel vederle certe cose..e considerarle quando si valutano certe prestazioni..

      vedere che l’anno scorso Ducati era molto più indietro e che quest’anno non ha bisogno della extramorbida per essere al pari degli altri..bravissimi..hanno recuperato alla grande..son contento per loro..hanno una moto che ora non ha più bisogno della extramorbida per essere alla pari o molto vicino a Honda o Yamaha..

      pensiero..
      Bello vedere che si inserisce nella lotta..ma poi se dovesse vincere grazie agli aiuti non toglierebbe un po di soddisfazione?
      ..un po come il mondiale di BridgeStoner?!

      • Avatar

        Bestlap

        4 marzo 2015 at 17:39

        EHEHEH.. bridgestoner… carina questa……

      • Avatar

        bcs

        5 marzo 2015 at 09:46

        E io cosa ho scritto scusa?

        In linea di massima questo regolamento non mi piace, ma se è il male di 1/2 stagioni per portare sempre più team a giocarsi qualche volta o sempre qualche risultato importante, ben venga.

        Perchè hai questo astio nei confronti di Stoner?
        Ti riferisci al mondiale vinto nel 2007?

        Be’ è fuori di dubbio che Ducati aveva un vantaggio dal punto di vista tecnico, ma per merito suo, non di altri.

        Hanno sviluppato e creato un motore da paura e hanno avuto la fortuna/capacità di indovinare le gomme migliori.
        Poi hanno avuto la fortuna (non la capacità) di prendere un pilota (che doveva essere una sorta di ripiego, aspettando Melandri) di nome Stoner che ci ha messo del suo.
        Così come l anno prima aveva messo del suo Capirex (arrivando molto vicino al titolo, impresa non riuscita per quel mentecatto di Gibernau).

        Salvo poi essere (Ducati) castrata in fatto di regimi di rotazione negli anni successivi.

        Quindi più che aiutini io direi un vantaggio tecnico ottenuto con meriti e visione del progetto.

        Soprattutto se consideri che quella categoria era un team chiamato Honda a volerla a tutti i costi, e di certo la realtà di Ducati non è paragonabile a quella dei Giapponesi.

        Io in quell’anno vedo solo dei gran meriti sia da parte di Ducati sia da parte di Stoner.
        Dove una ha saputo (con il genio dell’ ing Preziosi, qui tutti lo hanno dimenticato) trovare/sviluppare un vantaggio tecnico e Stoner ha saputo con la sua guida a vincere il titolo.

        Merito a Stoner e merito a Ducati per essere riusciti a fare ciò.

      • Avatar

        nandop6

        5 marzo 2015 at 10:13

        bcs
        Concordo con quanto detto, e parlo di fortuna perchè poi si è visto che con lo sviluppo delle gomme non sono stati capaci di sviluppare la moto per le loro caratteristiche.
        Comunque sono contento per Ducati e spero che lotti per il podio però quello che dice Rossi è vero non ci sono detrattori che reggono.

      • Avatar

        bcs

        5 marzo 2015 at 11:23

        E’ un po’ più complesso il discorso che la semplice fortuna, ma francamente è un discorso che ho fatto talmente tante volte che non ho più voglia di farlo.

        Ducati però è stata anche minata in quello che era uno dei suoi punti chiave, ovvero il regime di rotazione.

        Più che non essere capaci hanno intrapreso vie che (a mio modo di vedere) avevano poco senso, considerando il regolamento.

        però pazienza, storie vecchie.

        Io spero vivamente di vederla battagliare con i primi, poi si vedrà.

      • Avatar

        ueueue

        5 marzo 2015 at 11:44

        ..concordo con te bcs volevo appoggiare la tua tesi..
        la provocazione Bridgestoner sta nel notare , talento di Stoner a parte, le condizioni favorevoli che si crearono in quell’anno..condizioni meritate e date dalle scelte giuste per carità..

        ..la cosa che a me infastidisce è che spesso si danno per bolliti o superfavoriti alcuni piloti quando in realtà, hanno oltre che un grandissimo talento, la fortuna di trovarsi sul mezzo giusto al momento giusto..

        Metti Marquez sulla Art e probabilmente non vincerà i prossimi mondiali come penso farà con Honda..senza nulla togliere al suo talento..e senza nulla togliere a chi ha vinto i mondiali in precedenza..un esempio è quando si dice che Vale ha vinto 9 mondiali solo perchè aiutato..

      • Avatar

        bcs

        5 marzo 2015 at 12:50

        Allora concordo, pensavo che il tuo fosse uno dei tanti sfottò a Stoner (che poi può essere Valentino, Marc ecc, non importa).

        Però più che condizioni che si sono create io scriverei: condizioni che Ducati ha saputo creare e sfruttare.

        A mio avviso quel mondiale lì è stato qualcosa di unico, nel senso che la Ducati, una casa minuscola in confronto alle Jap ha saputo sfruttare un regolamento voluto dalla super potenza Honda, ed ha vinto.

        Anche se stimo Rossi come pilota, ero stra felice del mondiale vinto da Stoner e da Ducati (anche se non sono un ducatista, ma sono un suzukista convinto).

        Poi per il resto concordo con quello che hai scritto.

  11. Avatar

    Doug

    15 marzo 2015 at 00:12

    Rossi chiacchierone.
    La categoria OPEN era aperta a tutte le squadre, comprese le ufficiali. Se Honda e Yamaha han preferito rinunciarvi sono affari loro, mica colpa di Ducati.

  12. Avatar

    Alecx

    17 marzo 2015 at 13:29

    Toh Valencretino ha paura che la moto che ha mostrato il vero livello del suo talento(?) gli faccia mangiare la polvere, per lui sarebbe una vergogna insopportabile, ma credo che se la meriti tutta.
    Quindi, mi auguro che le prestazioni della Ducati, lo releghino nelle posizioni di rincalzo e pongano definitivamente fine alla sua fortunata carriera, ricca di successi solo per demerito altrui e per colpi di fortuna irripetibili.

  13. Avatar

    ligera

    17 marzo 2015 at 17:44

    Assodato che il vantaggio più grande della Ducati è la possibilità di procedere con lo sviluppo con in più un numero maggiore di “unità” che si possono utilizzare, dobbiamo pensare al fatto che le polemiche sono incentrati su altri aspetti e questi vengono tralasciati.

    Gli aspetti principali che suscitano scalpore, sono i litri in più di carburante, 24 al posto dei 22 e la possibilità di utilizzare una gomma più morbida, sia in gara che in qualifica.

    Analizziamo il “vantaggio” dato dai litri in più. Come dissi in tempi non sospetti e venni bellamente dileggiato, la Ducati non ha usato questo vantaggio, non ne aveva la necessità potendo usare il software factory. In definitiva, già dal 2014, la Ducati utilizzava i 22 litri di tutte le altre Factory e il “vantaggio” della Ducati non c’è assolutamente stato. Non è come dice Valentino che il “vantaggio” dato dai litri in più è irrisorio, il “vantaggio” non c’è proprio stato, la Ducati gareggiava con lo stesso quantitativo di carburante delle moto Factory.

    La gomma più morbida in gara. Questo “vantaggio”, l’anno scorso si è rivelato uno svantaggio. La Ducati, quanto, da regolamento, è stata costretta ad utilizzare coperture più morbide delle moto Factory, si è trovata in grosse difficoltà già da metà gara. Solo quando ha potuto usare le stesse coperture delle Factory, arrivava a fine gara in discrete condizioni di pneumatici. Come è risaputo, la Ducati consuma le gomme più dei rivali e questo, con gomme troppo morbide la penalizza. Pare che quest’anno, la Bridgestone abbia promesso di fare “finire” la gara anche ai pneumatici più morbidi, ma pensando che a breve ci sarà il passaggio alle Michelin, mi pare inverosimile che vengano fatti investimenti ora, ma staremo a vedere. Comunque, se le cose rimarranno come nel 2014, anche questo “vantaggio” risulterà inutile se non dannoso.

    La gomma più morbida in qualifica. Qui, non si può certo dire che la Ducati non ne trarrà giovamento. A parte una specifica condizione dove, l’extragrip fornito dalle coperture extrasoft possa risultare deleterio per la guida (parrà strano ma a volte capita se fate attenzione ai tempi e alle gomme usate nelle qualifiche), le gomme più morbide aiuteranno i piloti Ducati ad issarsi nelle primissime file. Questo non determina certo il risultato della gara, nel 2014, le prestazioni in gara erano più scadenti e i rivali, anche se partiti dietro, riuscivano a passare i piloti della Ducati dopo pochi giri, però, tale situazione può creare dei “buchi” che, i piloti più “lenti” nel sorpasso delle rosse, potrebbero fare fatica a ricucire. Questo però accadeva l’anno scorso e, se è vero come sembra che le prestazioni della Ducati, anche in simulazione gara, sono migliorate, allora le posizioni di vertice in partenza potrebbero essere conservate molto più a lungo del previsto e non si verrebbero a creare queste situazioni, deleterie per gli inseguitori (ma qui ci starebbe bene una faccina sorridente).

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati