CEV Moto3 Le Mans. A Quartararo la vittoria, paura al via.

Un grave incidente all'inizio della gara ha coinvolto Pizzoli e Yurchenko

CEV Moto3 Le Mans. A Quartararo la vittoria, paura al via.CEV Moto3 Le Mans. A Quartararo la vittoria, paura al via.

Seconda vittoria stagionale per il francese Fabio Quartararo (nella foto), che ha dominato fin dallo start una gara, che non era iniziata sotto i migliori auspici.
Un brutto incidente al via ha infatti costretto la direzione gara a dare bandiera rossa e ad accorciare la corsa a solo 9 giri sui 17 previsti.
Un intervento obbligatorio visto la dinamica dell’incidente, che ha coinvolto 4 piloti e fatto temere per la salute di due di loro, il nostro Davide Pizzoli e il pilota del team di Aleix Espargarò Makar Yurchenko.
La moto dell’italiano non è infatti partita allo spegnersi dei semafori, probabilmente per un problema, secondo quanto scritto sulla pagina Facebook Dadda7 di Davide, alla centralina che ha compromesso il corretto funzionamento del Selt Control. Rimasta piantata in mezzo alla pista, è stata poi “tamponata” da Yurchenko, che sopraggiungeva insieme ad altri due piloti dalle file dietro.
Paura per il pilota Kazako, che è rimasto a terra ed è stato subito soccorso e portato al centro medico. Fortunatamente per lui, i danni si sono limitati alla frattura dei polsi. Trauma cranico invece per il Pizzoli, che ora si trova in ospedale per accertamenti, ma ci fa sapere che sta bene, tramite Facebook:
“Ciao a tutti sto bene sono in ospedale a fare degli accertamenti ma sto bene!!
Mi si è’ spenta la moto in griglia e un pilota delle retrovie mi ha centrato in pieno”

Archiviata la prima partenza, al secondo start Quartararo non ha esitato e ha da subito preso la testa della gruppo, accumulando un sostanzioso vantaggio, che lo ha portato a tagliare il traguardo con quasi 4 secondi di vantaggio sul primo inseguitore, il poleman Rodrigo. Terzo il giapponese Hiroki Ono, con la Honda del team Asia.
Unica a provare a tenere testa al ritmo imposto dal compagno di squadra è stata Maria Herrera, ma la sua rincorsa si è purtroppo arrestata con una caduta nel corso del secondo giro. Quarto posto per Navarro sulla italianissima Ioda.
Primo degli italiani è Andrea Migno, quinto con la Kalex del team Aspar-VR46, seguito dal compagno di squadra Luca Marini, decimo a chiudere la top ten; dodicesima e tredicesima posizione infine per Manzi e Bulega. Trentaquattresimo infine Gabriele Ruju con la Honda del team PromoRacing.

Al termine del secondo appuntamento con il campionato spagnolo, Fabio Quartararo è saldamente in testa alla classifica, forte dei due successi stagionali e del secondo posto in gara 2 a Jerez, secondo è Rodrigo, che guadagna una posizione sulla Herrera, che con la caduta di oggi si ritrova terza a 25 punti di distacco dalla testa.
Quinto Posto per Andrea Migno, primo degli italiani, decimo Bulega, seguio da Manzi (tredicesimo) e Marini (sedicesimo). Ancora zero punti invece per Pizzoli e Ruju, che non ha partecipato al primo round.

Classifica di gara
Classifica Generale

Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati