MotoGP: Test Sepang 2 Day 3, Danilo Petrucci e Yonny Hernandez chiudono a ridosso della Top-10

I due piloti del team Pramac soddisfatti di questo test malese

MotoGP: Test Sepang 2 Day 3, Danilo Petrucci e Yonny Hernandez chiudono a ridosso della Top-10MotoGP: Test Sepang 2 Day 3, Danilo Petrucci e Yonny Hernandez chiudono a ridosso della Top-10

I piloti del team Ducati Pramac, Danilo Petrucci e Yonny Hernandez chiudono il test di Sepang uno vicino all’altro, rispettivamente con il 12° ed il 13° tempo a meno di 1 e 2 decimi dalla Top 10. Entrambi i piloti hanno lavorato sul setup della moto in cerca del miglior pacchetto da portare in pista gia nel prossimo test del Qatar.

“Sono molto contento del lavoro fatto – ha affermato Danilo Petrucci – Ringrazio la squadra perchè siamo andati in crescendo, azzeccando praticamente tutte le scelte. Alla fine con gomme da gara ho quasi eguagliato il tempo fatto con la morbida. Quasi mi dispiace di non aver avuto nel pomeriggio la morbida. Sono contento di aver trovato un buon feeling con la moto girando costantemente a 2’00”.8 con le gomme da gara. Alla fine abbiamo trovato un buon setting, giro dopo giro comincio a capire, prendendo spunto dai dati dei due piloti ufficiali Ducati da cui sto imparndo molto. Voglio andare in Qatar guardando molto al passo gara perchè poi conteranno solo i punti. E i presupposti per far bene ci sono tutti. Ringrazio di nuovo la mia squadra e anche gli uomini Ducati che mi stanno aiutanto molto”.

“Sono molto contento – ha aggiunto Yonny Hernandez – perchè sono riuscito a migliorare giorno dopo giorno anche se il dolore alla spalla è ancora forte soprattutto quando provo a spingere per cercare il tempo. Ho bisogno di lavorare e fare molte terapie alla spalla per arrivare al 100% in Qatar. Ma sono soddisfatto per i miglioramenti registrati qui a Sepang. Il giro veloce nel pomeriggio? Si, sono riuscito a far bene ma ancora non ho forza nel braccio quando spingo forte per guidare la moto come deve essere guidata. Ho comunque chiuso i test senza incidenti e questo è un buon segnale. E’ stata la prima vera occasione per salire sulla GP14.2 e le mie impressioni sono molto buone. Con la gomma morbida la moto si dimostra molto più veloce rispetto a quella dello scorso anno e con le gomme dure sento una maggiore confidenza”

Foto: Alex Farinelli

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati