Superbike: Domenica difficile per il team Ducati a Sepang

Chaz Davies salva la giornata di gare con un bel quarto posto in Gara 1. Febbricitante, fatica molto Davide Giugliano, che conclude ottavo e decimo.

Superbike: Domenica difficile per il team Ducati a SepangSuperbike: Domenica difficile per il team Ducati a Sepang

Il gran caldo (temperatura dell’aria 32°C, asfalto 52°C) e i livelli di umidità molto alti hanno complicato più del previsto le due gare del sesto round della stagione, sul tracciato del Sepang International Circuit, per la Ducati che ha sofferto molto la mancanza di grip in entrambe le manche.

A questo si aggiunge Davide Giugliano che stamattina si è svegliato con febbre alta e nel corso del primo giro di Gara 1 è stato quasi coinvolto a sua volta nell’incidente tra Loris Baz, Tom Sykes e Alex Lowes: il pilota italiano si è dovuto quasi fermare per evitare di essere colpito, riprendendo la gara addirittura dalla 14esima posizione.
Spingendo forte per recuperare, Giugliano ha dato il massimo fino al traguardo ma, nell’ultima fase della corsa, quando il grip è calato ha dovuto accontentarsi dell’ ottavo posto finale.

Per Davies invece Gara 1 è stata una buona manche: partito ottavo in griglia, è stato in grado di guadagnare subito delle posizioni e transitare quarto nella prima fase.
Sul finale solo il calo di grip gli ha impedito di difendere da Eugene Laverty il terzo posto conquistato su Elias.

In gara 2 le temperature sono ulteriormente cresciute, con l’asfalto che ha raggiunto i 59°, e questo non ha fatto altro che peggiorare i problemi avvertiti nella prima manche. I due piloti Ducati Superbike sono partiti abbastanza bene ed erano sesto (Giugliano) e ottavo (Davies) quando, al quarto giro, la direzione gara ha fermato la corsa con la bandiera rossa, a causa di olio sulla pista lasciato dalla rottura avuta da un altro concorrente.
Dopo il ‘quick restart’, entrambe le Ducati stavano lottando con gli avversari a metà gruppo, ma purtroppo entrambi hanno perso terreno negli ultimi giri, quando le alte temperature hanno anticipato il calo di grip visto in gara 1.
Davies e Giugliano hanno chiuso rispettivamente ottavo e decimo.

Dopo i primi 6 dei 14 round previsti, Davies si trova sesto nella classifica generale, con 130 punti, seguito da Giugliano, settimo, con 96 punti, mentre Ducati è quarta nella classifica costruttori con 158 punti.

“Le gare di oggi sono state difficili proprio come me le aspettavo. Il problema principale è stato una mancanza di grip sui lati esterni della gomma, un problema che coinvolge anche altri aspetti, come per esempio l’elettronica, che non funziona perfettamente quando il livello di grip è così basso”- ha detto Chaz Davies– “Il feeling è stato simile in entrambe le manche, forse un pochino meglio nella seconda, dopo che abbiamo apportato qualche modifica, ma dobbiamo continuare a lavorare per risolvere questo problema e per poter migliorare in accelerazione, in uscita dalle curve. Sono abbastanza soddisfatto del risultato di gara 1. Comunque, penso di aver fatto tutto quello che potevo oggi, e adesso ci concentriamo per le prossime gare.”

“Mi dispiace un po’ per gara 1. Non è la prima volta che Baz fa una cosa del genere e questa volta alcuni dei piloti sono caduti ed io ho perso tante posizioni, evitando di cadere a mia volta”- ha dichiarato Davide Giugliano– “Ho cercato di accelerare il più possibile e sono riuscito a sorpassare parecchi piloti, ma ad un certo punto non avevo più grip. La seconda gara è andata piuttosto male. Siamo ripartiti bene ma dopo soli tre giri ho sofferto ancora per un calo di grip che non mi ha permesso di guidare come avrei voluto. Una giornata difficile ma posso dire che in queste condizioni, e considerando che per l’influenza ero molto debilitato fisicamente, finire le gare è già un buon risultato – ottavo e decimo non sono posizioni che mi soddisfano, ma questa volta mi accontento.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati