MotoGP: Cal Crutchlow “La caduta di Austin ha condizionato la mia stagione”

Quest'anno il pilota britannico sarà in sella alla Honda Factory del Team LCR

MotoGP: Cal Crutchlow “La caduta di Austin ha condizionato la mia stagione”MotoGP: Cal Crutchlow “La caduta di Austin ha condizionato la mia stagione”

Cal Crutchlow parlando della sua unica stagione in sella alla Ducati MotoGP (il prossimo anno correrà con la Honda Factory del Team LCR), ha sottolineato come la caduta di Austin, avvenuta in gara, abbia condizionato la sua stagione. Quella caduta, avvenuta dopo essere tornato ai box e aver cambiato gomma, lo ha pesantemente influenzato sia dal lato fisico che da quello mentale. Ecco cosa ha detto a tal proposito ad Autosport.

“Non credo che tutto sia dipeso dalla moto. Sono il primo ad ammettere che non stavo guidando bene. La caduta di Austin è stata però un punto cruciale, fino a quel momento mi sentivo fiducioso. Penso che sia stato probabilmente uno dei più grandi incidenti della mia carriera. Dopo quella caduta non ero più disposto a spingere e prendere rischi tanto quanto avevo fatto fino a poco prima. C’è voluto del tempo perché tornassi a spingere perché non avevo sensibilità reale di comprensione o della moto. Una volta ritrovato il feeling sono tornato a spingere.”

Il pilota britannico ha comunque sottolineato come ci fossero problemi nel suo box: “Non fraintendetemi, abbiamo avuto un sacco di problemi nel box, anche molti guasti meccanici, ma una nel finale di stagione siamo comunque riusciti a far bene.”

MotoGP: Cal Crutchlow “La caduta di Austin ha condizionato la mia stagione”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

3 commenti
  1. Ronnie

    2 gennaio 2015 at 20:02

    Non va sempre bene quando si cambia moto, ci ha provate e non è andata.
    In Yamaha poteva di sicuro fare meglio, ma avrebbe guadagnato meno, ora deve solo adattarsi alla Honda.

    • Durim

      6 gennaio 2015 at 19:06

      Non centra niente Ronnie, ma vatti a leggere
      “MotoGP, Lorenzo: Marquez ci ha bastonato tutti” su GPone.

      Lorenzo dice che la moto di pol espargarò è “al massimo 2 decimi più lenta” della sua e che lui con la moto di pol farebbe regolarmente podio e avrebbe vinto qualche gara.
      Non per qualcosa, giusto per dirti che avevi torto, anche su questo argomento, come su tutti gli altri ;)

  2. bcs

    5 gennaio 2015 at 11:18

    Guido Meda é passato a Sky. Sarà vicedirettore per gli sport motoristici (F1 e Motomondiale) e sopratutto tornerà ad essere la voce della Motogp (insieme a Capirex. Anche se io spero nella storica coppia Meda Reggiani). Meglio così francamente Zoran era un po’ scarsino.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP Gp Austria: Sunday Guide, statistiche pre-evento

E’ la prima volta che tra i primi quattro posti in griglia ci sono tre Ducati, per la precisione Dovizioso, Lorenzo e Petrucci.
Condividi su WhatsApp Marc Marquez si è qualificato in pole position per la seconda volta consecutiva al GP d’Austria. Il