Superbike: Le statistiche post Magny-Cours

Come di consueto wsbk.com da i numeri dopo il round francese, il penultimo di questa stagione.

Superbike: Le statistiche post Magny-CoursSuperbike: Le statistiche post Magny-Cours

In attesa dell’ultimo appuntamento della stagione, che decreterà chi tra Tom Sykes e Sylvain Guintoli conquisterà il titolo mondiale 2014, torniamo ancora un momento sul round di Magny-Cours proponendovi queste interessanti statistiche che il sito ufficiale WSBK.com ha elaborato.

Sylvain Guintoli in Gara 1 ha conquistato la sua settima vittoria in carriera, eguagliando così la sua miglior stagione, il 2012, in cui vinse tre volte.
In Gara 2 con il secondo posto ha fatto registrare il quattordicesimo podio della stagione, gli stessi dell’anno scorso.

Nel 2012, con Guintoli la Ducati ottenne una vittoria per l”ultima volta: da allora il team italiano ha raccolto solo otto piazzamenti a podio.

Il francese è curiosamente il secondo pilota nella storia a far segnare sei podi di fila a Magny-Cours, dopo che Noriyuki Haga registrò quest’impresa nelle gare del 2007, 2008 e 2009.

Marco Melandri, con la vittoria in Gara 2, sale a quota diciannove, a due sole distanze dal miglior italiano della storia, Max Biaggi (21); mentre con il secondo posto in Gara 1, Marco ora conta 49 podi, gli stessi del campione del mondo 2011 Carlos Checa.

L’Aprilia ha fatto segnare una doppietta in entrambe le gare, portando il totale stagionale a sette: da notare che Gara 1 è stata l’unica in questo set con Guintoli davanti a Melandri.

Aprilia è inoltre l’unico team, oltre a Ducati, ad aver messo a segno sette doppiette in una stagione: la Casa di Borgo Panigale ne mise a segno dieci nel 1995 e 2003, nove nel 1992 ed otto nel 1991 e 1999.
La Kawasaki segue da vicino, visto che quest’anno ha messo a segno sei doppiette (sempre con Sykes davanti a Baz).
Con tredici doppiette in totale, questa è la stagione che ne conta di più: ce ne furono dieci nel 1995, 1999 e 2003.

Avendo messo a segno la doppietta anche in entrambe le gare a Jerez, l’Aprilia diventa il primo team ad infilarne quattro consecutive dopo undici anni: l’ultima striscia da quattro era quella della Ducati, in entrambe le gare di Valencia e Phillip Island nel 2003.

Jonathan Rea in Gara 1 ha messo a segno il suo 41° podio, raggiungendo al sedicesimo posto di tutti i tempi, il campione del mondo 2003 Neil Hodgson.

Tom Sykes, quarto in entrambe le gare, per la prima volta quest’anno lascia un circuito senza un arrivo a podio in nessuna delle due gare in programma.

Leon Haslam, terzo in Gara 2, registra il suo 29° podio, che inseguiva dalla seconda gara di Misano 2012, quando fu terzo con la BMW e ora conta lo stesso numero di podi del campione del mondo 1997 John Kocinski.
Questo é stato anche il primo podio per la Honda senza Jonathan Rea alla guida, dal terzo posto di Carlos Checa nella seconda gara del Nurburgring 2009: da allora solo Jonathan era riuscito a salire sul podio con una Honda, 36 volte.

Per la prima volta nella sua carriera Superbike, Toni Elias non mette a segno punti in un weekend di gara.

Primo weekend di gara senza punti per la Suzuki dalle gare di Imola 2011.

QUALIFICHE

Tom Sykes ha conquistato la sua 24^ pole, la 45^ per la Kawasaki, che raggiunge così la Honda al secondo posto di tutti i tempi, dietro solo alla Ducati (164).
Sykes è inoltre l’unico pilota ad aver messo a segno tre pole a Magny Cours negli ultimi tre anni, lasciando a quota due Troy Corser (2004 e 2006) e James Toseland (2003, 2007).

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati