MotoGP Test Jerez: Il team Forward in pista con Espargarò e Corsi, la coppia del 2015?

Lavoro di messa a punto per lo spagnolo, mentre Corsi ha preso le "misure" sulla moto che potrebbe guidare il prossimo anno

MotoGP Test Jerez: Il team Forward in pista con Espargarò e Corsi, la coppia del 2015?MotoGP Test Jerez: Il team Forward in pista con Espargarò e Corsi, la coppia del 2015?

Il team Forward oggi a Jerez è sceso in pista con una nuova coppia inedita, Aleix Espargarò e Simone Corsi, che ha provato per la prima volta una MotoGP. Espargarò ha chiuso alla fine con l’8° posto mentre Corsi ha girato con tempi più alti, ma è normale, essendo la prima volta che saliva su un bolide del genere.
Aleix Espargaro ha continuato lo sviluppo della sua Forward Yamaha concentrandosi sull’assetto dell’elettronica e il consumo degli pneumatici. Nel complesso sono stati portati a termine quarantuno giri con un migliore di 1.39.797.
Simone Corsi ha sostituito il compagno di squadra Colin Edwards e ha partecipato alla giornata di test per prendere confidenza con la nuova moto. Buone le sensazioni del pilota romano della Moto2 che ha completato oggi quarantacinque giri portando il suo limite a 1.42.333. Questa giornata di test è stata organizzata anche perchè se Corsi quest’anno chiuderà tra i primi 5 in Moto2 il prossimo anno sarà lui a sostituire Edwards.

“E’ stata una giornata di lavoro molto positiva – ha affermato Aleix Espargarò – Ci siamo concentrati sulla messa a punto dell’elettronica per riuscire ad affrontare meglio le prossime gare. Abbiamo raccolto dei dati importanti e anche il tempo a livello cronometrico è buono. Nel pomeriggio sono sceso in pista con la seconda moto: ho bisogno di continuare a lavorare sul setup considerando che non sono più salito in sella a questa moto dopo il doppio incidente del Qatar.”

“E’ stata davvero una giornata incredibile, un’esperienza bellissima – ha aggiunto Simone Corsi – Salire in sella a una MotoGP è davvero speciale. Ho portato a termine quarantacinque giri per cercare di prendere confidenza con questa moto e sono soddisfatto. Le differenze con la Moto2 sono tante: la potenza, l’accelerazione maggiore e l’elettronica. Anche lo sforzo fisico richiesto è diverso e per questo ho preferito concentrare tutto il lavoro durante la mattinata. Grazie a tutto il team per questa bella opportunità.”

Foto: Alex Farinelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati