Superbike: Omologazione Bimota entro fine luglio

La casa motociclistica italiana dovrà necessariamente adeguare la produzione entro fine luglio, pena l'esclusione da un campionato in cui già non sta prendendo punti.

Superbike: Omologazione Bimota entro fine luglioSuperbike: Omologazione Bimota entro fine luglio

Nonostante stia raccogliendo ottimi risultati in pista dal suo esordio, a stagione iniziata, nel round di Aragon, la partecipazione del Team Bimota Alstare al Campionato Mondiale Superbike è ancora sub iudice a causa delle note regole FIM sull’omologazione.

La Federazione durante il primo round a Phillip Island aveva annunciato delle modifiche al regolamento, alcune delle quali riguardanti proprio l’omologazione e decise anche per permettere alla casa italiana di prendere il via del campionato: Ayrton Badovini e Christian Iddon hanno quindi potuto gareggiare con le loro BB3 a partire del secondo round dell’anno, senza però prendere punti iridati e figurare, quindi, nelle classifiche al termine delle gare, fino a quando non si fosse adeguata la produzione.

Adesso il termine sta per scadere: alla fine di luglio dovrà farsi trovare preparata al controllo e in caso contrario, la stagione per il team Bimota Alstare finirà dopo la gara di Laguna Seca, in programma domenica 13 luglio.

Al sito Bikersportnews.com Alcuni esponenti della FIM e della Dorna hanno rilasciato dichiarazioni in merito:

“Prima della gara di Jerez (in programma il 7 settembre,ndr) andremo nella fabbrica Bimota per un controllo in quanto sono ormai quasi passati i quattro mesi dalla data della loro prima corsa, ad Aragon”- ha dichiarato Daniel Carrera, il Direttore del Campionato, parlando a Portimao- “Laguna è l’ultima gara compresa nella finestra di quattro mesi, dopo di che, se avranno il numero di moto necessarie saranno a posto, in caso contrario non saranno più autorizzati a correre”.

“Loro non ci devono dimostrare moto complete, in quanto alcuni esemplari potrebbero essere già stati venduti, devono mostrarci la documentazione per dimostrare che le hanno prodotte”- ha aggiunto il Series Director Gregorio Lavilla.

“Controlleremo tutto il materiale, gli ordini e le bolle di spedizione. Se ci saranno 60 moto nella stanza, allora avremo bisogno di vedere i documenti per le restanti 65, in quanto chiedere a un piccolo produttore di farci sedere su 125 unità è impossibile”- ha concluso il Direttore Tecnico Scott Smart.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP e Superbike divise tra Sky e Mediaset

Da quest'anno Sky trasmetterà in esclusiva la MotoGP, confermata per Mediaset la Superbike
Condividi su WhatsAppCon il via dei test, è partita ufficialmente la stagione 2014 del Motomondiale ed è tempo per gli