Superbike: Entusiasmo per il ritorno in pista di Troy Bayliss

I protagonisti si dicono entusiasti di avere il tre volte iridato come avversario in Australia.

Superbike: Entusiasmo per il ritorno in pista di Troy BaylissSuperbike: Entusiasmo per il ritorno in pista di Troy Bayliss

Sarà anche un ritorno ‘una tantum’ nel Campionato Mondiale Superbike, ma la partecipazione di Troy Bayliss al round australiano ha suscitato entusiasmo tra gli altri piloti della competizione, che nel corso della consueta conferenza stampa del giovedì hanno commentato la scelta di Ducati.

“Per quanto mi riguarda è una cosa fantastica” – ha ammesso Alex Lowes – “Troy è uno dei miei idoli di sempre. Quando ero giovane l’ho visto arrivare in BSB e vincere con il suo stile, è stato fantastico ai tempi. Non vedo l’ora di vederlo in pista insieme a noi. Non credo che sarà lo stesso, ovviamente, se lo vedrò infilarsi all’interno del tornantino Honda! Spero ovviamente che farà un buon lavoro e sono contento di dividere la pista con lui.”

“Non credo che ci metterà in imbarazzo” – ha commentato il Campione del Mondo in carica, Sylvain Guintoli – “È difficile dire cosa sarà in grado di fare, potrebbe davvero riservarci delle sorprese ed essere davvero veloce. Non sarà facile per lui, ma ha davvero mostrato gli ‘attributi’ nel tornare e rimettersi in gioco! Ha tutto il mio rispetto”.

Il rookie Jordi Torres crede che l’arrivo del tre volte campione possa permettere finalmente di mettere a confronto stili di guida di generazioni differenti, mentre Jonathan Rea ricorda con piacere la prima fila condivisa con l’australiano nel 2008 a Portimao, quando il britannico fece il suo debutto in categoria proprio durante l’ultimo round in carriera di Bayliss.

“Sono stato davvero fortunato di aver potuto prendere parte all’ultimo round della carriera di Troy” – ha ammesso lo stesso Rea – “Abbiamo condiviso la prima fila ed ora c’è un nuovo, piccolo capitolo, della storia. Credo che ciò che sta facendo sia incredibile. Tanti fan verranno qui per vederlo, poiché Rea è una leggenda del motociclismo. Quando ho visto le indiscrezioni su Twitter e poi la notizia ufficiale, ero davvero al settimo cielo. È vero che credo nelle favole, ma il mio pensiero successivo è stato ‘Aspetta un secondo, metti caso che tutto va bene e mi fa passare per un pivello, visto che è da anni che provo a vincere qui? (ride) A parte gli scherzi, sono felice di condividere la griglia con lui di nuovo”.

Tra tutti loro, Chaz Davies potrà osservare il campione australiano da una posizione “privilegiata”, dato che condividerà il box con lui: “Come tutti gli altri, sono davvero entusiasta di vederlo in pista di nuovo, ma se dovesse essere anche competitivo beh, questo cambierebbe le cose!” – ha ammesso il pilota gallese – “Non puoi mai considerarlo fuori dai giochi. Sarà competitivo, no? Si è mantenuto in gran forma dopo il ritiro e, da quanto mi è parso di capire, è stata una conclusione di carriera che non ha mai voluto appieno. Basta guardarlo per capire quanta voglia abbia ancora di far bene, sembra lo stesso di sempre.
Sarà fantastico. È una buona notizia per i fan e per noi una grande possibilità di poter correre contro di lui. Quando ero più giovane ed ho iniziato la mia carriera in BSB, nel Superteen Challenge (monomarca Aprilia), Troy era uno dei pochi che veniva ogni fine settimana a parlare con noi, per chiedere come andava. Il poter condividere la pista ed il box con lui è un onore per me, fino al momento in cui mi darà paga (ride)!”

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati