Superbike: Il Qatar sarà decisivo per la stagione della Kawasaki

Tom Sykes è pronto a difendere il titolo conquistato lo scorso anno, mentre David Salom vuole quello della categoria EVO. La KRT non ha ancora rinunciato al titolo costruttori.

Superbike: Il Qatar sarà decisivo per la stagione della KawasakiSuperbike: Il Qatar sarà decisivo per la stagione della Kawasaki

L’appuntamento di questo fine settimana al Circuit Losail del Qatar è molto atteso da tutto il Team Kawasaki Racing, che potrebbe centrare una storica “tripletta” con Tom Sykes che vuole riconfermarsi Campione del Mondo, David Salom che vuole il primo titolo EVO della storia, e la stessa Casa che sta contendendo il titolo costruttori ad Aprilia.

Tom Sykes si trova al comando della classifica con 12 punti di vantaggio, ma sopratutto è carico e vuole tornare alla vittoria per riconfermarsi campione, su uno dei suoi tracciati preferiti.

Loris Baz è ancora in cerca della prima vittoria del 2014 ed il suo obiettivo nell’immediato è quello di tornare ad un buon livello di competitività, per aiutare la Kawasaki a conquistare anche il titolo costruttori, dove il ritardo da Aprilia è però di ben 23 punti: il francese attualmente è quinto in classifica, con 19 punti da recuperare sul pilota che lo precede.

David Salom può invece contare su un vantaggio di ben 30 punti nella classe EVO e, nonostante l’infortunio che gli ha fatto saltare le scorse due gare, è pronto a tornare in pista per chiudere la stagione la grande.

“Non vedo l’ora di scendere in pista a Losail perché è un tracciato sul quale ho già corso in passato e sul quale abbiamo fatto la presentazione della ZX-10R” – ha dichiarato Tom Sykes – “Proprio in quest’ultima occasione ho girato sotto la luce artificiale ed è un’esperienza completamente differente. Il disegno del circuito è stupendo e permette di sfruttare appieno una Superbike, dandoti allo stesso tempo una sensazione di sicurezza. Siamo arrivati a deciderci il titolo nell’ultimo round, la posta in gioco è grande ma io farò semplicemente ciò che ho sempre fatto. Il meteo non ci ha aiutato di recente e ha reso la battaglia per il titolo più ravvicinata di quello che avremmo pensato, ma siamo comunque noi in posizione di vantaggio e dobbiamo sfruttarla. E’ il terzo anno consecutivo che ci troviamo in questa situazione, vediamo cosa riusciremo a tirare fuori questa volta.”

“Questa sarà la prima volta per me in Qatar, ma sulla carta pare un bel tracciato. Se siamo fortunati, riusciremo ad ottenere un buon risultato” – ha detto Loris Baz – “Ho studiato la pista quindi mi sento quasi come se ci fossi già stato. Ho guardato le gare del passato per impararne il disegno, è praticamente piatta come pista quindi non sarà difficile da imparare. Almeno so in che direzione vanno le curve, quindi ora dovrò imparare le line. Da quanto ho sentito sembra quasi che si corra di giorno, quindi non dovrebbe dare delle sensazioni tanto differenti. Sono stato un po’ sfortunato da Laguna Seca in avanti, quindi spero che questa torni dalla mia parte in Qatar.”

“Per me Losail è un buon tracciato e mi piace molto. Sono stato fortunato ad averci corso sia in Supersport che in Superbike, anche se solo un anno” – ha dichiarato David Salom – “Questa volta però sarà diverso visto che si correrà di notte, ma credo che la pista si adatterà molto bene sia a me che a Kawasaki. È un tracciato molto lungo e c’è da muovere la moto in maniera molto rapida. Voglio stare davanti nella classe EVO in entrambe le gare, la mano sta bene ed il dolore è quasi scomparso. Il recupero sta andando molto bene.”

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Primo Piano

Superbike: Sylvain Guintoli è Campione del Mondo

Il francese vince anche Gara 2 e si laurea campione. Delusione per Sykes in polemica con Baz. La Aprilia è campione fra i costruttori.
Condividi su WhatsAppSi spengono le luci al Losail International Circuit e cala il sipario sulla stagione 2014 del Campionato Mondiale