MotoGP Phillip Island: Jorge Lorenzo “Peccato per la gomma difettosa, succede troppo spesso”

Secondo posto finale per il maiorchino, che salva la seconda piazza grazie alla caduta di Crutchlow

MotoGP Phillip Island: Jorge Lorenzo “Peccato per la gomma difettosa, succede troppo spesso”MotoGP Phillip Island: Jorge Lorenzo “Peccato per la gomma difettosa, succede troppo spesso”

E’ uno Jorge Lorenzo abbastanza arrabbiato quello che parla al termine del Gran Premio d’Australia, sedicesima tappa del motomondiale 2014. Il centauro della Yamaha ha dovuto rinunciare alla lotta per la vittoria a causa di un pneumatico Bridgestone difettoso, che è arrivato a fine gara usurato in maniera anomala. Alla fine l’unica consolazione sono state le tante cadute che gli hanno permesso di arrivare secondo e di perdere solo 5 punti sul team-mate Valentino Rossi. A lui la parola.

“Quello di oggi è un grande risultato per la Yamaha, perché ce ne sono tre sul podio. La nostra gara d’altra parte non è andata come mi aspettavo. Abbiamo faticato molto per ottenere il miglior set up per la gara. Tutto deve essere perfetto, ma se ci si mette una gomma difettosa, allora la gara è finita. Sono comunque contento per il secondo posto. Sono stato fortunato ad ottenere questo piazzamemto, perché c’erano molti piloti che sarebbero potuti arrivarmi davanti. Onestamente sono un po’ deluso perché con una gomma diversa sarebbe stato possibile rimanere con Marc e lottare per la vittoria. Continueremo a fare del nostro meglio per essere nella migliore forma possibile in Malesia e cercare di vincere la gara.”

Non è la prima volta che vi capita una gomma Bridgestone difettosa.

“Era già successo ad Austin a Valentino (Rossi, ndr), sta succedendo troppo spesso, da questo punto di vista non stanno lavorando al meglio.”

Siete più vicini alla Honda, credi che se aveste avuto questa moto ad inizio stagione sarebbe potuta andare diversamente?

“Siamo più vicini, ma la Honda ha qualcosa un più in generale. Ad Aragon abbiamo vinto una gara “strana”, a Motegi Marquez potrebbe non aver spinto al massimo perchè si giocava il titolo e qui era in testa quando è caduto. Siamo più vicini ma dobbiamo ancora lavorare.”

Foto: Alex Farinelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

19 commenti
  1. Avatar

    supermariacion

    19 ottobre 2014 at 10:48

    jorge ormai dovresti saperlo!! il tuo migliore amico non ti ha spiegato nulla della gommina speciale notturna? ahahhahahhahahahh

  2. Avatar

    supermariacion

    19 ottobre 2014 at 10:57

    Ovvio, stavo slo incoraggiando gli struzzi detrattori di rossi. vorrei un loro commento a caldo sul podio del 46!

  3. Avatar

    Durim

    19 ottobre 2014 at 11:21

    Io ci credo alla gomma diffettosa di Lorenzo..però mi viene da ridere quando ad Austin Rossi ebbe la gomma difettosa ma venne criticato da tutti. Ridicoli

  4. Avatar

    nandop6

    19 ottobre 2014 at 11:22

    Vorrei uno quì che spiegasse la vittoria di Rossi, allora vediamo ci provo io, hanno dato il gommino a Rossi ma siccome non bastava allora hanno dato la gomma difettosa a Lorenzo, poi non bastava e allora hanno fatto cadere Marquez e mi dimenticavo hanno boicottato Pedrosa.
    GOMBLOTTO!!!!!!!!!!

  5. Avatar

    nandop6

    19 ottobre 2014 at 11:28

    Certo una vittoria servita sul piatto d’argento da Marquez però siamo felici lo stesso, anche io credo alla gomma difettosa di Lorenzo ma anche senza secondo me Rossi gli sarebbe stato davanti.
    Grandissima caz…. di Crutclow all’ultimo giro, per una volta che aveva fatto lo Stoner di questo circuito ha cappellato proprio alla fine.

  6. Avatar

    Ronnie

    19 ottobre 2014 at 11:31

    Mh non saprei se il penumatico di Lorenzo era difettoso, aveva la stessa identica scelta di Rossi, una Extra-Soft all’anteriore, non asimmetrica, (una extra soft che si può paragonare come minimo ad una soft normale dato che è durata fino a fine gara su un asfalto tanto abrasivo, quindi una scelta più conservativa quasi una media per altri circuiti)

    Inoltre Lorenzo ha fatto 10-20 giri ad un ritmo davvero ottimo, e il suo pneumatico è calato di colpo, dopo il suo lungo in quella curva in cui Rossi l’ha superato facilmente. Secondo me ha sbagliato assetto, ne ha scelto uno che caricava troppo l’anteriore in frenata, non so se è tutta colpa del pneuamtico, perché c’è stato per tutti un decisivo calo, più all’anteriore che al posteriore, e come ha detto Marquez sono calate le temperature, che hanno messo fuori gioco chi ha scelto l’asimmetrica e ha continuato a spingere.

    Quindi vedo da una parte una scelta molto molto conservativa di Brdgestone che ha portato mescole fin troppo dure o che funzionavano con temperature troppo alte, e dall’altra parte piloti che hanno fatto scelte estreme come una extra-soft in gara all’anteriore, come Rossi e Lorenzo, ma che se non si usano assetti e una guida più che conservativa, poi può causare la troppa usura.

    • Avatar

      nandop6

      19 ottobre 2014 at 11:44

      Però ha avuto un calo troppo grande alla fine, forse diversamente da Rossi che nei giorni di prove si è dedicato di più a queste gomme Lorenzo non ha trovato un assetto perfetto rovinandole maggiormente.

      • Avatar

        nandop6

        19 ottobre 2014 at 11:47

        Ronnie
        In pratica volevo dire che potrebbe essere come dici tu. Darei un 60 per cento al’ipotesi difetto gomma e un 40 alla tua ipotesi.

      • Avatar

        Ronnie

        19 ottobre 2014 at 12:47

        bhe magari era difettata ma io rimango dell’opinione che fosse usura, troppa usura, ha fatto 19 giri su ottimi tempi e 8 con un grosso calo, non è arrivata a fine gara, troppo usura, l’ha gestita male, il suo assetto non era adeguato.

        C’è differenza tra usurare troppo e un pneuamtico difettato, quello difettato non ti permette di fare il tempo da inizio gara.

        Allora dovremmo dire che tutti i pneumatici di Ducati sono difettati perché non li gestiscono bene fino a fine gara, anche se il loro probelma è sul posteriore di solito.

        Diciamo che Yamaha ha qualcosa nella moto, che se non viene gestito perfettamente porta ad usurare troppo il pneumatico, più una questione di assetti e di scelte tecniche che di difetti evidenti.

        Qui inoltre è proprio una scelta estrema la EXTRA SOFT per una gara, diciamo che non c’erano vie di mezzo molto praticabili probabilmente, e inoltre Rossi ha usato al EXTRA SOFT a quanto pare in tutti i turni di prove libere, quindi aveva più esperienza, ma Jorge non era da meno, perché quando ha usato la asimmetrica si è steso quindi anche lui sapeva che la extra soft era la scelta obbligata per loro. Purtroppo con il suo team probabilmente non sono riusciti a trovare un set-up e una guida che abbia permesso di farla durare a lungo quanto quella di Rossi, che ha auvto anch’essa un calo evidemte ma molto inferiore a quello di Jorge.

  7. Avatar

    TONYKART

    19 ottobre 2014 at 11:48

    Se Lorenzo e’ uno onestissimo come avete detto quando ha dichiarato che stoner non è fra gli avversari più duri della storia allora e sincero anche oggi che dice che la gomma era fallata….questo è un vero complotto …che schifo !!!

    • Avatar

      enea

      19 ottobre 2014 at 12:41

      Testa di paxxo ha detto anche che ad austin hanno dato la stessa gomma fallata a vale…

      EneA

    • Avatar

      LucaR

      19 ottobre 2014 at 13:37

      Il complotto è nel tuo cervello….

      18 Ottobre 2014
      TONYKART, dopo l’ottavo tempo in qualifica

      “Hai sognato di essere stoner sulla sua isola,ti sei risvegliato e la realtà e tutt altra cosa, ahahahahh altro che vittoria…..”

      19 Ottobre 2014 Valentino vince a Philip Island per la sesta volta in carriera!!!

      Hahahahaha!!!! TONYKART, la prossima volta stai zitto!!!!

      • Avatar

        Bestlap

        19 ottobre 2014 at 13:55

        CERVELLO..?? Quale cervello…???

  8. Avatar

    Ronnie

    19 ottobre 2014 at 12:51

    Effettivamente è diverso quanto successo a Rossi era solo il secondo GP e il pneuamtico è durato meno di 8 giri su 20, quindi il calo c’è stato un bel po’ prima.

  9. Avatar

    enea

    19 ottobre 2014 at 13:32

    “Cosa ci insegna Valentino Rossi”

    http://blog.quotidiano.net/turrini/2014/10/19/cosa-ci-insegna-valentino-rossi/

    Grande Turrini, come sempre…

    EneA

  10. Avatar

    multicom

    19 ottobre 2014 at 15:37

    Ciao ronnie…scusami in teoria con la extra soft vale e jorge come è possibile che non sono andati ultraveloci nei tempi rispetto a marc che aveva una dura…se non sbaglio…

    • Avatar

      Ronnie

      19 ottobre 2014 at 19:52

      Perché l’anteriore non è la posteriore, se hai una extra soft o una media, non è che cambia tanto a livello di trazione, cambia il feeling e la velocità magari che puoi tenere in curva specie a partenza da fermo.

      Il probelma di avere una extra soft è che la devi gestire di più di una media, quindi non possono tirare staccate sempre e comunque al limite e surriscaldare comunque il pneuamtico devi gestirle meglio.

      Qui la colpa è di Bridgestone che non ha ancora azzeccato le mescole per queste condizioni.

      La Extra-soft era al limite per l’usura, mentre l’asimmetrica era al limite per le temperature e a quanto pare l’asimmetrica anteriore è una cosa nuova per i piloti, dato che non tutti hanno capito bene quanto potevano spingere da un lato rispetto all’altro, nel senso che avevano tropp confidenza mi sembra di capire con il lato sinistro e troppo poca prudenza con il lato destro dato che è sempre quello che li ha fregati.

      Le Extra-soft erano al limite per le temperature, e per l’usura su distanza gara mentre le asimmetrice erano meno facili da capire e erano al limite con le temperature perché tropp obasse per quelle mescole più dure. Non avevano la via di mezzo, o un pneumatico che si scalda e si usura ed è difficile da portare a fine gara e uno troppo duro da un lato che non va bene per le temperature troppo basse per quel penuamtico.

  11. Avatar

    multicom

    19 ottobre 2014 at 20:25

    Delucidazione assolutamente perfetta ronnie…ottimo.

  12. Avatar

    ueueue

    20 ottobre 2014 at 14:44

    ..se Marquez non fosse caduto forse Vale non l’avrebbe preso…ma chissà..però senza quel vantaggio sicuramente ci avrebbe lottato..oggi aveva un ottimo passo..
    Lorenzo sarebbe arrivato dietro al Valentino di oggi con gomma fallata(?) o meno..Vale era davvero in forma..

    ..per me a causa di un assetto non meraviglioso le ha proprio usurate male..ma chi lo sa se non lui..
    ..comunque strano che una gomma si riveli fallata solo a fine gara..

    forza Valeee! oggi è stato mitico!
    Fegato alla pesarese x tutti!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati