Superbike: Seconda fila per Alex Lowes a Phillip Island

Randy De Puniet si è dovuto invece accontentare del 12esimo tempo. Il Team Voltcom Crescent Suzuki è comunque fiducioso per le gare di domani.

Superbike: Seconda fila per Alex Lowes a Phillip IslandSuperbike: Seconda fila per Alex Lowes a Phillip Island

Anche Alex Lowes, come tutti i piloti scesi questa mattina (ora italiana) in pista a Phillip Island per la seconda manche della prima Tissot Superpole della stagione, si è dovuto accontentare del crono fato registrare senza gomme da qualifica: con il suo 1’32.042 partirà dalla quinta casella in griglia.

A Randy de Puniet è andata decisamente peggio, nonostante un continuo miglioramento delle prestazioni nel corso dei quattro turni di libere, il francese non è riuscito a qualificarsi per la seconda manche di Superpole, e si è dovuto accontentare del 12esimo tempo: per lui si preannuncia una gara in salita viste anche le non perfette condizioni fisiche a seguito della caduta dei giorni scorsi.
Il suo terzo posto nella prima manche è però anche dovuto al fatto che il team si è accorto troppo tardi che un pilota finito davanti a De Puniet ha utilizzato due set di gomme da qualifica al posto dell’unico set da regolamento.

“Non è stato facile oggi, ma abbiamo finito in una buona posizione in griglia” – ha dichiarato Alex Lowes – “Ho fatto un errore in FP4 e sono scivolato a 200km/h ma fortunatamente sono al 100%. I ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro adattandomi la moto di riserva per la Superpole, ma era la prima volta che la guidavo e non è andata veloce come avrei voluto con le gomme da gara. Adesso bisogna vedere come possiamo migliorare la GSX-R per le calde temperature che ci saranno domani, che hanno completamente cambiato il comportamento della pista. Grazie a tutto il team per aver fatto un ottimo lavoro, a prescindere dalle condizioni di domani darò il massimo”.

“Non è stata una giornata facile, ma abbiamo lavorato bene e il comportamento della moto in FP4 era davvero buono e ho avuto un buon ritmo, ma sapevo che per me entrare in Superpole 2 sarebbe difficile, perché faccio fatica con a spingere a fondo a causa delle mie precarie condizioni fisiche” – ha detto Randy de Puniet – “Avrei dovuto essere in grado di qualificarmi in Superpole 2, ma un pilota davanti a me ha usato due gomme da qualifica, e purtroppo non ce ne siamo accorti subito, così ho finito in terza posizione.Domani partirò dalla 12esima posizione, non è il posto massimo, ma spero di stare bene fisicamente per poter partire bene. Ho solo bisogno di aspettare due o tre giri per sentirsi bene sulla moto e spero di non perdere troppe posizioni, di stare con il gruppo e mantenere un buon ritmo. Saranno due gare difficili domani per me, ma io sono qui che è la cosa più importante, e cercherò di prendere più punti che posso “.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati