MotoGP: Valentino Rossi, quando la passione per la moto e la voglia di vincere non hanno età

82° successo nella Top Class per il campione della Yamaha, 108° in tutte le classi, Agostini non è più un miraggio

MotoGP: Valentino Rossi, quando la passione per la moto e la voglia di vincere non hanno etàMotoGP: Valentino Rossi, quando la passione per la moto e la voglia di vincere non hanno età

Valentino Rossi ci ha regalato ieri uno dei suoi capolavori, l’82° successo nella Top Class, nel giorno dei suoi 250 GP nella classe regina. Il nove volte campione del mondo ha scritto un’altra indelebile storia sul circuito di Phillip Island, dove non vinceva da 10 anni, ma dove aveva conquistato due titoli mondiali.

Il rider pesarese ha vinto sette titoli nella classe regina, uno nella 500cc nel 2001 in sella alla Honda Nsr, due in sella alla Honda Rc211V nel 2002 e nel 2003 (nel 2002 erano stati introdotti i motori a 4 tempi) e gli altri quattro in sella alla Yamaha (2004, 2005, 2008 e 2009), casa per cui corre dal 2004. Il suo palmares parla di 44 secondi posti e 32 terzi posti per un totale di 158 podi e 69 giri veloci.

La sua vittoria di ieri ha permesso all’Italia di non venir raggiunta dalla Spagna nel totale vittorie in MotoGP. Ne sarebbe bastata una alla Spagna per eguagliare il nostro record (prima della gara di ieri eravamo a 86 vittorie contro le 85 dei piloti iberici) e invece ora siamo sopra di due “lunghezze”. La cosa impressionante è che delle 87 vittorie ben 69 appartengono a lui (nella foto sul podio a Phillip Island), 7 a Loris Capirossi, 5 a Max Biaggi, 5 a Marco Melandri e 1 ad Andrea Dovizioso.

Numeri che dovrebbero far riflettere i detrattori del “Vale” nazionale, perchè si può essere tifosi di questo o di quel pilota, ma innanzi a certi numeri c’è soltanto da togliersi il cappello, soprattutto vista la sua carta d’identità.

Ma come recita il titolo, la passione e la voglia di vincere non hanno età e l’ennesimo successo di Rossi sta lì a ricordarcelo ancora una volta. Con l’impegno, la determinazione, la forza di voler cambiare contro tutto e tutti (vedi passaggio dalla Honda alla Yamaha nel 2004 e cambio capotecnico a fine 2013, con Silvano Galbusera che ha preso il posto di Jeremy Burgess) si può ancora sognare.

E il suo sogno è “mondiale”. Ci crede lui, ci crede la Yamaha che gli ha rinnovato il contratto per due anni ancora. Certo, c’è il nuovo che avanza, c’è un Marc Marquez stratosferico, ma proprio per questo se dovesse riuscirci sarà ancora più bello!

Foto: Alex Farinelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

12 commenti
  1. Avatar

    Lyon66

    20 ottobre 2014 at 12:22

    Bella Vale: brindiamo con te alla faccia di chi vuol male a te e chi ti sostiene.

    Meditate gente e… rosicate!!!

  2. Avatar

    valefumi

    20 ottobre 2014 at 12:34

    Ieri, in un’intervista a SKY Carlo Florenzano, per oltre 30 anni addetto alle pubbliche relazioni di Honda Racing fino al 2012 ha affermato:
    “La differenza tra Valentino e Stoner è che Stoner ha comprato un ranch e l’ha riempito di mucche, Valentino ha comprato un ranch e l’ha riempito di moto”

    • Avatar

      Stonami77

      20 ottobre 2014 at 18:49

      ..con i soldi rubati al fisco?

      • Avatar

        Durim

        20 ottobre 2014 at 19:01

        Sei una persona intelligente, non cadere in queste banalità. A parte il fatto che non era questo il senso della frase e immagino la tua provocazione sia data dal fatto che non ti sia piaciuta, ma più ladro di valentino è lo stato stesso.
        Avrebbe dovuto dichiarare e pagare 25 milioni..gli hanno chiesto 112 milioni con l’interesse..e ne ha pagati 20. Lasciamo i problemi fiscali a chi di dovere, Rossi fa il pilota e bisognerebbe parlare di lui solo come pilota ;)

      • Avatar

        Lyon66

        20 ottobre 2014 at 22:52

        @Durim

        Giusto, con tutto il rispetto per Stonami77 nel blog dovremmo parlare di piloti, sorpassi, emozioni in gara poi…, la vita privata dovrebbe essere un’altra cosa.

        Condivisibile o meno, punti di vista ma… scindiamo il professionista nel suo mestiere dalla persona nella vita quotidiana, personale e fiscale.

        Cosa c’entra?

        Avrei la risposta ma non la do per il rifiuto di pensiero.

        E poi… che disse Gesù?

        Chi non ha commesso peccati scagli la prima pietra…

        Vorrei vedere chi non ha la manina dietro la schiena… (in generale, non intendo solo fiscalmente).

        Quando lo stato (purtroppo più minuscolo di così non si può scrivere) ti “rapina” corri ai ripari.

        Non voglio far a filippica sui governi e le tasse, non è il momento ne’ il luogo… Vale non ha questi problemi fortunatamente ma… le aliquote sono giuste?

        E non venite a menarla con quello che guadagna!

        Cosa fate nella vita?

        La rischiate ogni fine settimana?

        Ricordate il Sic e tutti quelli che hanno lasciato la buccia o sono in carrozzina?

        P@lle ragazzi, solo p@lle (tra le gambe)!

        Scusate il passaggio, da un po’ sono assente però leggere e rileggere sempre le stesse fanfaluche…

        Sembra ieri…

        Buon proseguimento a tutti e… W tutti i piloti: bravi, rischiano la buccia e ci regalano emozioni; per soldi, talento e passione.

        Che vogliamo di più? Ieri Vale, oggi Marc, domani Pinco Pallo… l’importante è l’emozione e adrenalina nel seguire la corsa.

        Sono personalmente a 1000 se vince Vale ma, giuro, se Marc, Jorge, Dani, Dovi o chiunque altro lotti e vinca meritatamente per me è uguale.

        SPORTIVITA’…

        Poi… se la giocano in 4?

        Un motivo ci sarà…, i giapponesi hanno la loro mentalità ma sono tutto meno che stupidi.

        I fatti restano e le parole volano e si disperdono nel nulla…

      • Avatar

        ligera

        25 ottobre 2014 at 18:37

        Stonami77 non ha parlato di un aspetto della vita privata di Valentino, ma si tratta di un generalizzato modo di agire che (per fortuna), nei “più” è considerato errato.

        Premesso che reputo “colpevole” il suo commercialista e Vale un “ingenuo” in riferimento alla residenza inglese (e relative tasse) di qualche anno fa (magari sono io l’ingenuo), penso che in ogni sport non è possibile “scindere” l’uomo dall’atleta, sopratutto quando l’atleta è divenuto punto di riferimento e di ammirazione per le generazioni successive.

        Il difficile del Campione, non è tanto il continuare a vincere, quanto quello di essere da esempio per chi segue.

        Non è ammissibile giustificare l’uomo, perchè quello che conta è l’atleta.

        Oramai dovrebbe essere entrato nell’intendere “comune” che un campione è tale quando è presente anche una dose “morale” importante.
        Le nuove generazioni prendono ad esempio il “campione” e questo è positivo quando, come detto, se nell’atleta è presente anche una forte impronta morale, quando essa manca, diventa un esempio molto negativo.

        La concezione dell’assoluta suddivisione tra uomo e atleta è arcaica e sbagliata.

        Velocemente sullo stato “rapinatore”:
        Anche se la visione di uno stato “rapinatore” è ormai generalizzata, resta inammissibile che a non pagare il dovuto siano sempre le persone che guadagnano decine di milioni di Euro all’anno, sopratutto quando si pretende lo scontrino per un caffè.

        Non è corretto fare passare l’idea che, se si ritiene lo stato troppo esoso, sia “giustificabile” la reazione di non pagare le tasse dovute.
        Per cambiare la situazione attuale, ci sono altre strade che non contemplano certo il “fai da te”.

  3. Avatar

    Micbatt

    20 ottobre 2014 at 12:48

    Non finirò mai di scriverlo …. Valentino Rossi a 35 anni di età è l’unico che porta avanti il tricolore nella MotoGP. Purtroppo in Italia non ha avuto un valido sostituto …. e l’unico che, crescendo e maturando, avrebbe potuto farlo … ci ha lasciato quasi 3 anni fa ….

  4. Avatar

    nandop6

    20 ottobre 2014 at 13:43

    Dedicato ai detrattori.

  5. Avatar

    Mike58

    20 ottobre 2014 at 15:48

    Finalmente un po’ di giustizia.. gran articolo.

    DAI A CESARE….

    FORZA VALE!!!!

  6. Avatar

    H954RR

    21 ottobre 2014 at 15:41

    RAGA non centra niente con l’argomento ma è una cosa importante, vi chiedo cortesemente di mettere da parte le nostre “rivalità” e unirci a firmare contro una cosa che riguarda tutti noi appassionati di moto e auto, se volete andate e firmate su:

    https://secure.avaaz.org/it/petition/Matteo_Renzi_Maurizio_Lupi_Dario_Franceschini_Roberto_Loi_Paolo_Sesti_Salviamo_le_auto_di_interesse_collezionistico/?dNaTwib

    Grazie a tuti quelli che aderiranno.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati