Superbike: Melandri mette la sua firma sul primo round del Campionato Mondiale a Sepang

Dominio assoluto della Aprilia in Malesia che si porta a casa Superpole e un fantastico double in gara.

Superbike: Melandri mette la sua firma sul primo round del Campionato Mondiale a SepangSuperbike: Melandri mette la sua firma sul primo round del Campionato Mondiale a Sepang

La prima volta del Campionato Mondiale Superbike a Sepang porta la firma di Aprilia, capace di monopolizzare il weekend malese e lasciare agli inseguitori solo le briciole: la doppietta di Marco Melandri e il doppio secondo posto di Sylvain Guintoli sanciscono una supremazia emersa fin dai primi turni di prova, dove le RSV4, compresa la “satellite” di Toni Elias, si sono adattate benissimo al difficile tracciato malese.

Gara1 ha visto le due RSV4 di Marco Melandri e Sylvain Guintoli in fuga fin dal primo giro a contendersi la vittoria.
A spuntarla è stato il pilota di Ravenna, bravo a ricucire il distacco creatosi dopo l’incidenteche ha coinvolto le due Kawasaki e Alex Lowes nelle prime curve.

In Gara 2 la sospensione per bandiera rossa dopo il terzo giro ha portato a una ripartenza, con distanza accorciata a 10 tornate e schieramento in griglia basato sulle posizioni al momento dello stop, quindi con le tre RSV4 in prima fila.
Sylvain Guintoli ha preso subito vantaggio, mentre Marco Melandri ha lottato prima di lanciarsi all’inseguimento del compagno di squadra.

L’ultimo giro ha visto i due piloti Aprilia esibirsi in una serie di sorpassi spettacolari, che hanno visto prevalere Marco Melandri dopo l’ultimo tentativo di risposta di Sylvain nella curva che precede il traguardo.
Arrivo in volata, seconda doppietta di giornata e classifiche che cambiano radicalmente: Melandri sale al quinto posto tra i piloti, sono invece 13 i punti che separano Guintoli dal capoclassifica Tom Sykes.
Aprilia accorcia le distanze anche nella graduatoria costruttori, dove è seconda a 4 punti dalla vetta.

Di seguito riportiamo le dichiarazioni dei piloti, con dedica speciale di Marco Melandri alla fidanzata che aspetta il loro primo figlio:

“Una doppietta che ci voleva! Nonostante le difficoltà non ci siamo mai arresi, abbiamo continuato a lavorare e a lottare. Qui ho trovato un buon feeling con la mia RSV4, le condizioni di Gara1 erano difficili ma sono riuscito a raggiungere Sylvain”- ha dichiarato Marco Melandri– “Dopo il sorpasso ho fatto il mio ritmo, sapevo di potermi difendere bene in staccata e sono riuscito ad amministrare fino alla fine. Gara2 è stata ancora più dura, perché ho combattuto anche con le Kawasaki prima di poter raggiungere Sylvain. Nell’ultimo giro ho pensato a provarci, dovevo dare tutto fino alla bandiera a scacchi. Comunque tutti i piloti sono da ammirare oggi, perché guidare in queste condizioni non è per niente facile. Questo risultato lo dedico alla Manu, al suo pancione e a tutti i ragazzi del Team. Ci vediamo a Misano!”

“In Gara1 credevo di aver messo in pratica bene la mia tattica, purtroppo verso la fine Marco aveva un gran passo, mi ha costretto a qualche errore. Gara2 l’ho condotta meglio, tentando di essere aggressivo da subito, semplicemente Marco verso la fine aveva qualcosa in più”- ha detto Sylvain Guintoli– “Ho provato a rispondergli, credo che chi ci guardava si sia divertito nell’ultimo giro! Abbiamo guadagnato punti pesanti in campionato e dimostrato che Aprilia è tornata davanti, con una grande giornata. Ci riposeremo serenamente dopo questo weekend davvero faticoso”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati