Divorzio tra il team Yakhnich e MV Agusta

Per MV si prospetta una fine 2014 in salita ed un 2015 ancora tutto da definire, alla ricerca di nuovi investitori.

Divorzio tra il team Yakhnich e MV AgustaDivorzio tra il team Yakhnich e MV Agusta

Già da tempo circolavano voci insistenti di una possibile separazione tra MV Agusta ed il team russo Yakhnich Motorsport, insieme sia nel Mondiale Superbike che in Supersport, che alla vigilia del round di Misano sembra sia confermata e sia, nei fatti, già avvenuta.

Sembra che il problema sia stato la fragilità delle basi, soprattutto economiche, con cui era stato siglato l’accordo: l’avventura del magnate russo Alexander Yakhnich era nata principlamente per accontentare la consorte, appassionata di Motorsport, e per dare visibilità al suo Paese.

Dopo soli 6 mesi e poco più di sodalizio, quindi, pare che già dall’appuntamento in Riviera di questo fine settimana, MV sarà presente con un proprio team ufficiale e con la wild card Massimo Roccoli ad affiancare Jules Cluzel, al posto di Vladimir Leonov sulla seconda F3 675 del team.
Il pilota italiano è reduce da una doppia vittoria nel CIV proprio con la MV Agusta F3 e a Misano cercherà di bissare il suo unico successo a livello mondiale, ottenuto nel 2006 proprio qui con Yamaha.
In SBK, naturalmente, rimane confermato il comasco Claudio Corti.

Sembrerebbe quindi che la Casa varesina sia intenzionata a continuare con tre piloti (Cluzel e Roccoli in Supersport, Corti in SBK), con Schiranna a gestire il tutto, per poi valutare nel 2015 se affidarsi ad una struttura o continuare a livello Factory.
Resta comunque fondamentale trovare dei nuovi sponsor, per potere proseguire questo 2014 in ottica campionato e per continuare a vedere il glorioso marchio MV Agusta nel mondiale delle derivate di serie.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati