MotoGP, Test Valencia Day 3: Marquez chiude in testa, Petrucci prima Ducati

Il due volte campione del mondo della MotoGP finisce al Top la stagione, Rossi è quinto

MotoGP, Test Valencia Day 3: Marquez chiude in testa, Petrucci prima DucatiMotoGP, Test Valencia Day 3: Marquez chiude in testa, Petrucci prima Ducati

Si sono da poco conclusi i test di Valencia, che hanno visto impegnate le squadre nel primo test in ottica 2015. Tante le novità in pista, come scritto nei giorni scorsi e tra queste il ritorno dell’Aprilia, il ritorno della Suzuki, il passaggio di Cal Crutchlow alla Honda, l’arrivo di Jack Miller dalla Moto3 alla Honda Open, quello di Loris Baz ed Eugene Laverty dalla Superbike, senza dimenticare la promozione di Andrea Iannone nel Team interno Ducati, con annesso passaggio di Danilo Petrucci dalla ART dello Iodaracing (dove è arrivato Alex de Angelis) alla Ducati GP14 del Team Pramac.

Il più veloce della tre giorni è stato il due volte campione del mondo della MotoGP Marc Marquez, che ha fermato il cronometro sul tempo di 1:30.973. Il #93 della Honda ha provato la nuova RC213V 2015, trovando sia aspetti positivi che altre aree da migliorare.

Alle sue spalle in questa ultima giornata si è piazzato il suo team-mate Dani Pedrosa, staccato di 0.146. Terzo tempo per la Yamaha Factory di Jorge Lorenzo, che ha girato in 1:31.164. Alle spalle del maiorchino il compagno di marca Pol Espargarò.

Quinto tempo per il nostro Valentino Rossi, vice-campione del mondo 2014 della MotoGP. Il pesarese ha girato in 1:31.301, a 0.328s dalla vetta.

Dietro a lui il compagno di marca Bradley Smith (Yamaha Tech 3) e la prima Ducati in pista, la GP14 del ternano Danilo Petrucci, alla sua prima presa di contatto con il Pramac Racing, che ha chiuso settimo e davanti al suo nuovo compagno di squadra Yonny Hernandez (nono), che guida la GP14.2 che era stata di Andrea Iannone. Un ottimo esordio quello del “Petrux”, che ieri sul bagnato aveva fatto segnare il miglior tempo e che si potrà togliersi grandi soddisfazioni nel 2015. Dietro a Petrucci troviamo Cal Crutchlow con la Honda Factory del Team LCR.

Buono l’esordio di Aleix Espargarò sulla Suzuki, che ha chiuso questo Day 3 con il decimo tempo ad un secondo esatto dalla vetta. Una bella soddisfazione per il fratello di Pol, arrivato finalmente in una squadra ufficiale.

Seguono le Ducati di Hector Barberà e del tester Michele Pirro, la nuova Honda RC213VS Open di Nicky Hayden, quella Factory del Marc VDS di Scott Redding e la Yamaha Open del Forwar Racing del tedesco Stefan Bradl.

Il migliore dei piloti Aprilia è stato Alvaro Bautista, che paga un distacco di 1.837 e che è sedicesimo. Più indietro Marco Melandri, ultimo nella classifica dei tempi a oltre tre secondi.

Valencia Day 3 Test Results Top Ten:

1 Marc Marquez (Honda) 1:30.973
2 Dani Pedrosa (Honda) 1:31.119
3 Jorge Lorenzo (Yamaha) 1:31.164
4 Pol Espargaro (Yamaha) 1:31.288
5 Valentino Rossi (Yamaha) 1:31.301
6 Bradley Smith (Yamaha) 1:31.365
7 Danilo Petrucci (Pramac Racing) 1:31.665
8 Cal Crutchlow (Honda) 1:31.774
9 Yonny Hernandez (Pramac Racing) 1:31.914, 
10 Aleix Espargaro (Team Suzuki MotoGP) 1:31.973. 

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

3 commenti
  1. Avatar

    Durim

    12 Novembre 2014 at 17:20

    Le più grandi sorprese credo siano A.espargarò che ha girato in 1.31.8 ed è a solo 1 secondo dal best lap di marquez quando la suzuki si prendeva ben 3-4 secondi e petrucci. Gran risultato anche per lui. Già avanti ad hernandez con una moto meno evoluta. Spero li diano la 14.2 pure a lui.

    Per il resto tutto nella norma. Spero quest’anno p. Espargarò si faccia più vedere. Se è un campione deve iniziare a fare podi e stare con i primi 4, la moto c’è.

    • Avatar

      Ronnie

      12 Novembre 2014 at 18:33

      Anche l’Aprilia è migliorata molto specie con Bautista.

      Però guardando i tempi di Marquez e quelli di Lorenzo e Rossi degli ultimi 2 anche di Lunedì si capisce che le condizioni della pista potrebbero essere state migliori che in qualifica, meno vento credo e comunque un buon grip.
      Inoltre non so che tipo di pneumatici hanno usato i team Suzuki Ducati e Aprilia per fare il tempo, in teoria loro hanno la Soft per fare il tempo.

      Credo che le Moto in generale saranno già abbastanza più veloci l’anno prossimo, anche sul passo gara, dato che gli hanno tolto quei 2kg di peso e penso che alcune siano già state alleggerite ora, e forse la Yamaha del team ufficiale, siccome riceverà il seamless in scalata ma non si sa quando secondo me pesa meno ora, o meglio è probabile che per il momento sia molto vicina ai 158kg e poi mettendo il seamless anche in scalata dovranno togliere ulteriore peso altrove.

      Suzuki e Aprilia se migliorano il motore recuperano almeno mezzo secondo sul giro secco, facendo un confronto con le Production di Honda che hanno sempre patito molto da quel punto di vista, il problema è l’affidabilità, si è visto benissimoc he il motore di Suzuki è già estremamente spinto e si rompe ogni 2 turni di prova.

      Hanno più motori con la regola Open/factory come li ha avuti Ducati che ne ha avuti anche lei tanti di problemi di affidabilità, manon sono infiniti, e ora in quello Aprilia e Suzuki sembrano molto inferiori, e questo circuito non richiede nemmeno un’enorme sforzo per il motore. Diciamo che li vedo male su altri circuiti dove il motore conta di più, per ora non hanno credo nemmeno il livello della Nuova production di Honda con le valvole pneumatiche, ce n’è di lavoro da fare.

      Credo che se gli va tutto di lusso possono aspirare ad arrivare al livello di questa GP14.2 a fine stagione ma secondo me servono già miracoli e molta fortuna per arrivare li, non si sa nemmeno che costanza hanno sul passo.

      Aleix Espargarò è un ottimo pilota e anche Petrucci ha fatto bene con la Ducati e anche Vinales migliorerà con la Suzuki, e poi c’è Bautista che sembra trovarsi bene con la Aprilia, mentre Melandri sinceramente è deludente magari gli serve il famoso gommino :)

      Cioè Miller con la Production di Honda quella senza valvole penuamtiche presumo gli è davanti e viene dalla Moto3… Se fossi in Aprilia comincerei a guardarmi intorno…

  2. Avatar

    multicom

    13 Novembre 2014 at 13:47

    Se la moto di hernandez è di uno step precedente…verrebbe da dire….sticaxxi petrucci complimenti.Auguro il meglio del meglio a danilo.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati