MotoGP Phillip Island: Dodicesima pole della stagione per Marquez, un sorprendente Crutchlow e Lorenzo in prima fila

Terza fila per Andrea Iannone e Valentino Rossi, che hanno ottenuto il 7° e l'8° tempo

MotoGP Phillip Island: Dodicesima pole della stagione per Marquez, un sorprendente Crutchlow e Lorenzo in prima filaMotoGP Phillip Island: Dodicesima pole della stagione per Marquez, un sorprendente Crutchlow e Lorenzo in prima fila

Marc Marquez ha voluto ribadire nelle qualifiche di Phillip Island che il campionato conquistato domenica scorsa a Motegi (il secondo consecutivo) è strameritato.

Il pilota del Repsol Honda Team ha infatti ottenuto la dodicesima pole position della stagione su sedici gare (la ventunesima in MotoGP e che gli permette di eguagliare quelle conquistate da Mick Doohan nel 1997 e da Casey Stoner nel 2011, che ne ottennero dodici), pole che domani gli permetterà di scattare davanti a tutti nel Gran Premio d’Australia. Lo spagnolo della Honda (che ha girato in 1:28.408), punta quindi a tornare alla vittoria anche in gara e sarà affiancato in prima fila dal sorprendente Cal Crutchlow su Ducati e dal connazionale della Yamaha Jorge Lorenzo. Il rider britannico ha sorpreso tutti, mentre la performance del maiorchino era più che preventivata.

Ottima la prestazione di Bradley Smith, che aprirà la seconda fila. Il rider britannico del Team Tech 3 ha chiuso davanti ad un redivivo Dani Pedrosa, che dopo libere difficilissime è riuscito a qualificarsi per le Q2 passando per le Q1 e a chiudere davanti al connazionale Aleix Espargarò e soprattutto davanti ad Andrea Iannone e Valentino Rossi.

I due italiani, grandi protagonisti durante le libere, non sono riusciti a far meglio della terza fila, con Iannone settimo e Rossi ottavo. Dovranno quindi fare una grande partenza domani in gara, visto che il loro passo è molto buono e che potrebbero essere quindi grandi protagonisti.

Alla fine il loro distacco dalla pole è stato di 0.479s per il pilota della Ducati e di 0.548s per quello della Yamaha. Il poleman di Motegi Andrea Dovizioso non è andato oltre il decimo tempo e sarà quindi costretto a partire dalla quarta fila. Il forlivese durante questo weekend non ha mai trovato il giusto feeling con la GP14.2; vedremo se domani in gara potrà tornare protagonista.

Foto: Alex Farinelli

MotoGp Qualifica 2 Motegi - GP Giappone - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team 1:45.763
2 21 Franco Morbidelli Yamaha Petronas Yamaha Srt 1:45.895 0.132
3 20 Fabio Quartararo Yamaha Petronas Yamaha Srt 1:45.944 0.181
4 12 Maverick Vinales Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp 1:46.090 0.327
5 35 Cal Crutchlow Honda Lcr Honda Castrol 1:46.189 0.426
6 43 Jack Miller Ducati Pramac Racing 1:46.337 0.574
7 4 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team 1:46.410 0.647
8 9 Danilo Petrucci Ducati Ducati Team 1:46.427 0.664
9 41 Aleix Espargaro Aprilia Aprilia Racing Team Gresini 1:46.558 0.795
10 46 Valentino Rossi Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp 1:46.558
11 42 Alex Rins Suzuki Team Suzuki Ecstar 1:46.600 0.837
12 36 Joan Mir Suzuki Team Suzuki Ecstar 1:46.616 0.853

Motegi - GP Giappone - Risultati Qualifica 2

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

7 commenti
  1. Avatar

    H954RR

    18 ottobre 2014 at 10:19

    Grnade Marc come sempre !
    Ottimi Cal e Jorge, dai Jorge che il secondo posto lo meriti tu.
    Per l’altro non disperate che c’è ancora il “miracoloso” WM come sempre.

  2. Avatar

    multicom

    18 ottobre 2014 at 11:36

    Se qualcuno conosce il passo gara di marc/dani/vale/jorge….grazie in anticipo.

    • Avatar

      Ronnie

      18 ottobre 2014 at 13:04

      Quanto fatto vedere dalla FP4 come tempi, perché le immagini non le ho visto, mostra un Marquez direi per ora abbastanza superiore, tutto dipende da cosa faranno nel warm up, se le Yamaha e Pedrosa troveranno qualcosa in più di quanto non farà Marquez e dalle condizioni meteo, per ora però Marquez ha un passo di 2-3 decimi migliore, quindi se tutto fila liscio per lui, ha buone possibilità di vittoria.

      Marquez 1:29.4-1:29.7
      Lorenzo 1:29.8-1:30.1
      Pedrosa 1:30.2-1:30.5 (penso che migliorerà però ancora un po’ è troppo distaccato per non recuperare)
      Rossi 1:28.8-1:30.1 (meno acuti di Lorenzo sono vicini 1 decimo 50 millesimi poco per ora ma si vedrà poi nel warm up e in gara immagino se c’è differenza, certo che messi così e avendo Rossi così nelle retrovie è impensabile un recupero se di perde tempo nelle prime fasi, in condizioni meteo di asciutto stabile)

      Ci metterei anche Iannone:
      1:29.8-1:30.1 almeno nele prime fasi ha il passo di Lorenzo e Rossi, ma i suoi giri oscillando, probabilmente Ducati usura e scalda troppo il pneumatico.

    • Avatar

      Ronnie

      18 ottobre 2014 at 13:05

      * i giri di Iannone oscillano molto sta basso sui tempi di Lorenzo e Rossi, ma poi picchia dentro giri magari mezzo secondo più lenti.

  3. Avatar

    multicom

    18 ottobre 2014 at 17:08

    Grazie ronnie!!La cosa un pò comica è leggere da un parte marquez dichiarare che lorenzo e rossi hanno un passo migliore del suo….da un’altra rossi che dice marquez e lorenzo ne hanno più di me…vai a capirli sti diavoli.

    • Avatar

      Ronnie

      18 ottobre 2014 at 19:01

      Eh si certe dichiarazioni fanno proprio ridere.
      Ma è comprensibile, Marc non può permettersi di dichiarare, che li straccia, perché tante cose possonno cambiare, un po’ dal warm up un po’ nella gara, anche perché tanto dipende dal meteo, se la moto le gomme vanno bene, se non hai incidenti. Tante variabili sono in gioco, se tutto fila liscio è di sicuro il favorito, ma se perde poi che figura fa, meglio mantenere il basso profilo e non vendere la pelle dell’orso prima di averlo catturato.

  4. Avatar

    multicom

    19 ottobre 2014 at 00:41

    Condivido al 100% ronnie….marc bravo e molto furbo.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati