MotoGP: Jorge Martinez “Ho fiducia nella Honda, la moto diventerà competitiva”

Il team manager ha aggiunto "Futuro? Abbiamo già parlato con Aleix Espargarò, Alvaro Bautista ed Esteve Rabat"

MotoGP: Jorge Martinez “Ho fiducia nella Honda, la moto diventerà competitiva”MotoGP: Jorge Martinez “Ho fiducia nella Honda, la moto diventerà competitiva”

Jorge “Aspar” Martinez, Team Owner della squadra che schiera Nicky Hayden e Hiroshi Aoyama nella classe Open ha parlato a MotoGP.com della stagione attuale, di cosa si aspettava e di cosa si aspetta dalla Honda. Le RCV1000R Open non hanno mantenuto le premesse, risultando più lente del previsto.

A livello di telaio la moto va molto bene, quello che manca è la potenza. Rispetto alla RC213V non ha le valvole pneumatiche e il cambio seamless. Due fattori che determinano la mancanza di velocità in rettilineo, data soprattutto dalle valvole pneumatiche. A prendere in contropiede la Honda è stata la Yamaha, che ha fornito motori ufficiali del 2013 al Forward Racing e che inizialmente ha fornito anche altre parti, come telaio e forcellone.

Martinez ha però ricevuto rassicurazioni dalla Honda, che se non durante questa stagione, schiererà il prossimo anno lo stesso motore delle moto ufficiali, senza cambio seamless.

“Lo scorso ottobre avevamo grandi speranze riposte nella classe MotoGP, con due grandi piloti come Hiroshi Aoyama e Nicky Hayden e un progetto con la Honda, ma le cose non stanno andando come speravamo. E’ superiore alla moto vincitrice in CRT l’anno scorso, e credo questo fosse l’obiettivo della Honda. Quel che è successo è che Yamaha, utilizzando il regolamento attuale, ha fornito motori ufficiali in leasing come nel caso di Forward, e chiaramente questa moto risulta superiore alla nostra, indipendentemente dal fatto che Aleix Espargaró è un grandissimo pilota che sta facendo la differenza; credo che questo sia stato il nostro problema, ma ho fiducia nella Honda: se non questo, il prossimo anno ci dará una moto piú competitiva. Ci è stato detto che sará praticamente una moto ufficiale senza il cambio seamless e ovviamente con l’elettronica Open.”

Dal punto di vista dei piloti come vi muoverete per il prossimo anno? “Stiamo valutando tutte le possibilitá. Magari potessimo arrivare a Aleix Espargaró! Ma asappiamo che è difficile che accada: è negli obiettivi di molti team. C’è anche Álvaro Bautista o, perchè no, Tito Rabat. Non sono soltanto ipotesi, abbiamo giá parlato con tutti e tre. Allo stesso modo, voglio chiarire che abbiamo un contratto di 2 anni con Nicky Hayden e che ha prioritá assoluta. Siamo contenti di lui, come persona e come professionista, e se recuperasse anche l’infortunio alla mano, sarebbe fantastico per noi. Anche Aoyama sta facendo una gran stagione.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati