Superbike: Un grande Tom Sykes vince Gara 1 del round di Portimao

Pioggia e sorpassi hanno caratterizzato la prima gara. Secondo posto per Sylvain Guintoli davanti all'altra Ninja di Loris Baz, che ha battagliato a lungo con Melandri, quarto.

Superbike: Un grande Tom Sykes vince Gara 1 del round di PortimaoSuperbike: Un grande Tom Sykes vince Gara 1 del round di Portimao

Cielo nuvoloso e un po’ di pioggia non bastano a fermare il Campione del Mondo in carica Tom Sykes, che domina ancora una volta la corsa: scatta bene al via, si prende la testa della gara nel corso del quarto giro, quando fa segnare anche il giro veloce, gestisce bene la pioggia e porta la sua Ninja al traguardo senza che nessuno dei suoi avversari lo impensierisca più di tanto.

Sykes ha guidato magistralmente, studiando bene le zone della pista più “interessate” dalla pioggia, che è scesa a partire dal 13esimo giro, per poi riprendere il suo solito martellante ritmo: in questa crescita della Kawasaki da inizio anno c’è indubbiamente tanto di suo.

Dietro di lui troviamo il solito Sylvain Guintoli, che conferma la sua straordinaria costanza in gara: con il podio di Portimao sono ben 29 i round consecutivi in cui è andato a punti.
Grande rimonta di Loris Baz, che conferma l’ottima messa a punto della Ninja cambiata stamattina in previsione della pioggia, e conquista il terzo gradino del podio, precedendo Marco Melandri che fino all’ultimo ha tentato di soffiargli la posizione.

Per il grande recupero in gara delle Aprilia, registriamo invece il calo delle CBR Honda, in particolare quella di Jonathan Rea, che scatta benissimo al via, brucia Tom Sykes, ma perde progressivamente posizioni quando ci si avvicinava alla seconda metà di gara, anche a causa della pioggia che ha modificato la temperatura delle gomme.

In generale i cambiamenti del meteo, in un periodo in cui ci si aspettava grande caldo, tutti i piloti, a parte Tom Sykes e Sylvain Guintoli, maestro nella guida sotto l’acqua, hanno accusato problemi: Marco Melandri ad esempio ha lamentato mancanza di grip e difficoltà in curva, che gli impedivano di sfruttare tutta la pista.

Il ravennate è arrivato al traguardo comunque vicinissimo ai primi, precedendo Jonathan Rea, Alex Lowes e Davide Giugliano, che hanno dato vita ad una bella battaglia per il quinto posto nel corso delle ultime fasi di gara.

Tanta sfortuna per Chaz Davies, ritiratosi dopo un brutto contatto con Leon Haslam nel corso del 13° giro: entrambi sono riusciti a far ripartire le loro moto, ma l’inglese ha fatto poca strada, mentre il pilota del team Pata Honda ha rimontato fino alla dodicesima posizione.

Completano la top ten le due EVO di David Salom e di Sylvain Barrier: magistrale la gara del pilota francese del team BMW Motrrad Italia, che è rientrato alla grandissima dopo la convalescenza, fugando i dubbi di chi pensava non potesse nemmeno tornare a correre.

Da registrare anche la sfortunata caduta di Toni Elias nel corso del sesto giro.

Claudio Corti non ha preso parte alla prima manche e non scenderà in pista nemmeno per la seconda.

Appuntamento alle 16:00, ora italiana, con la partenza di Gara 2.

Di seguito l’ordine d’arrivo di Gara 1:

1. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10R 20 laps
2. Sylvain Guintoli FRA Aprilia Racing RSV4 +2.539s
3. Loris Baz FRA Kawasaki Racing ZX-10R +3.175s
4. Marco Melandri ITA Aprilia Racing RSV4 +4.042s
5. Jonathan Rea GBR PATA Honda CBR1000RR +7.791s
6. Alex Lowes GBR Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 +14.772s
7. Davide Giugliano ITA Ducati SBK 1199 Panigale R +14.877s
8. Eugene Laverty IRL Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 +14.941s
9. David Salom ESP Kawasaki Racing ZX-10R +26.018s (E)
10. Sylvain Barrier FRA BMW Italia S1000RR +26.032s (E)
11. Leon Haslam GBR PATA Honda CBR1000RR +33.041s
12. Jeremy Guarnoni FRA MRS Kawasaki ZX-10R +38.385s (E)
13. Niccolo Canepa ITA Althea Ducati 1199 Panigale R +42.237s (E)
14. Riccardo Russo ITA Pedercini Kawasaki ZX-10R +47.908s (E)
15. Alessandro Andreozzi ITA Pedercini Kawasaki ZX-10R +1m 03.502s (E)

16. Aaron Yates USA Team Hero EBR 1190RX +1 lap
17. Gabor Rizmayer HUN Team Toth BMW S1000RR +1 lap

Ayrton Badovini ITA Bimota Alstare BB3 (E) *
Christian Iddon GBR Bimota Alstare BB3 (E) *

* non possono prendere punti per le regole sull’omologazione (Badovini across the line 12th, Iddon 13th)

Non classificati:

18. Chaz Davies GBR Ducati SBK 1199 Panigale R 13 laps completed
19. Peter Sebestyen HUN Team Toth BMW S1000RR 13 laps completed (E)
20. Bryan Staring AUS IRON BRAIN Kawasaki ZX-10R 8 laps completed (E)
21. Sheridan Morais RSA IRON BRAIN Kawasaki ZX-10R 6 laps completed (E)
22. Toni Elias ESP Red Devils Roma Aprilia RSV4 5 laps completed
23. Fabien Foret FRA MAHI Kawasaki ZX-10R 5 laps completed (E)
24. Geoff May USA Team Hero EBR 1190RX 4 laps completed

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati