Superbike: Sylvain Guintoli ufficialmente in Pata Honda

Il fresco vincitore del titolo Mondiale piloti l'anno prossimo prenderà il posto di Jonathan Rea nel team olandese

Superbike: Sylvain Guintoli ufficialmente in Pata HondaSuperbike: Sylvain Guintoli ufficialmente in Pata Honda

Dopo aver conquistato ieri sera il suo primo titolo di Campione del Mondo della Superbike con la magnifica doppietta di Losail, questa mattina Sylvain Guintoli è stato ufficialmente annunciato come nuovo pilota del team Pata Honda World Superbike per il 2015.

Il 32enne neo-iridato completa la nuova line-up del team insieme al 22enne Michael van der Mark, Campione del Mondo Supersport.
Per Guintoli sarà la prima esperienza con Honda ma non con il main sponsor Pata, con il quale conquistò due vittorie nel 2012 con la Ducati 1098.
L’annuncio ovviamente ufficializza anche il doppio divorzio da Jonathan Rea e Leon Haslam, con il primo che prenderà il posto di Loris Baz in Kawasaki ed il secondo vicino all’accordo con il nuovo team Aprilia Red Devils Roma.

“Gli eventi della stagione e soprattutto di ieri notte mi stanno ancora girando nella testa, ma sono contento di entrare a far parte della famiglia Honda e di tornare insieme a Pata” – ha dichiarato Sylvain Guintoli – “L’ultima volta che abbiamo lavorato insieme abbiamo fatto sorprendentemente bene. Ho regalato a Pata le prime vittorie e il nostro rapporto è molto forte. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova sfida e di scendere in pista. Johnny (Rea) è stato sempre competitivo in sella a questa moto, a volte molto, molto competittivo. Penso che ci sia un bel potenziale con la moto e penso che, con le nuove regole per la prossima stagione, la CBR andrà forte. Questa è per noi una buona notizia e guardo con attesa ai primi test per capire come va, ma pare un buon pacchetto e presto avrò le prime conferme.”

“Per diverse ragioni si tratta della fine di un’era, ma anche dell’inizio di una nuova ed entusiasmante per noi” – Ronald Ten Kate, team manager Pata Honda – “Sono davvero contento di dare il benvenuto a Sylvain nel team e nella famiglia Honda. Ha un’ottima esperienza nella competizione e quest’anno è stato bravo a colmare il ‘gap’ in classifica e laurearsi campione. Con ‘Mikey’ (Van der Mark) dall’altro lato del box credo che siamo riusciti ad ottenere il giusto mix di freschezza ed esperienza che tutti i team manager vorrebbero avere. Abbiamo un programma di test molto intenso questo inverno e non vedo l’ora che inizi la prossima stagione.”

“Questa è una grande ed importante aggiunta al nostro team, Sylvain porterà una gran dose di esperienza nella squadra e formerà una coppia perfetta con Michael (van der Mark)” – ha detto Robert Watherston, responsabile delle attività sportive di Honda Motor Europe – “La formazione è ideale per lo sviluppo della CBR1000RR in questa nuova era a livello di regolamento tecnico. Colgo l’occasione per ringraziare Jonathan e Leon da parte di tutto il team ed auguro loro il meglio per il futuro.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Ronnie

    3 novembre 2014 at 18:36

    Credo che Honda se solo volesse potrebbe rendere la Production della MotoGP una moto di serie, certo sarebbe un modello di punta ad un prezzo perlomeno doppio a quello della CBR attuale, ma di certo rischierebbero molto più facilmente di vincere le gare.

    C’è già tutto, dal software alla centralina, il motore la ciclistica, ci sarebbero sicuramente delle modifiche da fare qua e la, ma quella che per la MotoGP è una moto scarsa in Superbike, già con le vecchie regole, ma forse ancora di più con le nuove sarebbe una moto vincente.

    Tanto in MotoGP sono costretti a potenziare il pacchetto che hanno e praticamente buttare via il lavoro fatto sul motore e cambio dato che l’anno prossimo forniranno quello delle MotoGP attuali dei team satellite, tanto vale riciclare il progetto per la SBK creano una moto stradale realmente derivata dalla pista.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati