Superbike: Haslam parte dalla prima fila nella gara di casa

Soddisfazione a metà in casa Pata Honda, con Leon Haslam che fa segnare il secondo miglior crono davanti al proprio pubblico, mentre per il leader di classifica Jonathan Rea solo un ottavo posto.

Superbike: Haslam parte dalla prima fila nella gara di casaSuperbike: Haslam parte dalla prima fila nella gara di casa

Qualifiche abbastanza deludenti per la folta rappresentanza di piloti inglesi, quelle che si sono svolte ieri sul circuito del Donington Park sotto la tipica pioggia d’oltremanica.
Solo Leon Haslam è riuscito infatti a conquistare posizioni di vertice e a tenere il ritmo di Davide Guigliano: scatterà oggi dalla prima fila, seconda casella, davanti al suo pubblico di casa.
Grande soddisfazione ovviamente per il pilota, che è originario di Smalley, paesino a solo mezz’ora di strada dal tracciato inglese.

L’altro portacolori del Team Pata Honda, l’attuale leader di classifica Jonathan Rea, è stato vittima di una scivolata nel secondo turno di Superpole, che ha vanificato gli sforzi del nordirlandese, apparso molto competitivo sulla pista di Donington Park quest’oggi.

“Dalla frattura della gamba dello scorso anno ho passato un periodo non certo semplice, nel quale non sono riuscito ad ottenere i risultati che speravo, quindi è bello poter partire dalla prima fila qui a Donington” – ha detto Leon Haslam– “Abbiamo ancora del lavoro da fare con il set-up da asciutto, ma sul bagnato ero già a mio agio già ad Assen. Speriamo di partire bene in gara, per poter lottare con i primi.”

“E’ stata una Superpole amara, anche perché non credo che siamo mai partiti dalla terza fila quest’anno. Dovrò quindi partire bene in entrambe le gare, per rimanere col gruppo di testa. Ho fatto un errore che mi è costato molto nel momento cruciale della Superpole, quando tutti stavano migliorando i propri riferimenti” – ha detto Jonathan Rea– “Mi sentivo a mio agio in sella alla moto ed il mio passo era buono, sono contento con il set-up da bagnato, anche se avrei preferito un po’ più di tempo per girare in condizioni di asciutto. Con tre sessioni di libere asciutte, una di seguito all’altra, non siamo riusciti ad analizzare i dati a nostra disposizione. Credo che ci sia ancora qualcosa da fare per domani, ma sono fiducioso che i ragazzi possano darmi una CBR in grado di lottare tra i primi, in qualsiasi situazione di pista.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Superbike

Superbike: Piccola disavventura per Jonathan Rea

Il rider Pata Honda sembra sia stato vittima di un incidente quando si trovava ancora in Italia. Nessuna nota ufficiale dal Team.
Condividi su WhatsApp Secondo quanto riporta Motosprint.it, ripreso anche dal sito ufficiale WSBK.com,  Jonathan Rea è arrivato in pista giovedì