MotoGP: Danilo Petrucci “Non mi pongo degli obiettivi, preferisco crescere passo dopo passo”

Il centauro ternano sarà protagonista anche al MotorShow di Bologna

MotoGP: Danilo Petrucci “Non mi pongo degli obiettivi, preferisco crescere passo dopo passo”MotoGP: Danilo Petrucci “Non mi pongo degli obiettivi, preferisco crescere passo dopo passo”

Danilo Petrucci correrà il prossimo anno in sella alla Ducati del Team Pramac. Per il pilota ternano è una grande occasione per mettersi in mostra in sella ad una moto competitiva e che ha permesso ad esempio ad Andrea Iannone di approdare nel team interno Ducati. Domenica 7 dicembre sarà protagonista al MotorShow di Bologna, dove parteciperà ad un esibizione della NASCAR Whelen Euro Series. Ecco cosa ha detto un un’intervista concessa al sito ufficiale della MotoGP.

“Sono molto contento di essere arrivato nel Team Pramac. Dopo il Gran Premio di Valencia, abbiamo iniziato il pre-campionato 2015 con una tre-giorni di test molto importante: in particolare, nella seconda giornata, ho chiuso al comando girando su asfalto bagnato. Il terzo ed ultimo giorno poi ho terminato in settima posizione, ‘soltanto’ a 6 decimi da Marc Marquez: per me è un risultato giá straordinario, se consideriamo che era la prima volta che salivo in sella alla nuova moto. Sono felice di esser arrivato nel team Pramac, o meglio, di esser rientrato in Ducati dopo l’esperienza come collaudatore di qualche anno fa; la moto poi è velocissima.”

Come hai affrontato i test di Valencia?

“I test di Valencia avevano come obiettivo quello di prendere del feeling con la squadra e con la moto, non era importante andare forte. Ora ho davanti un inverno per allenarmi fisicamente per arrivare ai primi test di Sepang a febbraio in perfetta forma. Per me sará la prima volta in carriera, nonostante sia al mio quarto anno in MotoGP, che inizieró sin dalla prima uscita ufficiale della stagione e arrivare preparato alla gara inaugurale in Qatar.”

Quali sono i tuoi obiettivi per la prossima stagione?

“I test di Valencia non sono stati molto indicativi: non mi pongo degli obiettivi, preferisco crescere passo dopo passo, ma credo anche che, in alcune gare, posso riuscire a stare nella top ten. E magari, a giocarmela proprio con il mio compagno di squadra: Yonny [Hernandez] è un bravissimo ragazzo, sará una bella lotta con lui.”

Foto: Alex Farinelli

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati