MotoGP Aragon: Lorenzo torna al successo in una gara pazza caratterizzata da tante illustri cadute

A terra Iannone, Rossi, Dovizioso, Marquez e Pedrosa, con questi ultimi due che però riescono a finire la gara

MotoGP Aragon: Lorenzo torna al successo in una gara pazza caratterizzata da tante illustri caduteMotoGP Aragon: Lorenzo torna al successo in una gara pazza caratterizzata da tante illustri cadute

Gran Premio “pazzo” quello di Aragon, caratterizzato dalla pioggia scesa imponente a pochi giri dal termine e che ha rimescolato le carte in tavola. Già ad inizio gara dopo soli tre giri la gara aveva perso i nostri portacolori. A scivolare per primo era stato Andrea Iannone, scattato benissimo e anche in testa alla gara. Poco dopo brutta la caduta di Valentino Rossi, per un momento immobile a terra, ma che poi si è rialzato. Il pesarese ha preso una brutta botta alla testa e per precauzione andrà in ospedale. A giocarsi la gara tre spagnoli, Marquez, Pedrosa e Lorenzo, con quest’ultimo tornato al successo. Il maiorchino a differenza dei piloti Honda è rientrato prima a cambiare moto, prendendo quella con pneumatici rain. Una mossa azzeccata, visto che poco dopo sia Pedrosa che Marquez sono finiti a terra. I due alfieri della Honda sono poi risaliti in sella, rientrando anche loro ai box per cambiare moto, ma si sono dovuti accontentare della tredicesima e quattordicesima piazza. Caduta anche per Andrea Dovizioso, vicino al podio con la Ducati. A salirci il suo team-mate Cal Crutchlow, che ha chiuso in bagarre con Aleix Espargarò, secondo.

La classifica iridata vede ora Marquez al comando con 292 punti, davanti a Pedrosa con 217, Rossi con 214 e Lorenzo con 202.

Cronaca di gara

Quattordicesima tappa del motomondiale 2014 al Motorland, teatro del “Gran Premio Movistar de Aragon”. I piloti della Top Class sono pronti a disputare una gara che si preannuncia molto importante sia in ottica mondiale che per la Ducati, che ieri è stata grande protagonista. La nuova Desmosedici GP14.2 è infatti in prima fila con un grandissimo Andrea Iannone, rider del Team Pramac, che ha ottenuto la terza piazza alla spalle delle Honda del poleman Marc Marquez (suo anche il nuovo record della pista) e di Dani Pedrosa.

Il pilota di Vasto cercherà una grande partenza per restare il più a lungo possibile con loro e poi giocarsi posizioni di vertice. In seconda fila c’è Valentino Rossi, che dopo aver dovuto disputare le Q1 per accedere alle Q2 ha realizzato il sesto tempo. Il pesarese è leggermente dietro al compagno di marca Pol Espargarò (4°) e al britannico Cal Crutchlow, ieri autore di una delle qualifiche più belle dell’anno.

Una gomma difettosa ha invece relegato in terza fila Jorge Lorenzo, che avrà accanto a se la Honda di Stefan Bradl e la Ducati GP14.2 di Andrea Dovizioso, ieri scivolato nella fase cruciale delle qualifiche. Il sammarinese Alex de Angelis (in sella alla Yamaha Open del Forward Racing) partirà invece dalla settima fila, insieme al ternano dello Iodaracing Danilo Petrucci e a Michael Laverty. Tutto pronto, 23 i giri da percorrere per 116.794 km, si spengono i semafori, al via il più veloce è Dani Pedrosa, seguito da Andrea Iannone e Marc Marquez. Attacca il pilota del Team Ducati Pramac, che si porta al comando. Pedrosa viene scavalcato anche da Marquez e Lorenzo che si porta in terza posizione. Seguono Pol Espargarò, Valentino Rossi e Cal Crutchlow, che viene sorpassato dal suo team-mate Andrea Dovizioso.

Il primo giro si chiude con Iannone al comando davanti a Marquez, Lorenzo, Pedrosa, Pol Espargarò, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso. Attacca Marquez, che si porta al comando, ma il pilota della Ducati non ci sta e controbatte l’attacco dello spagnolo, che però insiste, portandosi al comando della gara. Il pilota di Vasto cerca di resistere a Lorenzo, ma esce leggermente largo e perde il controllo della sua GP14.2, che punta lo spazio di fuga. L’erba bagnata tradisce Iannone, che cade con la moto pericolosamente in aria e che atterra non molto lontano da lui. Fortunatamente il pilota si rialza senza apparenti problemi.

All secondo passaggio Marquez è in testa, seguito da Lorenzo, Pedrosa, Rossi, Pol Espargarò e Andrea Dovizioso. Gli italiani con le Open sono Alex de Angelis 16° e Danilo Petrucci 17°.

Marquez cerca l’allungo, ma Lorenzo non ci sta, mentre dietro Rossi cerca di non perdere troppo terreno. Il pilota pesarese tenta l’attacco a Pedrosa, ma finisce largo e cade, battendo violentemente a terra. Il pilota è immobile a terra, viene portato via in barella, ma fortunatamente poco dopo giungono immagini rassicuranti, con il pesarese cosciente e sul motorino che lo porterà al centro medico.

La corsa perde quindi in soli tre giri due grandi protagonisti, i nostri Andrea Iannone e Valentino Rossi. Peccato, ma a questo punto l’importante è che nessuno dei due sia sia fatto male. Tornando alla gara, Lorenzo non si arrende e al nono giro sferra l’attacco al connazionale della Honda, portandosi al comando della gara. Il maiorchino riesce a tenerlo per due giri, prima che il #93 lo attacchi in fondo al rettilineo con una staccata con la moto di traverso. Giunti a metà gara, i primi tre hanno fatto il vuoto, ma dietro Dovizioso è riuscito a sorpassare Pol Espargarò portandosi in quarta posizione. Buona la gara del pesarese che partiva dalla terza fila.

Davanti non si risparmiano e Lorenzo torna a condurre la gara. Il maiorchino della Yamaha cerca il primo acuto stagionale, non vince infatti dall’ultima gara del 2013, ma deve subire ancora la risposta di Marquez e anche l’attacco di Pedrosa, che invece ha vinto a Brno. Proprio il #26 del Repsol Honda Team si porta al comando. Quella che sulla carta sembrava una vittoria “facile” per Marquez, si sta rivelando piuttosto ardua. Le due Honda cercano la fuga, Lorenzo non riesce a tenere il passo e anche la Ducati di Dovizioso si avvicina al pesarese.

Cade qualche goccia di pioggia, qualche pilota prende la corsia dei box per cambiare moto e prendere quella con pneumatici rain. Anche im meccanici Honda preparano le moto, ma per ora non rientrano né Pedrosa né Marquez. Lo fanno invede Alvaro Bautista e Stefan Bradl, imitati da Cal Crutchlow.

Cinque giri al termine, attacca Marquez, che si porta al comando, mentre cade purtroppo Andrea Dovizioso, che si rialza claudicante. Peccato per il forlivese, che era vicino al podio, Allunga Marquez, in un solo giro prende due secodni a Pedrosa, che cade nella staccata in fondo al rettilineo.

Intanto Jorge Lorenzo rientra ai box per prendere la moto con le rain, mentre il leader del mondiale prosegue con le slick. A punti in questo momento anche Danilo Petrucci, che ha portato la sua ART Aprilia in decima posizione.

Colpo di scena! Marquez perde l’avantreno della sua RC213V e cade, riesce a risalire in sella e cerca di guadagnare la via dei box per prendere la seconda moto. Lorenzo è ora al comando, con Marquez che raggiunge ora i box.

Approfittando della confusione, Cal Crutchlow si è portato in terza posizione dietro a Lorenzo ed Aleix Espargarò. Inizia l’ultimpo giro, Lorenzo vince la prima gara dell’anno, sul podio Aleix Espargarò e Cal Crutchlow, Marquez chiude tredicesimo, Pedrosa quattordicesimo. A precederli anche Danilo Petrucci, undicesimo con la ART dello Iodaracing.

MotoGp Gara Aragon - GP Aragon - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Aragon - GP Aragon - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

30 commenti
  1. Avatar

    multicom

    28 settembre 2014 at 14:53

    Marquez è veramente un pazzo…aveva la vittoria in tasca.Successo
    di lorenzo farlocco

    • Avatar

      Micky79

      28 settembre 2014 at 16:40

      Farlocco???? Cioè Marquez fa la cavolata della vita e tu hai il coraggio di dire che il successo di Lorenzo è farlocco???? Aaaaah la sportività, questa virtù cosi sconosciuta!!!!

  2. Avatar

    Ronnie

    28 settembre 2014 at 15:03

    Gara davvero strana direi quasi pazzesca, c’è molto materiale per le pagelle semiserie!

    Oggi di sicuro non avrei voluto essere uno dei piloti a correre il GP.

    Mi dispiace per l’errore di Iannone e Dovizioso e anche quello di Rossi. Anche se dalle immagini mi era sembrato in un primo momento un errore di Pedrosa, ma riguardando una seconda volta il replay forse l’errore l’ha fatto Jorge, ma dovrei rivedere le immagini, credo che Dani e Rossi stavano spingendo molto per stare a contatto e forse Jorge ha sbagliato lui o Marquez e hanno fatto spostare e cambiare la frenata a quelli dietro.

    Davvero pazzi Dani e Marc a continuare a lottare in quel modo, soprattutto Marquez, sicuramente dai box avrebbero dovuto costringerli a rientare ma è difficile quando ne hai 2 la davanti, ma a quel punto dovevano forse fare la gara su Lorenzo, è vero che mancavano pochi giri ma le consizioni peggioravano di giro in giro parecchio. Lorenzo è stato il primo a capire che bisognava mollare, dopo un po’ anche Pedrosa sembrava aver mollato ma gli è partita in frenata, mentre Marquez l’ha persa quando ormai era già da solo e aveva dovuto rallentare, ma ha fatto un giro di troppo, forse non si era ancora accorto della caduta di Dani.

    Alla fine va bene per il mondiale, Lorenzo recupera su Rossi e Pedrosa, e anche su Marquez.

    Anche se in ottica mondiale con la caduta di Pedrosa e di Rossi non cambia praticamente nulla anzi Marc ha ancora allungato leggermente.

    Oggi si è visto che Yamaha è riuscita a miglioare leggermente anche Rossi riusciva a tenere il passo con le temperature più basse e forse soprattutto grazie al fatto che sia lui che Lorenzo avevnao la Media al posteriore mentre Dani e Marc hanno fatto una scelta mi sembra di dire un po’ folle con la dura con queste condizioni.

    I temi erano più alti del previsto, anche se mi aspettavo proprio per questo una Ducati più competitiva nelle prime fasi sull’asciutto, invece Dovizioso ha pagato parecchio e ha recuperato solo con l’aumentare della pioggia prima della caduta. Vedremo in una gara più normale ma trovo strano che loro con la media con temperature basse e con tempi più alti prendessero tanto tempo dal momento che Lorenzo e Marquez sono stati davanti a tirare.

    • Avatar

      Ronnie

      28 settembre 2014 at 15:12

      Riguardando la caduta di Rossi sicuramente anche lui è entrato molto forte ma aveva la traiettoria e la velocità di Rossi, Dani ha tenuto una traiettoria più interna e di difesa, sicuramente non hanno interpretato bene entrambi la curva, quindi sicuramente anche Rossi ha fatto la sua parte nella caduta.

      • Avatar

        Ronnie

        28 settembre 2014 at 15:24

        *Rossi aveva la traiettoria e la velocità di Lorenzo

  3. Avatar

    fatman

    28 settembre 2014 at 15:21

    …cara Manu Comp, brucia non arrivare, vero? Il tuo pilotino ha fatto la figura del pollo osvaldo ahahahahah!!!

  4. Avatar

    fatman

    28 settembre 2014 at 15:26

    …dai, raga…guardatevi lo speciale del pollo osvaldo su Cielo…si portano sfiga da soli ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah!!!

  5. Avatar

    multicom

    28 settembre 2014 at 15:36

    Marquez stava prendendo per il c…o lorenzo,con la mano come per dire ” passa passa cretino che tanto ti ripasso quando azzo mi pare ”

    • Avatar

      Ronnie

      28 settembre 2014 at 16:10

      Credo che Marquez abbia fatto passare Jorge perché nessuno dei 2 voleva stare davanti a fare il ritmo a fare risparmiare forze, benzina e gomme agli avversari. Inoltre credo aveva già cominciato a piovigginare, quindi chi è davanti rischia di più.

      Marquez aveva provato a tirare diverse volte ma non era riuscito ad andarsene, aveva il pneumatico più duro al posteriore rispetto alla media di Lorenzo quindi probabilmente preferiva che fosse Lorenzo a tirare per farglilla usurare maggiormente. E’ stato un gioco tattico. Secondo me Honda con la Media avrebbe avuto meno problemi e sarebbe stata più veloce nelle prime fasi, mentre così le Yamaha sono riuscite a rimanere a contatto, ma forse sapevano che poi a fine gara se fosse rimasto asciutto avrebbero faticato di più.

    • Avatar

      fatman

      28 settembre 2014 at 16:12

      ….la cosa importante e’ che il pollo osvaldo non sia stato della partita…questo e’ basilare, oserei dire un “must”…un po’ come l’articolo 18 ahahahahahahahah!!!

  6. Avatar

    fatman

    28 settembre 2014 at 16:15

    …dai, raga…si rifara’ la prossima volta…entrate nel forum, dai…fate come la gara scorsa, eravate tutti a scrivere nel dopogara…direi che ha fatto in ogni caso una bella gara…col botto ahahahahahahahah!!!

    • Avatar

      nandop6

      28 settembre 2014 at 16:44

      Non ti trattenere, dai sfogo hai tuoi 16 anni di frustrazione accumilata, stavi brindando alla caduta di Rossi????? ;)

      • Avatar

        fatman

        28 settembre 2014 at 16:49

        …mi sono strafogato un hamburgher…cibo spazzatura…un po’ come il vostro pollo osvaldo oggi…

      • Avatar

        H954RR

        30 settembre 2014 at 10:19

        Brindato alla caduta del pilotino ???????
        Ma hai visto sulla collina della quercia quando cadde Marc tutta quella gentaglia saltare in piedi a gridare, ridere ed esultare come matti ?
        Di chi sono i tifosi della quercia ?
        Ma mi domando, ma che parlate a fare quando siete SEMPRE i primi a fare le trollate ?
        Sempre a puntare il dito verso gli altri e mai guardarsi allo specchio vero ?

  7. Avatar

    nandop6

    28 settembre 2014 at 16:20

    Finalmente anche Lorenzo ha vinto, non in condizioni normali ma ha vinto. Secondo me la Honda ha sbagliato le gomme ad inizio gara scegliendo la media anteriore e dura al posteriore diversamente dalla Yamaha, infatti oggi come tempi sul giro erano simili sia con Lorenzo che con Rossi che fino a quando non è caduto era attaccato ai primi e sembrava avercene almeno come loro. Non do tanto merito a Lorenzo nel cambio moto in quanto in quel momento era fuori per la vittoria per cui è stato obbligato a farlo ma lo sbaglio di Marquez e Pedrosa a non volerlo fare. Peccato per Iannone e Dovizioso dopo aver visto Crutchlow. Ora la lotta per il secondo posto in campionato si apre a tre piloti con anche Lorenzo dentro.

  8. Avatar

    TONYKART

    28 settembre 2014 at 16:36

    Ancora più bella questa vittoria se penso agli insulti di ieri rivolti con pochissimo stile a Lorenzo dai “tifosi” 46 sull articolo del pneumatico difettoso..

    • Avatar

      fatman

      28 settembre 2014 at 16:48

      …bravo, Tony…ho pensato la stessa cosa. A me non frega nulla di chi vince ma lo stile dei tavulliaboys non merita che queste gare da parte del pollo osvaldo…in questi anni ridono molto meno. Se avesse fatto il pollo una gara come quella di Jorghe, tutti a dire “e’ il migliore anche come tattica, un mago”…purtroppo per loro la gara perfetta l’ha fatta Jorghe e loro suk@n@, come scrisse la gara scorsa un tavullidiota ahahahahahahah!!!

      • Avatar

        nandop6

        28 settembre 2014 at 17:10

        Sai con il passare degli anni i risultati andranno sempre peggio, come il tuo colesterolo se continui a mangiare spazzatura ma noi ridiamo lo stesso, meglio questi risultati a 36 anni in motoGP che quelli di pesca a 27 anni con tanto di rispetto per Stoner, un grande.

  9. Avatar

    multicom

    28 settembre 2014 at 17:00

    Quella di rossi a misano è una vittoria un miliardo di volte più bella di quella di lorenzo.

  10. Avatar

    multicom

    28 settembre 2014 at 17:03

    preciso che non mi importa chi vince…basta che siano gare da paura…fuoco e fiamme

    • Avatar

      fatman

      28 settembre 2014 at 17:06

      …fuoco e fiamme? Direi un buco nell’acqua ahahahahahahahahahahah…che dire, capita anche ai migliori di sbagliare, sempre che ammetta di aver sbagliato…che bei momenti!!!

  11. Avatar

    bcs

    28 settembre 2014 at 17:38

    Che gara “pazza”.

    Peccato per le varie cadute (Iannone Rossi Marc Dovi e Pedrosa), l’ importante però è che nessuno si sia fatto male pesantemente.

    Rossi (a quanto è stato dichiarato) è Ok, si tratta di un controllo standard. Ha preso però una gran botta, ma ripeto, per fortuna nessuno di loro si è fatto male in maniera pesante. Peccato per la caduta perchè non era messo male a tempi.

    Iannone è stato super nelle prime fasi, un vero peccato.

    In gare di questo genere cadute come quelle di Dani Marc e Dovi possono capitare si “cammina” sul filo e basta poco per cadere (sia se sei troppo conservativo ed accorto, sia se ti prendi troppi rischi).

    Marc non è un pazzo, ha un vantaggio talmente ampio che può tentarle tutte…. Se non cadeva eravamo qui a scrivere cose del tipo “il miglior stratega ecc ecc” adesso per alcuni diventerà un povero sem*.

    Idem per Dovi e Dani… Un peccato, ma in gare di questo genere l’errore è dietro l’angolo.

    Jorge ed Espargarò sono stati bravissimi nell’entrare al momento giusto (per la posizioni che occupavano rispettivamente)…

    Cal, bene, il primo podio con Ducati… Però, non mi piaciuto il suo comportamento sul traguardo… Quel gomito che si allarga verso Espargarò mi ha dato fastidio. Questo non toglie niente al suo bel risultato.

    Una citazione in particolare va però ad Hayden (si, è tornato in pista, ma praticamente nessuno lo cag*), dopo aver saltato diverse gare (e vi erano anche dubbi sul suo rientro alle corse, con Honda che gli aveva offerto un posto da collaudatore) ottiene un bel 9° posto. Bravo anche a lui.

    Stessa cosa per Petrucci, nessuno lo cag* ma ha fatto una gran bella gara, sono molto curioso di vederlo sulla Ducati Pramac il prossimo anno.

    Gara pazza.

    Ps: Suzuki ha fatto dei test al Mugello con Randy che ha distrutto una moto (strano eh?) ed ha subito un trauma cranico…. Ciò non toglie la bellazza di quella moto, vi invito ad andarla a vedere nella sua ultima versione…

    Forza Suzuki!

    • Avatar

      bcs

      28 settembre 2014 at 18:22

      Aggiungo.

      Notate la dinamica della caduta di Marc…
      Ha avuto molta ma molta fortuna (fortunatamente).

      Idem Valentino.

  12. Avatar

    Stonami77

    29 settembre 2014 at 15:46

    Lorenzo ieri ha messo un tassello importante sull’unico traguardo che può ancora raggiungere, chiudere la stagione davanti Vale. Ha fatto una gara magistrale , fino alle prime goccie di pioggia ha risposto giro su giro a Marc e ha regolato gli avversari leggendo megliod egli latri la pista e la gara. I piloti Honda hanno commesso entrambi un azzardo che alla fine non ha pagato…curioso vedere come la fortuna del 93 non lo abbandona mai..avrebbe dovuto predere “zero” ..come la maggior parte dei piloti quando cadono…ma a lui la moto non si spegne mai…

    • Avatar

      Durim

      29 settembre 2014 at 21:02

      MArc la fortuna se la crea! https://www.youtube.com/watch?v=FQtPREFLzzk guarda come caduto tiene le mani sul volante e sulla frizione

      • Avatar

        Stonami77

        30 settembre 2014 at 09:59

        Mi sono espresso male…che il pilota sia fortunato è un dato di fatto(come la sua classe), La caduta di Marc non è certo stata un highside (idem quella di Misano)chiaramente i piloti (tutti) la prima cosa che fanno è agire sulla frizione per evitare che si spenga il motore. nelle dimeniche delle Cadute come quelle di Pedrosa, Iannione e Rossi non c’è nessuna “fortuna” da creare..

      • Avatar

        fatman

        30 settembre 2014 at 14:44

        …soprattutto sul “volante”…che incompetenza ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah…

      • Avatar

        Stonami77

        30 settembre 2014 at 17:35

        ahaha, non avevo fatto caso al “lapsus”…

  13. Avatar

    vr46forever

    30 settembre 2014 at 15:38

    povero fatman…. sei solo ridicolo e incompetente.. cmq FORZA MITICO UNICO INEGUAGLIABILE V.ROSSI …il migliore di tutti i tempi , dentro e fuori la pista…. Ciao e continua a mangiarti il fegato …Ciaoooo

    • Avatar

      fatman

      30 settembre 2014 at 18:14

      …varamente il fegato lo mangiate voi…alla pesarese ahahahahahahahahahahahahahahahahah!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati