Superbike: Round amaro per il team Voltcom Suzuki

A Laguna Seca problemi meccanici e cadute rovinano il weekend dei due piloti: brutto incidente per Alex Lowes, senza conseguenze.

Superbike: Round amaro per il team Voltcom SuzukiSuperbike: Round amaro per il team Voltcom Suzuki

Il Madza Raceway di Laguna Seca è stata una tappa da dimenticare per il team Voltcom Crescent Suzuki, che ha faticato per tutto il weekend, terminando con una domenica di gare rovinate da problemi meccanici e cadute.

Eugene Laverty ha ottenuto un buon risultato solo in Gara 2, dove ha chiuso in quarta posizione: le bandiere rosse non hanno però giocato a favore dell’irlandese, che non è scattato bene all’ultima ripartenza e ha dovuto lottare per arrivare a ridosso del podio, con appena sette giri a disposizione.

Gara 1 non è stata altrettanto felice per quello che è l’attuale vice-campione in carica, che si è dovuto arrendere ad un problema tecnico nel corso dell’ottava tornata: i suoi meccanici avevano già lottato contro il tempo per non farlo scattare dalla corsia dei box.

Giornata iniziata male anche per Alex Lowes che, dopo la caduta nel warm-up, che ha costretto il suo staff ha una massiccia dose di lavoro extra per permettegli di prendere parte alla gara, non è andato oltre l’ottava posizione nella prima corsa.
Nella successiva il giovane rookie è stato protagonista di una brutta caduta al cavatappi, che ha portato alla prima delle due bandiere rosse che hanno interrotto la gara.
Grande spavento per la dinamica dell’incidente: Lowes è stato letteralmente sbalzato dalla moto ed è ruzzolato per parecchi metri nella via di fuga.
Per lui fortunamente non ci sono state conseguenze fisiche.

“Abbiamo fatto un buon lavoro per tutta la durata del weekend, ma Gara 1 era già terminate prima della partenza. Abbiamo avuto un problema tecnico e sono riuscito a rimanere in pista solo per qualche giro ed all’ottavo passaggio non c’è stato più niente da fare” – ha dichiarato Eugene Laverty – “In Gara 2 sono rimasto coi primi anche se la nostra moto non esprime tutto il suo potenziale con serbatoio pieno e gomme nuove. Il feeling con la moto era decisamente migliorato e sapevo di poter migliorare la mia posizione, purtroppo però la bandiera rossa ci ha rovinato i piani. La gara di sette giri non ci ha favoriti, anche perché tendiamo a fare meglio nelle fasi finali della corsa. Credo che avevamo il potenziale per andare a podio oggi, i ragazzi hanno lavorato duramente questo fine settimana, quindi ci meritavamo un piazzamento migliore prima della pausa estiva”.

“E’ stata una giornata difficile e dolorosa e sono deluso per come è finite” – ha detto Alex Lowes – “Il feeling era buono e la moto la sentivo mia, la squadra ha fatto un ottimo lavoro ed è un peccato non essere riusciti a fare meglio. Guardo con attesa alla pausa estiva, nella quale cercherò di recuperare ed allenarmi per il rientro di Jerez”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati