Superbike: Kawasaki fa bottino pieno a Misano

Doppia doppietta in gara per il team giapponese, a cui si aggiungono i due primi posti di Salom nella classe EVO e la Superpole di Sykes.

Superbike: Kawasaki fa bottino pieno a MisanoSuperbike: Kawasaki fa bottino pieno a Misano

L’Italia ha finalmente portato bene alla Kawasaki e a Tom Sykes, che qui èsempre molto amato dal pubblico: dopo le delusioni di Imola, una straordinaria doppia doppietta sancisce il quasi assoluto dominio della Casa giapponese al Riviera di Rimini Round.

Un weekend da protagonista quindi per il Campione del Mondo in carica, inziato già il sabato con la conquista di una straordinaria Superpole e del nuovo record in qualifica, strappato a Tory Corser, proprio uno dei suoi idoli a cui, parlo sue, deve offrire una birra.
Per Sykes sono arrivate la quinta e la sesta vittoria in stagione, e la sua terza doppietta, dopo Aragon e Donington Park.
Unico piccolo neo, il Pirelli Best Lap che Davide Giugliano gli ha soffiato in Gara 2, dopo che in Gara 1 aveva frantumato il precedente record di Carlos Checa.
Ricordiamo che Sykes era ancora sofferente a causa dell’infortunio al polso destro, rimediato con l’incidente di Sepang: se questo è il livello del campione in carica non al 100%, i suoi rivali dovranno decisamente escogitare qualcosa per contrastarlo.

In Gara 1, dopo aver preso la testa della classifica dopo pochi giri, e per lui è stato abbastanza agevole impostare il suo ritmo e portare a casa la vittoria, con l’unico punto interrogativo derivato dalla tenuta fisica.
In Gara 2 le condizioni della pista, con l’asfalto a circa 48°, si sono fatte decisamente impegnative e Sykes ha dovuto fare appello a tutte le sue energie per non accusare un calo nel finale: fortunamente il drive through di Davide Giugliano, conseguenza del jump start, gli ha facilitato non poco il compito.
Il pilota inglese, nel consueto appuntamento del Paddock Show in chiusura del pomeriggio di gare, ha scherzosamente ringraziato il pilota Ducati perchè con la penalità gli ha consentito di avere pista libera per impostare il suo ritmo, fino alla bandiera a scacchi.
Il campione in carica lascia il Misano Wolrd Circuit consolidando quindi il primato in classifica iridata: ora ha ben 39 punti di vantaggio su Sylvain Guintoli, mentre il compagno di team, Loris Baz è secondo.
Kawasaki conduce ora la classifica costruttori con 22 punti.

Loris Baz è riuscito a stargli sempre molto vicino, pur non attaccandolo, e in Gara 2 è stato autore di una grande lotta con Marco Melandri per la seconda posizione, che è riuscito a mantenere fino al traguardo.

Il weekend perfetto per la Kwasaki è completato anche dai due primi posti nella classe EVO di David Salom, sempre più leader di categoria con 24 punti di vantaggio su Niccolò Canepa.
Il maiorchino ha dovuto lottare non poco per ottenere questi risultati, specie in Gara 2, dove è risucito a sopravanzare Sylvain Barrier solo per un suo errore nelle ultime curve.

“Sono piacevolmente sorpreso di questi risultati, ma sapevo che l’adrenalina e la concentrazione mi avrebbe dato qualcosa in più. Onestamente non mi aspettavo di ottenere tanto e un enorme grazie va al team”- ha dichiarato Tom Sykes– “Tutto è andato come previsto in Gara 1. Sapevo di avere qualche limite per tutto il weekend e mi sono confrontato con il mio capo tecnico in merito ai problemi che avevo. Dopo di che è necessario salire in moto e fare il lavoro. Abbiamo lavorato molto per tutto il weekend e abbiamo messa a punto un set-up della Ninja ZX-10R fantastico. Infine, sono sempre stato in grado di limare qualche decimo quando mi si presentava l’occasione, e sono felice di questo. I tempi sul giro sono stati abbastanza sorprendenti in partenza e sono rimasto sorpreso di mantenere quel ritmo in Gara 1. La parte anteriore e posteriore si muovevano molto ma il feedback con la moto è stato fantastico, quindi devo ringraziare Marcel e Danilo e tutti i meccanici che hanno lavorato molto per venire incontro alle mie esigenze!In Gara 2 è stato ancora più difficile, la moto si muoveva molto di più ed ero un po’ stanco, tanto che ho finito per dover compensare con il braccio sinistro. Ho dovuto rimanere concentrato, ma alla fine il controllo della seconda gara è stato probabilmente un po’ più rilassato rispetto a gara uno. ”

“Penso che oggi Tom era semplicemente troppo veloce e non ho potuto stare con lui in ogni gara. Nella prima ho pensato che potevo, ma dopo dieci giri ho potuto vedere che era più veloce2- ha detto Loris Baz– “Ho pensato che potevo andare veloce negli ultimi giri, ma Tom aveva un ottimo ritmo e anche fatto un nuovo record della pista. In Gara 2 era più veloce fin dall’inizio. Avevo Marco Melandri dietro di me e sono davvero felice di essere riuscito a tenerlo dietro perché ha cercato di passare un paio di volte. Sappiamo quanto sia forte, per cui credo sia la miglior gara che abbia mai fatto. Non ho fatto nessun errore. Sono davvero felice e non vedo l’ora che arrivi Portimao e sono sicuro che la prima vittoria della stagione arriverà molto presto. ”

“Abbiamo ottenuto due vittorie a Misano nella classe Evo, ma è stato difficile. La prima gara è stata perfetta per noi, abbiamo fatto una buona partenza e dopo alcuni giri sono risucito a superare Canepa e ha spingere forte prendendo un buon vantaggio”- ha detto David Salom– “In Gara 2 invece è stato più difficile perché i miei avversari erano molto forti e veloci e ho dovuto lottare specialmente con Sylvain Barrier. E’stata una giornata molto buona per la Kawasaki”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati