MotoGP: “Stop Cancer” 255.000 Euro per il casco dei record

Il casco "rosa" è stato firmato da 12 "grandi" del motociclismo ed è risultato il casco più costoso in un asta

MotoGP: “Stop Cancer” 255.000 Euro per il casco dei recordMotoGP: “Stop Cancer” 255.000 Euro per il casco dei record

Asta da record quella per “Stop Cancer”, il cui oggetto era un casco autografato da 12 grandi del Motociclismo. Alberto Hernandez studente universitario spagnolo da sempre appassionato di motociclismo è riuscito a conoscere Oscar Haro, collaboratore del team CWM LCR, il cui patron è Lucio Cecchinello. Da questa amicizia era nata l’idea di creare un progetto per raccogliere fondi per AECC, l’Associazione Spagnola Contro il Cancro (www.aecc.es) e Riders For Health (www.riders.org).

La loro idea è stata quella realizzare un casco rosa, come il colore di alcune associazioni di ricerca e farlo autografare più grandi Campioni del Motociclismo, per poi metterlo all’asta.

A firmarlo sono stati piloti del calibro di Giacomo Agostini, Angel Nieto, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Marc Marquez, Dani Pedrosa, Wayne Rainey, Loris Capirossi, Alex Criville, Wayne Gardner, Scott Russell e Randy Mamola. 12 grandi del motociclismo che nella loro carriera, sommati insieme, hanno vinto 58 Titoli Mondiali. Un casco quindi da Guinness dei primati che ha ricevuto anche l’approvazione e l’autografo dal CEO di Dorna, Carmelo Ezpeleta.

Per dare più visibilità al progetto sono stati utilizzati anche le radio e i nuovi canali, i social network e questo ha permesso di raggiungere più di 10 milioni di persone in tutto il mondo.

Ad aggiudicarsi l’asta Anthony Constantinou, CEO di CWM FX e Title Sponsor 2015 del team CWM LCR Honda che una volta conosciuta l’iniziativa aveva deciso di partecipare all’asta, offrendo ben 00.000 Sterline (255.000 Euro).

“Con così tante famiglie colpite dal Cancro, è fondamentale che tutti noi ci uniamo per supportare le Organizzazioni Benefiche che forniscono servizi di vitale importanza ai pazienti ed i loro cari ha detto Anthony Constantinou – Il Team ha svolto un ottimo lavoro per generare una maggiore consapevolezza e raccogliere fondi. Sono lieto di aver potuto giocare un ruolo in questa importante causa e spero che ispiri altre persone a farsi coinvolgere nella lotta contro il Cancro.”

Quello di “Stop Cancer” è un casco da record, il più costoso al mondo. Nessun altro aveva mai raggiunto tale cifra ad un’asta. Il record precedente apparteneva al casco del compianto Ayrton Senna, che nel 2012 ha totalizzato 74.750 Sterline (94.200 Euro) seguito da quello di Sebastian Vettel, venduto nel 2013 per 72.100 Sterline (90.900 Euro).

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

5 commenti
  1. Avatar

    Ronnie

    4 dicembre 2014 at 15:04

    Ecco buttando li provocazioni a caxxo come fa certa gente, meglio non usare insulti, se no poi fanno la ramanzina come a Durim…; si può dire così a caxxo tanto per, che tra quei 12 nomi non c’è quello di Stoner, magari non gliel’hanno nemmeno chiesto… ma usanto solo 2 neuroni come certa gente, si possono trarre conclusioni affrettate e dire che Casey Stoner è una brutta persona, non aiuta questa causa e bla bla bla…

    Perché se è per polemizzare su un certo pilota sono sempre li in fila i soliti, e giù maree di … così tanto per…

  2. Avatar

    Lyon66

    4 dicembre 2014 at 23:30

    Stoner per queste cose non ha tempo…, oggi leggevo sulla Gazzetta che oltre alla pesca si è dato anche alla caccia all’anatra; tra l’altro sul web molti hanno contestato il fatto che avesse con se la figlia piccola in mimetica.

    Le sue risposte, se ricordo bene sono state: sono un ragazzo di campagna cresciuto con quello che offre a terra e… mia figlia deve sapere da dove arriva il cibo, non è al supermercato per magia.

    Onore a questi 12 campioni che si sono resi disponibili a favore di quest’iniziativa in favore dell’associazione per la ricerca sul cancro, peccato per Casey perchè la sua firma sul casco ci sarebbe stata bene, aldilà del giudizio di ognuno.

    Grandi: anche se si parla sempre di pubblicità e visibilità sono campioni di generosità verso i “veri” problemi; il cancro…

  3. Avatar

    Lyon66

    4 dicembre 2014 at 23:36

    E grande Anthony Constantinou, CEO di CWM FX e Title Sponsor 2015 del team CWM LCR Honda ovviamente.

    Queste cose a me mettono gioia perchè aldilà dei problemi quotidiani, politici (tutti) magna magna, ecc. una notizia così ti cambia l’umore e da felicità.

    Sarà che m’accontento di poco…

    Buona serata a tutti ;-)

  4. Avatar

    Stonami77

    5 dicembre 2014 at 11:18

    Evidentemente nessuno ha chiesto a Stoner di mettere la sua firma, di certo non avrebbe rifiutato; oltre al fatto che se parliamo di beneficenza credo sia più corretto che ognuno la faccia da se (e senza farne eco), queste sono semplici iniziative e che, detto francamente, non costano nulla ai diretti interessati

  5. Avatar

    Lyon66

    5 dicembre 2014 at 12:35

    Credo anch’io che nessuno abbia chiesto niente a Casey,riguardo all’iniziativa privata mi auguro che qualcosa versino anche personalmente in forma anonima.

    Dubito… vero è che un casco, una tuta, ecc. firmati da 12 campioni sportivi se messa all’asta ha più possibilità di raggranellare cifre importanti, così come le partite dei cantanti contro personaggi pubblici, ecc.

    Anche il team Pramac insieme a Petrucci ha avuto un’ottima idea, questa aperta a tutti tramite lotteria, gli africani vanno aiutati nello sviluppo della “loro” terra.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati