MotoGP: Finalmente è arrivata, ecco la nuova Ducati Desmosedici GP15

Presentata all'Auditorium di Borgo Panigale la nuova "arma" di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone

MotoGP: Finalmente è arrivata, ecco la nuova Ducati Desmosedici GP15MotoGP: Finalmente è arrivata, ecco la nuova Ducati Desmosedici GP15

Ducati MotoGP – Eccola! E’ stata finalmente svelata al grande pubblico la nuova Ducati Desmosedici GP15, moto progettata interamente dall’Ing. Luigi Dall’Igna e che affronterà il motomondiale 2015 con i due italiani, il confermato Andrea Dovizioso e il promosso Andrea Iannone, ex Pramac Ducati.

Una moto su cui vengono riposte tutte le speranze degli uomini in rosso, orgogliosi dei loro colori, così come tutti i tifosi della Ducati, che sperano di tornare a vincere la sfida più dura, affermarsi in MotoGP, cosa riuscita solo nel 2007, quando in sella c’era l’australiano Casey Stoner, oggi tester Honda.

Ecco le prime parole dell’Ing. Luigi dall’Igna: “La moto ha sia qualcosa di continuo, ma anche di rivoluzionario! La nuova Desmosedici ha software e termodinamica del motore discendenti dalla GP14.3. A Sepang 2 ripartiremo da un assetto molto simile a quello utilizzato nell’ultimo giorno di Sepang 1. Il nostro obiettivo per il 2015 è portare a casa almeno una vittoria. Abbiamo davanti due case con tecnologia da vendere (Honda e Yamaha) con 4 piloti ritenuti da tutti i migliori in MotoGP. Io sono convinto che anche i nostri siano al loro livello. Dovizioso e Iannone completamente diversi. E’ anche per questo che li abbiamo presi. L’obiettivo di Ducati è aumentare la conoscenza delle moto per poi trasferirla sulle moto di tutti i giorni. E’ quindi importante capire tutte le situazioni.”

Una moto davvero bella da vedere e di cui a breve avremo tutte le informazioni.

Video Presentazione Ducati GP15

Restate connessi! Stay Tuned!

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

6 commenti
  1. Avatar

    mirco993

    16 febbraio 2015 at 12:11

    Veramente bella..E secondo punteranno molto più in su di quanto dicono, visto già il buon livello che aveva raggiunto la gp14.3…
    Le yamaha e le honda devono avere paura, la ducati è tornata quella che era nel 2007 e 2008 o almeno spero, prima della catastrofe del 2009 col telaio monoscocca…
    Con l’arrivo prima dell’audi e poi di dall’Igna la ducati in 1 anno e mezzo si è ripresa subito…
    Quest’anno fra una ottima ducati con due piloti italiani molto bravi, Rossi con buone aspettative e bastianini, fenati e gli altri in moto3, speriamo che qualcosa di buono nel mondiale si riesca a fare….

  2. Avatar

    Bouc

    16 febbraio 2015 at 12:23

    A prima vista sembrava avessero alzato tanto il motore… ma in realtà mi sembra che sia il telaio che scende più “dritto”. Poi hanno tolto le “prese d’aria” sul codone, sarà per nascondere un mass dumper?

    Aspetto con impazienza le valutazioni del buon Manziana su motocorse.

  3. Avatar

    PB16

    16 febbraio 2015 at 14:06

    Ma per favore…fa cagare….il codone sembra stile anni ’90….l’attaccatura della presa frontale nn si può vedere, sembra un giocattolo, poi cmq muso brutto….e linea in sè di tutta la moto brutta….bah

  4. Avatar

    Micbatt

    16 febbraio 2015 at 17:18

    La Ducati più brutta che abbia mai visto …. ma spero sia competitiva quanto brutta ! :-)
    In bocca al lupo ad Andrea Iannone e Andrea Dovizioso!

  5. Avatar

    bcs

    17 febbraio 2015 at 19:24

    Esteticamente nemmeno a me piace, anzi forse è la più bruttina.
    Ma questo non è importante.
    L’importante è che sia competitiva, nel senso che questa moto deve risolvere il problema cronico di Ducati, nella sua intolleranza a chiudere le curve.
    Più volte ho scritto che per me quel problema era da imputare al motore per una serie di ragioni.

    Fatto sta che la moto ha subito una pesante cura dimagrante.

    La moto bella è quella che vince, mai dimenticarlo.

    Quindi auguri a Ducati, ma sempre e cmq FORZA SUZUKI (non sarà veloce come Ducati, ma è molto ma molto più bella almeno hihiihih).

  6. Avatar

    Ronnie

    19 febbraio 2015 at 16:06

    Sembra un po’ un bulldog molto corta bassa e tozza.

    Hanno preso un anteriore in stile Honda o Suzuki di qualche anno fa, un posteriore stile Yamaha ma più spigoloso, e tanto concentrata al centro anche il serbatoio è tozzo.

    Secondo me lavoreranno ancora sul snelliera il più possibile.

    Io sinceramente dei quella degli ultimi anni ero stufo, non cambiava mai nulla esteticamente, era sempre la solita ciofeca, alta, lunga, poco maneggevole.

    Questa non sembra bellissima perchè è tozza, forse è anche la grafica che gli hanno applicato, ma se va bene o se va circa bene e snellendola un po’ riescono a tirare fuori il massimo, che male c’è?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati