MotoGP Indianapolis, Prove Libere: Danilo Petrucci “Devo migliorarmi di 5-6 decimi per raggiungere le Honda Open”

Il ternano del team Ioda inizia con il 20° tempo il gp Indy

MotoGP Indianapolis, Prove Libere: Danilo Petrucci “Devo migliorarmi di 5-6 decimi per raggiungere le Honda Open”MotoGP Indianapolis, Prove Libere: Danilo Petrucci “Devo migliorarmi di 5-6 decimi per raggiungere le Honda Open”

Danilo Petrucci inizia con il 20° tempo il week end di Indy. Il ternano, in sella alla sua Art del team Octo Iodaracing in queste sessioni di libere ha anche dovuto prendere confidenza con la pista che ha ricevuto, nello scorso inverno, un nuovo asfalto oltre all’armonizzazione di due curve.
Al termine della prima giornata Danilo Petrucci ha lavorato sulla sua ART alla ricerca di un set up ideale per affrontare la pista ricavata nell’ovale della storica “500 Miglia”.

“Il tempo sul giro in effetti non è male anche se gli altri sono andati molto forte oggi – ha affermato Danilo Petrucci – più che altro è la posizione che non mi piace molto, dobbiamo ancora lavorare per recuperare quei sei-sette decimi che ci permetterebbero di inserirci in mezzo alle Honda Open. Loro hanno qualcosina in più a livello di motore e su questa pista è un aspetto che conta molto a causa delle tante accelerazioni che ci sono. Noi in questo senso ci dobbiamo mettere un po’ a posto anche se abbiamo abbassato tanto il tempo tra la prima e la seconda sessione di libere oggi (circa nove decimi, ndr). Ora lavoriamo su un nuovo set up, perché ci serve più stabilità. A riguardo abbiamo delle soluzioni, domani vedremo se riusciremo a recuperare qualcosa. La pista è nuova e nel secondo turno è migliorato il grip anche se il grande passo avanti che si è visto nei tempi è dovut! o più che altro al progredire delle impostazioni delle moto tra una sessione e l’altra. Per quanto mi riguarda mi aspettavo di fare un po’ meglio, ma ho girato sempre con la gomma dura e ho messo la morbida solo alla fine e non l’ho sfruttata tanto. Se dovesse piovere forse sarei avvantaggiato, però preferisco mettermi a posto sull’asciutto perché non ci manca tantissimo”.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati