Superbike: Suzuki lontana da primi ad Imola

Weekend amaro per Eugene Laverty e Alex Lowes, mai competitivi sulla difficile pista imolese.

Superbike: Suzuki lontana da primi ad ImolaSuperbike: Suzuki lontana da primi ad Imola

E’ stata una domenica di gare complicata quella che il Team Voltcom Crescent Suzuki ha vissuto all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari, a cornice di tutto un fine settimana non esaltante che l’ha vista lontata dalle prime posizioni.

Deluso in particolare, Eugene Laverty, atteso al riscatto dopo il doppio zero di Assen, che dopo aver faticato ad adattare la sua GSX-R all’impegnativo tracciato italiano, è riuscito a conquistare come miglior risultato solo un settimo posto, in Gara 1.

Nonostante la mancata discesa in pista, causa problemi tecnici, nella Superpole del sabato, Alex Lowes ha mostrato un buon livello di performance nelle due gare di ieri.
Una buona partenza di Gara 1 gli ha permesso di recuperare due posizioni e di chiudere alla fine ottavo, dopo il sorpasso su Haslam.
In Gara 2 Lowes è incappato in un lungo nel tentativo di sorpassare il compagno di squadra, che gli ha fatto perdere tempo e terreno, relegandolo alla fine al limite della top 10.

“Due risultati difficili per me e la squadra, al termine di una giornata difficile. La prima gara è andata male e la seconda anche peggio, perché non riuscivo a guidare la moto. Dobbiamo capire da dove arriva questo problema”- ha dichiarato Eugene Laverty– “Abbiamo una nuova strategia a livello elettronico sulla quale lavorare, per cercare di migliorare il comportamento del freno motore e questo dovrebbe il tracciato migliore sul quale provare. Qui il problema si è presentato in modo così evidente che questo è l’unico posto dove poter trovare una soluzione. Sono determinato a fare bene ed a tornare tra i primi a Donington.”

“I risultati non sono stati fantastici, ma le gare sono andate bene! Ho dato il massimo nella second ed ho spinto al massimo fino alla fine”- ha detto Alex Lowes– “Sono uscito fuori pista nel tentativo di passare Eugene, ma l’anteriore si è bloccato e quindi sono stato costretto a passare sulla ghiaia. Ho perso 13 secondi, senza di quello avrei ottenuto un risultato decente, ma ci ho provato e continuerò a migliorare. Mi piace molto essere in questo campionato ed il mio livello di conoscenza della GSX-R è cresciuto molto. Dopo il test ci prepareremo per la gara di casa di Donington!”

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati