Superbike: Rea a caccia di un round da primo della classe

Gara di casa per i due piloti del Team Pata Honda, che spera in un altro weekend da protagonista.

Superbike: Rea a caccia di un round da primo della classeSuperbike: Rea a caccia di un round da primo della classe

Dopo il round di casa ad Assen e la trasferta di riferimento per lo sponsor Pata ad Imola, questo weekend rappresenta un altro evento importante per la squadra, avendo Honda Motor Europe il suo quartier generale proprio in inghilterra, a Langley, vicino a Londra.

Entrambi i piloti sono di nazionalità britannica, ma é Leon Haslam ad essere il vero e proprio pilota locale, vivendo infatti a soli 30 minuti di strada dal circuito.

Haslam ha all’attivo due podi a Donington Park, il primo ottenuto in sella ad una CBR600RR satellite nel 2009.
Il rider del Derbyshire è determinato a tornare nelle posizioni di vertice, soprattutto sul tracciato di casa, dove non ha potuto correre lo scorso anno a causa di una frattura alla gamba.

Jonathan Rea sta attraversando un momento davvero molto positivo e attualmente, per la prima volta in carriera, occupa la posizione di vertice della classifica iridata.
Reduce da tre vittorie di fila in altrettante gare, spera ovviamente di portare avanti questo incredibile ruolino di marcia anche a Donington, dove è salito sul podio, sul gradino più alto per la precisione, solo nel 2012 in Gara 2.

“E’ davvero incredibile arrivare al round di casa in testa al campionato! Certo questo non cambierà il mio approccio al fine settimana, ma è bello il fatto che il lavoro fatto sulla CBR1000RR Fireblade SP ci ha permesso di andare regolarmente a podio in questo inizio di stagione”- ha dichiarato Jonathan Rea– “Amo la pista di Donington ed i fan, qui ho fatto la mia prima esperienza assoluta nelle corse, in sella ad una CB500. Non c’è dubbio che la prima parte della pista rende Donington uno dei migliori tracciati al mondo. La parte finale è invece molto più lenta e questo richiede un compromesso nella ricerca del set-up ottimale. I dati dello scorso anno ci hanno mostrato che Donington ed Imola sono simili come messa a punto, quindi partiremo con lo stesso set-up di base.”

“Ovviamente guardo con attesa al fine settimana di gare sulla mia pista di casa. Conosco il tracciato alla perfezione, anche se non ho avuto mai fino ad ora dei risultati di alto livello qui. La mia prima gara qui a Donington nel Mondiale è stata come wild card, in sella alla CBR del Team HM Plant con cui correvo nel British Superbike”- ha detto Leon Haslam– “Purtroppo in quella occasione sono stato sbattuto fuori in ambo le gare, mentre lottavo nelle posizioni di vertice. Sono andato a podio nel 2009 e nel 2012, ma lo scorso anno non sono potuto scendere in pista a causa della frattura alla gamba, un vero peccato. Abbiamo fatto dei buoni passi in avanti rispetto ad inizio stagione, anche se purtroppo negli ultimi due round non siamo stati in grado di tradurli in buoni risultati. La moto può comunque permettermi di lottare per il podio e per il successo, quindi darò il massimo per far bene davanti al pubblico di casa.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Superbike

Superbike: La Aprilia cerca risultati importanti a Donington

Melandri e Guintoli non vedono l'ora di scendere in pista domani: il primo per ottenere i risultati che tutti si aspettano e che sono alla sua portata, il francese per riconfermare con un podio il buon inizio di stagione.
Condividi su WhatsApp La coppia di piloti dell’Aprilia Racing Team, Sylvain Guintoli e Marco Melandri, è pronta ad affrontare il