Superbike: Leon Haslam vince Gara 2 al photofinish

Ancora un grandissimo spettacolo in pista: il neo pilota Aprilia si prende su Rea la vittoria che gli è sfuggita in Gara 1. Piazza d'onore per Chaz Davies. Grande prova dei debuttanti Van der Mark e Torres.

Superbike: Leon Haslam vince Gara 2 al photofinishSuperbike: Leon Haslam vince Gara 2 al photofinish

Sono stati ventidue giri al cardiopalma quelli visti in Gara 2 a Phillip Island: Leon Haslam forte di una grandissima RSV4 vince proprio sotto la bandiera a scacchi davanti a Jonathan Rea e a Chaz Davies, che fino all’ultimo hanno provato a salire sul gradino più alto del podio.

Se Haslam è stato il protagonista di Gara 1, nella seconda manche i riflettori sono tutti per Michael Van der Mark che a metà gara vola davanti a tutti, conducendo con autorevolezza il gruppo per una manciata di giri prima di calare, anche a causa del deterioramento delle gomme: purtroppo per lui finisce nella ghiaia a 2 giri dal traguardo.
La stessa sorte era toccata nella tornata precedente all’altro rookie protagonista della manche: Jordi Torres scivola a 200 km/h mentre stava lottando con Tom Sykes per una possibile quarta piazza, dopo un’ottima condotta di gara.

Davvero un bel round per Chaz Davies che regala due podi alla Ducati nel debutto stagionale: speriamo che possa essere di buon auspicio per il resto del Campionato, in attesa che Davide Giugliano riprenda il suo posto in squadra.

Gara sotto le aspettative invece per Tom Sykes: Phillip Island non è la sua pista e si vede, il quarto posto era davvero il massimo che potesse fare oggi, anche se il doppio podio, con vittoria in Gara 1, del suo neo compagno di box gli metterà certamente ulteriore pressione e indurrà a confronti che potrebbero alla fine risultare scomodi.

Anche Sylvain Guintoli dal canto suo non potrà dormire sonni tranquilli in Honda, nonostante il buon quinto posto finale: oltre al “ragazzino terribile” Michael Van der Mark che oggi ha fatto appunto vedere grandi cose in pista, c’è una moto che fatica ad adattare al suo stile di guida, complice anche le condizioni fisiche non perfette.

La top ten è completata da un ottimo sesto posto di Nico Terol, positivo quindi anche il suo debutto in Superbike, che precede un Randy De Puniet autore di una bella rimonta, Leon Camier, Matteo Baiocco e Ramos al decimo posto.

Certo che se lo spettacolo che vedremo quest’anno in Superbike sarà sempre questo ci sarà di che divertirsi: per il momento i cambi di regolamento stanno sortendo gli effetti sperati, unica nota stonata i tempi sul giro un po’ alti, ma si sa che Phillip Island è una pista anomala dove le condizioni meteo fanno davvero la differenza.

Prossimo appuntamento fra poco meno di una mese in Thailandia: circuito nuovo e stesse incognite per tutti.

Di seguito l’ordine d’arrivo di Gara 2:

1. HASLAM Leon Aprilia RSV4 1’31.889
2. REA Jonathan Kawasaki ZX-10R +0.010
3. DAVIES Chaz Ducati Panigale R +0.298
4 SYKES Tom Kawasaki ZX-10R +5.242
5. GUINTOLI Sylvain Honda CBR1000RR SP +14.649
6. TEROL Nicolas Ducati Panigale R +16.025
7. DE PUNIET Randy Suzuki GSX-R1000 +22.300
8. CAMIER Leon MV Agusta 1000 F4 +23.606
9. BAIOCCO Matteo Ducati Panigale R +23.818
10. RAMOS Román Kawasaki ZX-10R +35.775 +11.957
11. MERCADO Leandro Ducati Panigale R +39.929
12. BARRIER Sylvain BMW S1000 RR +46.267
13. BARRAGÁN Santiago Kawasaki ZX-10R +57.893
14. PEGRAM Larry EBR 1190 RX +62.676
15. PONSSON Christophe Kawasaki ZX-10R +65.262
16. BAYLISS Troy Ducati Panigale R + 1 LAP
17. TOTH ImreBMW S1000 RR +1 LAP

RT. VD MARK Michael Honda CBR1000RR SP
RT. TORRES Jordi Aprilia RSV4 RF
RT. METCHER Jed Kawasaki ZX-10R
RT. LOWES Alex Suzuki GSX-R1000

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

3 commenti
  1. Avatar

    nandop6

    22 febbraio 2015 at 19:32

    Bravissimo Rea che mette dietro il blasonato compagno di squadra in tutte e due le gare, Haslam un po ingenuo a non chiudere le traiettorie a Rea nell’ultimo giro, poteva vincere anche la prima. Delusione Guintolin che le ha prese dal novellino compagno di box.
    Altra mossa sbagliata di Melandri anche se non per colpa sua, questo anno era quello buono in SBK.

  2. Avatar

    nandop6

    22 febbraio 2015 at 19:41

    Bravo anche Troy Bayliss, sapevo che non avrebbe fatto un grande risultato ma per l’età e gli anni di inattività è stato anche troppo bravo, da notare la grandissima differenza dello stile di guida da tutti gli altri.

  3. Avatar

    testoner

    22 febbraio 2015 at 21:32

    penso che il mondiale sara’ un fatto tra jonny rea e leon haslam….. finalmente tutti e due si ritrovano il mezzo che meritano!!
    e nn escludo il grande tom….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati